AvengerEV DrivingFotogalleryJeepNotizie autoPRIMO CONTATTOTEST, PROVA AUTOVideo

Jeep Avenger elettrica, test e prova su strada e in fuoristrada

Come va la Jeep Avenger elettrica, test su strada e sterrato del SUV 100% elettrico da 400 km di autonomia. Impressioni di guida, cosa ci è piaciuto e cosa NO.

BATTERIA
51KWH
CAVALLI
156
Velocità Max.
150km/h
AUTONOMIA
400Km

Abbiamo provato un nuovo Suv elettrico compatto, la Jeep Avenger elettrica, una novità sul fronte auto elettriche che abbiamo provato in allestimento “Summit” ovvero il top di gamma, per un test su strada e sterrato lungo un interessante percorso nei dintorni di Malaga che ci ha consentito di mettere alla prova tenuta di strada, comfort, consumi, spazio a bordo, ma soprattutto il comportamento della vettura unito al piacere di guida in elettrico.

Jeep Avenger elettrica su strada
Alcuni dei colori della nuova Jeep Avenger elettrica

Questa Jeep Avenger è il primo SUV compatto completamente elettrico del Marchio, basato sulla stessa piattaforma CMP adottata anche su Opel Mokka-e, Peugeot e-2008 e DS DS 3 elettrica.

Motore elettrico Jeep Avenger linea di produzione
Motore elettrico Jeep Avenger sulla linea di produzione

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche della nuova Avenger Elettrica, ricordiamo che si tratta di un inedito Suv elettrico a trazione anteriore con un migliorato motore elettrico che sviluppa una potenza di picco di 115 kW (156 cv) e 260 Nm, con una batteria agli ioni di litio da 54 kWh (51 kWh netti), posta sotto il pianale che non riduce lo spazio a bordo ma toglie una ventina di litri nel bagagliaio privo di ruota di scorta: si passa da 380 litri della versione a benzina a 355 litri della Avenger Elettrica.

L’autonomia dichiarata è di 400 km nel misto e 550 km in città secondo il ciclo di omologazione WLTP.

Jeep Avenger 1st Edition in ricarica
Jeep Avenger 1st Edition in ricarica

Jeep Avenger elettrica, come è fatto l’inedito Suv

A vederla da fuori la nuova Jeep Avenger-e, è un suv elettrico che cattura l’attenzione per la sua linea simpatica ma allo stesso tempo accattivante con diversi richiami alla tradizione del mondo Jeep. A cominciare dalla griglia con 7 elementi, che si possono personalizzare con diversi adesivi del catalogo Mopar, proseguendo con il logo di una mascherina jeep sulla griglia inferiore e la bussola a rilievo sulla copertura del radar del Cruise Control Adattivo. Di lato troviamo passaruota trapezoiali, e linea ispirata alla Compass o alla Grand Cherokee ma con la maniglia posteriore nascosta vicino il finestrino laterale. Non mancano fari Full Led di serie che risultano incassati nella carrozzeria così sono protetti dagli urti. Led anche al posteriore con il tipico disegno a X ereditato dalla Renegade che richiama la parte laterale delle taniche di benzina supplementari.

Jeep Avenger anteriore 3/4
Jeep Avenger anteriore 3/4

Ho scelto il colore Lake, un bel azzurrino che spicca decisamente sull’auto in prova distinguendosi maggiormente dagli altri SUV in circolazione. Di certo sta piacendo anche agli utenti europei con la Casa che ha già ricevuto 20.000 ordini per questa nuova Avenger.

Impressioni di guida, test come va nella prova su strada l’Avenger

Come va? Quali sono le impressioni di guida? Si sale agevolmente a bordo e regolo la posizione di guida che mi convince grazie ai comodi sedili ma ben profilati e al volante regolabile in altezza e profondità. Poi basta premere il tasto di accensione, e un breve motivetto musicale ci avverte che l’Avenger è pronta a partire.

L’assenza della leva del cambio ha fatto spazio a un generoso pozzetto richiudibile tramite una tendina magnetica alla cui sommità è posto il selettore per le marce formato da una serie di pulsanti. Seleziono la posizione “D” per partire mentre il freno di stazionamento elettrico si disinserisce automaticamente al premere del pedale dell’acceleratore.

Jeep Avenger anteriore 3/4 prova su strada
Jeep Avenger anteriore 3/4 prova su strada

3 modalità di guida elettrica su Avenger-e, eco, normal e sport

Per questo giro di circa 70 km della prova nei dintorni di Malaga sono partito dal rispettivo aeroporto, e lascio l’auto in “modalità di guida Normal” dove si hanno a disposizione 80 kW di potenza e 220 Nm oltre a uno sterzo più leggero. C’è anche la “Eco” che fa consumare meno e prolunga l’autonomia, ma la userò più avanti in città. In autostrada il consumo oscilla mediamente tra 17 e 20 kWh/100 km. Mentre in modalità Sport per godere a pieno della spinta immediata del motore elettrico.

Jeep Avenger display infotainment abitacolo
Jeep Avenger display infotainment abitacolo

Affrontando un breve tratto cittadino utilizzo quindi la modalità “Eco” dove si scende a 60 kW di potenza disponibile e 180 Nm di coppia. La risposta del pedale dell’acceleratore è più blanda e meno reattiva rispetto alle altre configurazioni, mentre lo sterzo resta pesante il giusto come in “Normal”.

Jeep Avenger elettrica posteriore 3/4 test su strada prova
Jeep Avenger elettrica posteriore 3/4 test su strada prova primo contatto

Oltre queste classiche modalità di guida sono presenti altri tre programmi di guida che si possono scegliere per avere maggiore controllo in fuoristrada. In totale le modalità di guida selezionabili sono ben 6. Questi sono “Sabbia”, che consente un leggero slittamento delle ruote anteriore, “Fango” dove le ruote vengono fatte slittare maggiormente per ripulirle da una situazione fangosa, e “Neve” dove invece si cerca di massimizzare la trazione in ogni momento.

Jeep Avenger elettrica modalita di guida
Jeep Avenger elettrica 6 modalita di guida

Frenata rigenerativa per recupero di energia

Anche questa Avenger si avvale della frenata rigenerativa con la possibilità di regolare l’intensità della frenata rigenerativa in fase di rilascio, su due livelli. Premendo invece il tasto “B” si passa a un livello più intenso con una decelerazione pari al doppio e una potenza fino a 45 kW rispetto ai 15 kW di quando siamo semplicemente in “D”.

Jeep Avenger portaoggetti abitacolo
Jeep Avenger portaoggetti in un abitacolo molto confortevole

Nella modalità Drive quando si alza il pedale dell’acceleratore e senza toccare quello del freno, l’auto rallenta per recuperare energia in frenata. Tuttavia anche premendo il tasto “B” della modalità Brake, abbiamo una frenata più corposa, ma in discesa potrebbe non bastare e quindi bisogna sempre avere il piede in prossimità del pedale del freno, anche perché non si tratta di una guida “One-Pedal drive” ma per fermare l’auto bisogna appunto agire sempre sui freni tradizionali.

Autonomia Jeep Avenger e tempi ricarica

Come tutte le auto elettriche l’autonomia della Avenger può variare a seconda del tragitto, del meteo, dell’utilizzo del condizionatore, delle modalità e stile di guida. L’autonomia dichiarata è infatti di 400 km (15,4 kWh/100 km) con un massimo di 550 km in città, entrambi secondo il ciclo di omologazione WLTP. grazie ai 51 kWh netti di capacità della batteria, con un costo di circa 15 € considerando una media di 0,3 € x kWh. A fine prova il consumo medio è stato di 19,9 kWh/100 km con picchi di 22 kWh/100 km in modalità Sport” su una strada tortuosa ma dove mi siamo divertito a spingere un po’ questo SUV.”Come tutte le auto elettriche l’autonomia della Avenger può variare a seconda del tragitto, del meteo, dell’utilizzo del condizionatore, delle modalità e stile di guida.

L’autonomia dichiarata è infatti di 400 km (15,4 kWh/100 km) con un massimo di 550 in città, entrambi secondo il ciclo di omologazione WLTP. grazie ai 51 kWh netti di capacità della batteria, con un costo di circa 15 € considerando una media di 0,3 € x kWh. A fine prova il consumo medio è stato di 19,9 kWh/100 km con picchi di 22 kWh/100 km in “modalità Sport” su una strada tortuosa ma dove mi siamo divertito a spingere un po’ questo SUV.

Jeep Avenger elettrica consumo minimo
Jeep Avenger elettrica consumo minimo

Ovviamente quando l’ho guidata in città oppure a velocità non superiori a 70 km/h la Avenger mi ha sorpreso con un consumo medio che è sceso a 12,6 kWh /100 km consentendo oltre 400 km di percorrenza. Mentre se si viaggia in autostrada, l’autonomia praticamente si dimezza a velocità di 110/130 km/h riusciremo a percorrere circa 280 km.

Grazie alla ricarica veloce in DC utilizzando il connettore CCS Combo, può ricaricare la batteria dal 20% al’80% in 24 minuti teorici tramite una colonnina FAST da 100 kW in corrente continua appunto.

Jeep Avenger B-SUV elettrico in ricarica
Jeep Avenger B-SUV elettrico in ricarica da wallbox

Bene la presenza del caricatore di bordo di serie trifase da 11 kW (3x16A) su tutti gli allestimenti. Tuttavia manca anche sulla Avenger quello da 22 kW (trifase a 32A) che permetterebbe di ricaricarla in meno di tre ore ad una colonnina pubblica. Peccato che quasi tutti i costruttori stanno abbassando la potenza di ricarica in alternata al massimo a 11 kW in trifase mentre le colonnine pubbliche sono ormai quasi tutte a 22 kW, si starebbe meno tempo fermi per la ricarica lasciando prima il posto a chi come noi deve ricaricare.

Avenger elettrica, comfort, come si sta a bordo

Quando ho guidato questa Avenger elettrica ho percepito una bella sensazione di comfort a bordo anche su fondi dissestati. Ovviamente con a maggior parte del peso principalmente della batteria è distribuito in basso e al centro della vettura la risposta degli ammortizzatori è più bilanciata anche se è stata rivista proprio per avere un utilizzo piacevole anche in fuoristrada. Nonostante le ruote da 18″ montate sul nostro esemplare, con la spalla abbastanza alta del pneumatico (misura 215/55 R18) è riuscita a smorzare bene le asperità così come diversi dossi che abbiamo affrontato a 30-40 km/h. Sono comunque disponibili cerchi anche da 16 e 17 pollici. Ben insonorizzato il rotolamento dei pneumatici peccato invece per i fruscii aerodinamici che si fanno sentire a partire dai 100 km/h.

Jeep Avenger 1st Edition cerchi in lega da 18"
Jeep Avenger 1st Edition cerchi in lega da 18″

Una curiosità mi è piaciuto molto il suono dell’indicatore di direzione, una sorta di ritmo dance che quasi ti invoglia a mettere la freccia solo per sentirlo. Per il resto si viaggia comodi in 4, si sta più stretti in 5 ma anche si sta seduto al centro può godere di una seduta piuttosto morbida. Mancano le bocchette al posteriore ma c’è una presa USB-C. Ne troviamo un’altra all’anteriore affiancata da una di tipo A oltre a un pad di ricarica wireless da 15W. Buona la visibilità anteriore grazie anche al cofano quadrato che fa percepire bene le dimensioni. Al posteriore c’è un lunotto piccolo ma regolare nelle forme, di sicuro aiuta la retrocamera con vista a 180°. Di serie il sistema Uconnect 5 con schermo da 10,25 pollici e cartografia TomTom. Ovviamente non mancano i comandi vocali, e l’integrazione con gli smartphone tramite Android Auto e Apple CarPlay. Pratica anche la strumentazione digitale da 10″ che consente di visualizzare la cartina del navigatore o le informazioni di marcia.

Jeep Avenger-e test in off road, prova su strade sterrate

Se su strada Avenger manifesta un leggero rollio dovuto alla taratura tendente al morbido delle sospensioni, ne beneficiamo di questo assetto in off road, su strada sterrata, dove l’Avenger elettrica viaggia silenziosa in mezzo alla natura. L’ho quindi messa alla prova su strade sterrate ricche di pietre e sassi vari. La vettura vanta angolo di attacco e dosso di 20° mentre quello di uscita è di 32°. L’altezza da terra è di 20,9 cm alle sospensioni e 22,3 alla batteria che è protetta da piastre.

Tra i vari ADAS che consentono la guida autonoma di livello 2, oltre al Cruise Control Adattivo che si comporta bene in autostrada, ho provato su sterrato il sistema Hill Descent Control che rallenta automaticamente l’auto in discesa, portandola a un massimo di 7 km/h da velocità fino a 70 km/h.

Jeep Avenger elettrica frontale sullo sterrato
Jeep Avenger elettrica frontale sullo sterrato

Ho utilizzato la “modalità Sabbia” e anche in salita non ha manifestato problemi a muoversi agilmente anche con ripartenza da fermo. Abbiamo quindi voluto esagerare provando a vedere se si arrampicava su una roccia scivolosa in salita ma i pneumatici Goodyear Efficient Grip non fanno presa su questo tipo di terreno. Salendo in retromarcia invece ci riesce.

Jeep Avenger elettrica offroad anche in twist
Jeep Avenger elettrica offroad anche in twist

Sono anche riuscito a metterla in twist su un muretto di terra alto circa 50 cm. Quindi per la tipologia di veicolo, calcolando che dispone della trazione anteriore mi ritengo soddisfatto. Per fare fuoristrada più impegnativo aspettiamo la versione 4xe.

PREZZI e CARATTERISTICHE tecniche Jeep Avenger elettrica

FOTO Jeep Avenger Suv elettrico

VIDEO Prova Jeep Avenger elettrica

Jeep Avenger elettrica video prova su strada e sterrato

Annunci auto usate JEEP | Listino prezzi AVENGER

Jeep Avenger 1.2 turbo benzina
Jeep Avenger 4×4 Concept
→ Tutte le novità, prove auto su JEEP

Auto elettriche da comprare selezionate e provate
Prezzi e caratteristiche auto elettriche
Video prove AUTO ELETTRICHE
Quanto costa ricaricare l’auto elettrica

EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
→ Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

POSITIVO

– Piacevolezza del motore
– Agilità su ogni terreno
– Ottima trazione
– Piacere di guida
– Ricarica in DC a 100 kW
– Infotainment di bordo

NEGATIVO

– Ricarica in AC da 22 kW trifase assente
– Selettore marce e tasto B troppo piccoli
– Maniglie passeggeri posteriori assenti
– Panchetta non scorrevole
– Plastica rigida negli interni
– Frenata rigenerativa solo su due livelli






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto