EV DrivingNotizie auto

Stellantis produzione in Italia, Tavares incontra il Governo

Nell'incontro tra Urso e Tavares è stata concordata la necessità di rilanciare la politica industriale italiana dell'auto, promuovendo la nuova produzione nei siti italiani.

I vertici di Stellantis, guidati dal CEO Carlos Tavares, hanno incontrato il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, a Roma. L’incontro a Palazzo Piacentini si è concentrato sul futuro e sui piani industriali di Stellantis in Italia, con l’obiettivo di invertire il trend negativo della produzione automobilistica degli ultimi vent’anni nel Paese. Si è concordato sulla necessità di rilanciare la politica industriale italiana dell’auto, attraverso strategie come incentivi agli investimenti, supporto alla ricerca e sviluppo.

Stellantis incontra il Governo italiano

Durante l’incontro, tra Stellantis ed il Governo italiano le parti hanno condiviso la necessità di invertire il trend negativo della produzione automobilistica italiana degli ultimi vent’anni. Il Ministro Urso ha presentato un documento di politica industriale sull’automotive, che mira a aumentare la produzione, ampliare la gamma di modelli e investire in ricerca e innovazione per proteggere l’occupazione e l’intera filiera del settore. È stato istituito un gruppo di lavoro tecnico per raggiungere un accordo di transizione entro il mese di luglio 2023, nel contesto di una politica industriale europea rinnovata.

Il tavolo al Ministro delle Imprese e del Made in Italy tra Stellantis ed il Governo italiano
Il tavolo al Ministero delle Imprese e del Made in Italy tra Stellantis ed il Governo italiano

Stellantis dal canto suo ha evidenziato l’importanza del dialogo tra le parti per sviluppare un progetto globale per l’Italia, considerando aspetti come le previsioni di mercato, l’accessibilità economica dei veicoli, l’impatto normativo dell’Euro 7 sulla Fiat Panda e gli incentivi per mantenere la competitività italiana, come i costi energetici e di trasformazione.

Stellantis in Italia

Stellantis rappresenta 14 marchi automobilistici, tra cui i marchi italiani Fiat, Maserati, Alfa Romeo e Lancia. L’obiettivo del Gruppo è quello di investire e costruire in Italia un numero ancora maggiore di modelli per marchi stranieri, contribuendo positivamente alla bilancia commerciale italiana. Un esempio è lo stabilimento di Melfi, dove Carlos Tavares ha annunciato l’intenzione di produrre un quinto modello oltre ai quattro già annunciati, previo miglioramento delle prestazioni.

A Melfi verrà prodotto un quinto modello elettrico su base STLA-M
A Melfi verrà prodotto un quinto modello elettrico su base STLA-M

Si tratterà di modelli premium di alto valore per marchi stranieri, oltre ad un modello italiano basato sulla nuovissima piattaforma STLA-M. Secondo le previsioni, a Melfi verranno prodotte la futura ammiraglia Lancia (che si chiamerà Gamma), due modelli DS e un’Opel. Oltre a questi, potrebbe esserci un quinto modello.

Investimenti e produzione in Italia

Gli investimenti già operativi in Italia da parte di Stellantis includono il progetto della terza Gigafactory europea di Stellantis presso il sito di Termoli, come parte della joint venture con TotalEnergie e Mercedes-Benz nella Automotive Cells Company. Inoltre, lo stabilimento di Pratola Serra sarà l’unico a fornire il motore B2.2 per l’intera gamma di veicoli commerciali di Stellantis.

Gigafactory di Termoli, produzione batterie Stellantis da 120 GWh
A Termoli nascerà la Gigafactory italiana di Stellantis

Nello stabilimento di Atessa, in Abruzzo, invece la piattaforma X250 del Fiat Ducato è stata estesa anche a Peugeot, Citroen e Opel. Inoltre, sempre in Abruzzo, Stellantis e Toyota hanno annunciato l’ampliamento della loro partnership per la produzione di un nuovo veicolo commerciale di grandi dimensioni, che includerà anche una versione elettrica a batteria.

A Pomigliano Stellantis produce l’Alfa Romeo Tonale e la Dodge Hornet per il mercato statunitense. La Fiat Panda, prodotta nello stabilimento campano, continua ad essere il modello più venduto in Italia, soprattutto grazie alla versione ibrida, ma dovrà fare i conti con la normativa Euro 7.

Alfa Romeo Tonale Plug-In Hybrid Q4 fabbrica Stellantis
L’Alfa Romeo Tonale viene prodotta a Pomigliano

A Cassino invece Stellantis ha avviato la produzione del Maserati Grecale, insieme alle produzione di Alfa Romeo di Giulia e Stelvio, mentre a Modena è iniziata con successo la produzione della MC20 e della spider MC20 Cielo. A Cento, infine, è stata creata un’importante unità operativa per la produzione di motori industriali e marini.

Stellantis investimenti a Mirafiori

Fra gli investimenti di Stellantis in Italia ci sono anche quelli che riguardano Torino ed in particolare Mirafiori dove il marchio investe con il progetto grEEn-campus, che include il Battery Technology Center per la validazione dei componenti delle batterie.

Riqualificazione Mirafiori Torino in grEEn-campus
Riqualificazione Mirafiori Torino in grEEn-campus

A Torino, in collaborazione con Punch Powertrain, verrà creata anche una struttura per la produzione di eDCT innovative per veicoli ibridi e PHEV. Mirafiori infine ospita anche il Turin Manufacturing District, che si concentra sull’elettrificazione e sulla produzione di veicoli avanzati, inclusa la linea di veicoli elettrici Fiat, Abarth e Maserati.

Leggi anche:

→ Tutte le notizie su Stellantis

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto