Alpine-RenaultDaciaEV DrivingNotizie autoRenault

Renault auto elettriche con Ampere e motori termici con Geely

Revolution è la terza fase del piano di rilancio Renaulution del Gruppo Renault che si concentra sui veicoli elettrici con la nascita di Ampere, software, servizi delle nuove mobilità, economia circolare e veicoli termici e ibridi in collaborazione con i cinesi di Geely.

Nel Gruppo Renault prosegue la cura di Luca de Meo, volta ad affermare il concetto del valore per diventare leader nella vendita di auto elettriche, software e nuovi servizi di mobilità ed economia circolare. Dopo “Resurrection” e “Renovation”, le prime due fasi del piano strategico Renaulution presentato a gennaio 2021, il Gruppo Renault ora lancia il terzo capitolo ovvero “Revolution”.

Strategia Renault Revolution

Nella strategia Renault Revolution c’è ancora futuro per i motori ibridi ed endotermici grazie all’accordo con i cinesi della Geely. I motori tradizionali però avranno un ruolo di secondo piano soprattutto in Europa, dove al contrario saranno prioritari i veicoli elettrici.

Strategia Renault Revolution
Strategia Renault Revolution Nex Gen

A tal proposito all’interno del Gruppo Renault nasce il marchio Ampere, dedito proprio ai veicoli ed ai software per le auto a batteria.

La strategia NexGen riguarda anche il marchio Alpine (secondo pilastro) che sarà un marchio solo elettrico ed impegnato nelle gare automobilistiche.

Strategia Renault Revolution
I 4 pilastri su cui si basa la nuova strategia Renault

Il terzo capitolo è rappresentato da Mobilize, il quarto della divisione per l’economia circolare The Future Is NEUTRAL e il quinto delle attività nel campo dei motori endotermici (progetto Horse), con cui Renault ha sottoscritto una joint venture paritetica con la cinese Geely.

Ampere auto elettriche

Con Ampere, il Gruppo Renault crea un’entità indipendente con l’obiettivo di diventare il primo marchio elettrico e software. Ampere perciò svilupperà, produrrà e commercializzerà autovetture al 100% elettriche, dotate di una tecnologia all’avanguardia Software-Defined Vehicle (SDV), con la Marca Renault.

Ampere, con sede in Francia, sarà un costruttore automobilistico a tutti gli effetti, con circa 10.000 dipendenti. Come azienda tecnologica, Ampere promuoverà l’innovazione con circa 3.500 ingegneri, di cui la metà saranno specializzati nel software.

Ampere auto elettriche
Ampere è il nuovo marchio di veicoli elettrici prodotti da Renault

Entro il 2030, la gamma di Ampere è composta da 6 veicoli elettrici, coprendo l’80% del mercato elettrico dei generalisti: nel segmento B, con le nuove Renault 5 Electric e Renault 4 Electric e nel segmento C con Mégane E-tech Electric, Scénic Electric e altri due futuri veicoli. Gran parte degli investimenti nei primi 4 veicoli sono già stati realizzati.

1 milione di auto elettriche Renault Ampere

Ampere punta ad una produzione di circa 1 milione di veicoli elettrici per la Marca Renault nel 2031, potendo contare anche su una base industriale high-tech e competitiva dellElectriCity. Nel 2025, qui sarà possibile produrre un veicolo in meno di 10 ore.

Con una capacità produttiva di 400.000 unità fin dal primo giorno, potrà giungere fino a 1 milione di veicoli prodotti con il supporto di altri impianti del Gruppo Renault. Inoltre Ampere garantirà l’approvvigionamento degli oltre 80 GWh necessari per i suoi veicoli entro il 2030.

Renault Mégane E-Tech Electric esce dalla linea di montaggio Douai
Renault Mégane E-Tech Electric esce dalla linea di montaggio Douai

Le future auto elettriche Renault prodotte da Ampere potranno anche contare sulla tecnologia Software-Defined Vehicle (SDV), che permette al veicolo di essere costantemente aggiornato per tutto il ciclo di vita.

Per lanciare il primo Software Defined Vehicle aperto e orizzontale nel 2026, il Gruppo Renault ha creato forti partnership con due importanti aziende tecnologiche:

  • Qualcomm Technologies, per sviluppare congiuntamente piattaforme di calcolo ad alte prestazioni basate sulle soluzioni del telaio digitale Snapdragon (Snapdragon Digital Chassis) per l’Architettura Elettronica Centralizzata. Questo comprende il System-On-Chip (SoC) e gli strati inferiori del software, ma anche funzionalità, servizi a bordo e applicazioni. Qualcomm Technologies, o una sua filiale, ha intenzione di investire in Ampere, entità elettrica e software del Gruppo Renault.
  • Google, per una collaborazione incentrata su una piattaforma Android per il Software-Defined Vehicle, nonché su un sistema cloud per il Digital Twin.
Qualcomm e il Gruppo Renault
Il Gruppo Renault con Qualcomm crea un proprio software per i veicoli elettrici

Alpine auto elettriche

Nella strategia Renault anche il marchio Alpine seguirà un percorso ben preciso di elettrificazione. A tal proposito sta sviluppando una gamma completamente nuova ed interamente elettrica a partire dal 2026. Nel frattempo, Alpine svelerà anche la prossima A110 e due nuovi modelli: una berlina del segmento B e un crossover del segmento C+.

Alpine auto elettriche
Anche Alpine sarà un marchio 100% elettrico e sarà presente in tutti i segmenti

Alpine prevede di lanciare due veicoli nei segmenti D ed E per sostenere la sua espansione internazionale. La metà della crescita di Alpine deriverà così da nuovi mercati al di fuori dell’Europa, tra cui potenzialmente il Nord America e la Cina.

Motori ibridi Renault con Geely

I veicoli termici e ibridi rappresenteranno ancora fino al 50% delle vendite mondiali di autovetture nel 2040. Renault non vi rinuncia e prevede il lancio di una nuova gamma per Renault ICE & Hybrid (autovetture), Dacia e LCV.

Il Gruppo Renault con le sue tecnologie di motorizzazioni termiche e ibride (progetto Horse) si unisce a Geely per creare un OEM mondiale di primo piano. L’accordo nasce soprattutto per offrire motori termici al di fuori dell’Europa, soprattutto in America Latina, India, Corea del Sud e Nord Africa.

Motori ibridi Renault con Geely progetto Horse
Renault con i cinesi di Geely lancia il progetto Horse che si dedica ai motori termici e ibridi

Il Gruppo Renault e Geely metteranno insieme le rispettive motorizzazioni termiche in un’entità detenuta al 50-50. Questo business dedicato progetterà, svilupperà, produrrà e venderà componenti e sistemi di motorizzazioni elettriche e ibride con tecnologie all’avanguardia.

L’entità proporrà un’offerta completa di tecnologie per tutti i componenti: motore, trasmissione, sistema di ibridazione (xHEV) e batterie. Il progetto punta anche a sviluppare un’offerta di motori alimentati con carburanti alternativi.

Nuove auto Dacia in arrivo

Per quanto riguarda il marchio Dacia, ora leader nel segmento B, punterà al segmento C. Dopo Jogger quest’anno, sarà Dacia Bigster il modello di punta del segmento C. Altri due veicoli seguiranno, cosa che consentirà di raddoppiare la copertura del profit pool. Nel frattempo, Dacia continuerà a ridurre i costi e beneficerà del raddoppio dei volumi della piattaforma CMF-B globale che raggiungerà (considerando tutte le marche) 2 milioni di unità entro il 2030.

Nuove auto Dacia in arrivo
Le novità del marchio Dacia

Dacia sarà anche il marchio all’interno del Gruppo Renault che continuerà a produrre auto con motore termico alimentate con carburanti alternativi e sintetici, grazie alla collaborazione con il progetto Horse. Dacia produrrà anche auto elettriche, economiche ed accessibili come lo è la Spring.

Furgoni ad idrogeno ed elettrici Renault

Nel segmento dei furgoni e veicoli commerciali LCV, il Gruppo Renault prevede due progetti legati all’idrogeno con Hyvia ed all’elettrico con FlexEVan. Quest’ultimo prevede mezzi da impiegare maggiormente in ambito urbano, grazie ad una piattaforma elettrica appositamente progettata.

Furgoni elettrici Renault progetto FlexEVan
Furgoni elettrici urbani Renault nel progetto FlexEVan

FlexEVan potrà contare sul Software Defined Vehicle sviluppato nell’ambito di Ampere. Il veicolo diventerà un’estensione completamente connessa del magazzino, integrato nell’ecosistema digitale dell’utilizzatore.

Servi di mobilità con Mobilize

Infine ci sono novità anche per il marchio Mobilize, che è costruito intorno ad un asset fondamentale, Mobilize Financial Services (MFS), una delle finanziarie captive del mercato, con 4 milioni di clienti. MFS amplierà le sue attività tradizionali, sviluppando al tempo stesso nuove attività come abbonamenti, assicurazione e leasing operativo.

Renault Mobilize
Mobilize fornisce servizi di mobilità integrata

Mobilize all’interno del Gruppo Renault è destinato perciò a diventare un fornitore leader e redditizio di Vehicle-as-a-Service (VaaS), associando servizi finanziari, mobilità, energia e dati supportati da veicoli appositamente progettati, per clienti privati, flotte e operatori della mobilità, generando ricavi ricorrenti.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Tutte le novità, prove auto su RENAULT
👉 Video auto Renault provate
👉Listino prezzi Renault

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Tempo di RICARICA auto elettrica in AC

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche
👉 Tariffe ricarica auto elettriche
👉 Retrofit elettrico

👉 Auto elettriche con più autonomia

👉 Tariffe ricarica auto elettriche
👉 CALCOLO TEMPO di RICARICA AUTO ELETTRICA

👉 Colonnine auto elettriche in autostrada
👉 ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto