Eventi autoNotizie autoSaloni

Salone di Detroit 2022, le novità

Il Salone di Detroit esce dal letargo con la benedizione del Presidente americano Joe Biden. Nell'ultima edizione c'erano 32 brand tra cui quelli Stellantis.

Detroit, la capitale dell’auto negli Stati Uniti, ha cambiato look dopo un lungo periodo di degrado e di povertà sociale approfittando anche del Salone dell’auto. Aveva destato notevole curiosità, in settembre, la visita del Presidente Usa, Jo Biden, nella prima delle giornate stampa al Salone dell’auto di Detroit, in programma dal 17 e 25 settembre 2022. Si era soffermato sullo sviluppo della mobilità elettrica anticipando l’intenzione di investire 135 miliardi di dollari per far progredire i veicoli a zero emissioni, 900 milioni di dollari in sovvenzioni per aumentare la diffusione dei caricabatterie in 35 Stati tra cui il Michigan, la realizzazione di una rete di 500 mila stazioni di ricarica.

Una visita definita dalla stampa americana una sorta di “benedizione” al risveglio dell’area del Michigan, quella nota nel mondo per i quartier generali in particolare di Ford e General Motors e di recente anche di Stellantis. Detroit, dunque, ha cambiato look e viene oggi considerata una delle metropoli più al passo con i tempi negli USA ricevendo grande risalto dai media.

Salone di Detroit 2022

Leggendo i dati del rapporto Global Startup Ecosystem, studiato nei minimi dettagli dalla società di consulenza Startup Genome, quest’anno il distretto della metropoli dell’automobile guida la classifica degli ecosistemi molto graditi dalle imprese e dalle industrie del settore. Detroit, nella nuova veste, non si riconosce più rispetto a molti anni addietro: nel Michigan sono stati riconvertiti fabbriche, centri di assemblaggio e perfino i depositi a tutto vantaggio del panorama urbano.

Salone di Detroit 2022
L’ultimo Salone di Detroit si è svolto il 17 e 25 settembre 2022

A cominciare dall’ex area della Ford, a due passi dalla Michigan Central Station, ma anche dalla modernizzazione dei centri commerciali di Bedrock. Con gli abitanti felici di avere a disposizione più verde e con le nuove imprese che già usufruiscono di spazi adeguati per lavorare. Quartieri riqualificati che hanno attirato l’attenzione di oltre 250 startup con l’aumento dei posti di lavoro, in particolare proposti ai giovani che non hanno perso tempo a trasferirsi in quest’area.

Joe Biden al Salone di Detroit 2022

E nello spazio di un anno Detroit è uscita dal forzato torpore e sfoggia un look in linea con i tempi. Biden, durante la sua visita, era stato visto negli stand dei più importanti brand americani illustrando i futuri impegni dell’amministrazione USA per l’elettrificazione degli States.

Presidente USA Joe Biden a colloquio con Carlos Tavares (Stellantis) al Salone di Detroit 2022
Il Presidente USA Joe Biden a colloquio con Carlos Tavares (Stellantis) al Salone di Detroit 2022

Ad attendere Biden nello stand General Motors c’erano la Ceo Mary Barra ed il presidente del Gruppo Mark Reuss. L’ospite si è seduto al volante di una Corvette ZO6, poi ha guidato la Cadillac Liriq e si è complimentato per la Chevrolet Silverado 100% elettrica che GM costruirà dal 2023 presso la Factory Zero.

Salone di Detroit 2022 brand, chi c’era

Per la cronaca nella rassegna c’erano 32 brand molti dei quali organizzati da gruppi di concessionari. Detroit rimane la Motor City, sede di General Motors, Ford e del motore nordamericano di Stellantis.

In quest’ultimo stand Biden era stato ricevuto dal Ceo Carlos Tavares che aveva descritto al presidente un Suv Jeep Grand Cherokee assemblato nella fabbrica di Mack Avenue. Oltre a Jeep e RAM in risalto la Fiat 500 elettrica, la 500X Sport e la 500X Yacht Club Capri ed ancora l’Alfa Romeo con Giulia e Stelvio.

Jeep al Salone di Detroit 2022
Jeep al Salone di Detroit 2022

Ed ancora Jeep aveva esposto i modelli Avanger, Wagoneer, Recon, Grand Cherokee 30th Anniversary e Wrangler 4xe Willys.

Fra le vetture elettriche spazio per il concept Chrysler Airflow e Dodge Charger. Varie le edizioni speciali per ricordare il motore V8 Hemi fra cui la 300C, la Farewall Edition. Nello stand Ford spiccava invece con grande risalto l’E-Transit. Luci accese sulla Ford nuova Mustang nelle versioni cabrio, coupé e Dark Horse (quest’ultima per la pista). Presenti anche Hyundai con il marchio di lusso Genesis e la Kia.

Nuova Ford Mustang al Salone di Detroit 2022
Nuova Ford Mustang al Salone di Detroit 2022

Dal Sol Levante Nissan con il suo marchio Infiniti, Toyota, Honda, Subaru e Mazda. Dall’Europa il Gruppo Volkswagen, Porsche, BMW, Mercedes Benz (con i Suv EQS e le batterie realizzate nella fabbrica dell’Alabama), Land Rover e Volvo Polestar.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Tempo di RICARICA auto elettrica in AC

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche
👉 Tariffe ricarica auto elettriche
👉 Retrofit elettrico

👉 Auto elettriche con più autonomia

👉 Tariffe ricarica auto elettriche
👉 CALCOLO TEMPO di RICARICA AUTO ELETTRICA

👉 Colonnine auto elettriche in autostrada
👉 ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Vincenzo Bajardi

Vincenzo Bajardi giornalista professionista dal 1987. Ha iniziato con la rivista Auto, poi fino al maggio 2009, responsabile delle pagine produzione auto al Corriere dello Sport-Stadio. Ha scritto su Autosprint, GuerinSportivo, Roma, L’Ora. Collabora con Italpress, Repubblica Motori, La Sicilia, La Gazzetta del Mezzogiorno, Gazzetta Motori, ZeroZero News e Sicilia Motori.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto