EV DrivingMeganeNotizie autoPROVA COMPLETARenaultTEST

Mégane E-Tech prova, test in autostrada a 130 km/h con la EV 60

Stress test, nuova Mégane E-Tech su un percorso di 600 chilometri, da Roma a Firenze (e ritorno), a 130 km/h, usata come una termica. Ogni quanti chilometri bisogna fermarsi con un'auto elettrica in autostrada? A chi è indicata ed a chi è sconsigliata. Impressioni di guida e giudizio finale.

BATTERIA
60KWH
CAVALLI
220
Velocità Max.
160km/h
AUTONOMIA
470Km

Come va la nuova Mégane E-Tech? Ne abbiamo già sviscerato le sue caratteristiche tecniche ed espresso le prime impressioni di guida, ma vogliamo ora capire meglio se è possibile (ed a quale prezzo/sacrifici) affrontare tranquillamente un viaggio in autostrada con un’auto elettrica evoluta come questa, come si viaggia, l’autonomia, il comfort, ogni quanto bisogna fermarsi ed i tempi di ricarica.

Clicca per Leggere

Modello in prova | Percorso di prova in autostrada | La prova da Roma a Firenze | Prova guida autonoma | Rilevamenti durante il test | Velocità massima | A Firenze in ZTL | Ricarica | Gestione della ricarica massima | Autonomia | Consumi | Costo del viaggio | Come risparmiare | La ricarica Super-fast | Cosa ci piace e cosa meno | Auto elettrica Si o No?

La nuova MEGANE E-TECH Techno EV60 provata in un viaggio autostradale
La nuova MEGANE E-TECH Techno EV60 provata in autostrada a 130 km/h

Mégane E-Tech il modello in prova, la Techno

La versione in prova è il modello Techno EV 60 con batteria da 60 kWh, potenza 220 cavalli. Questa Mégane ha un caricabatterie AC in trifase a 22 kW di serie (su altre vetture è opzionale) e la ricarica veloce DC a 130 kW. Si distingue per l’ampio display digitale da 12 pollici personalizzabile, l’Open R-link da 12 pollici con Google integrato, fari full led con effetto 3D sul posteriore, maniglie a scomparsa e tanto altro. I cerchi in lega sono da 20 pollici.

Abitacolo della Megane E-Tech in prova
Abitacolo della Megane E-Tech in prova

Un’altra cosa che ci è subito piaciuta di questa Mégane è la possibilità di gestire, attraverso le palette sul volante, l’intensità della frenata rigenerativa, da un rallentamento molto dolce, quasi un “veleggio” come se fosse a folle, fino ad una intensità maggiore per ottenere una forte decelerazione (e rigenerazione), senza far uso dei classici freni a disco.

Le palette sul volante per gestire la frenata rigenerativa della Megane E-Tech in prova
Le palette sul volante per gestire la frenata rigenerativa della Mégane E-Tech in prova

Mégane E-Tech prova, percorso di prova in autostrada

Abbiamo deciso di mettere alla prova la nuova Mégane E-Tech con un test particolare, un vero stress test, su un percorso autostradale di 600 chilometri con partenza da Roma e arrivo a Firenze (e ritorno), tutto ad una velocità di crociera di 130/135 km/h, andatura per la quale solitamente si riduce l’autonomia effettiva rispetto a quella dichiarata ed omologata con il ciclo WLPT.

Roma, partenza del test in autostrada per la nuova Mégane E-Tech. Nella foto il fiume Tevere
Da Roma la partenza del test con la nuova Mégane E-Tech
Una spettacolare immagine del fiume Tevere con San Pietro sullo sfondo.

Il percorso di andata da Roma a Firenze è quasi tutto autostradale.

La prova da Roma a Firenze

PARTENZA – La prova inizia da Roma a Firenze con la batteria carica al 100%, l’autonomia indicata è di 444 km, quella omologata in WLTP è 450 km. A Roma abbiamo impostato la destinazione Firenze dal navigatore utilizzando i comandi vocali su Google Maps che riporta un percorso stimato di 267 km, due ore e 55 minuti il tempo necessario per il viaggio. Il computer di bordo prevede l’arrivo a Firenze con una batteria al 9%.

L'abitacolo della Mégane E-Tech è ben fatto e decisamente confortevole
L’abitacolo della Mégane E-Tech è ben fatto e decisamente confortevole

Il pulsante “multisense” posto sul volante permette di scegliere diversi stili di guida, “eco“, “sport“, “personalizzato” o “comfort“: noi impostiamo la modalità “comfort”.

Pulsante "multisense" posto sulla razza destra del volante da cui si seleziona la 4 modalità di guida
Pulsante “multisense” posto sulla razza destra del volante da cui si seleziona la 4 modalità di guida

Iniziamo a percorrere l’autostrada A1 Roma Firenze. Interessante quello che mostra la Mégane sul display, un messaggio d’invito a fermarsi per ricaricare la batteria durante il viaggio. Ci indica che al momento dell’arrivo la batteria sarà quasi esaurita, tra l’8/9%, quindi consiglia precauzionalmente una sosta. Noi la sosta non la facciamo, è già tardi sono circa le 10, e vogliamo arrivare giusto per l’ora di pranzo per gustarsi una bella “fiorentina”.

Alla guida della nuova Mégane E-Tech in autostrada per un viaggio
Alla guida della nuova Mégane E-Tech in autostrada per un viaggio

Proviamo la guida autonoma!

Durante il viaggio Roma-Firenze impostiamo la velocità di 135 km/h sul cruise control adattivo della guida autonoma molto utile in base alle condizioni del traffico. Se c’è una vettura che ci precede più lenta riduce automaticamente la velocità per poi tornare ai 135 chilometri orari. Non solo. Il sistema di guida autonoma è evoluto e varia la velocità anche in base ai limiti di velocità della strada.

Nei punti con limiti di velocità inferiore a quella impostata, il sistema di guida autonoma ha ridotto automaticamente la velocità per poi riparla a 130 km/h. Nel viaggio apprezziamo una grande assistenza alla guida come l’avviso dell’angolo cieco sullo specchietto retrovisore con la luce rossa che si accende durante il sopraggiungimento di un veicolo.

Ehi Google. Alza la velocità della ventilazione al massimo”, ci divertiamo a giocare con l’assistente che risponde prontamente: “Perfetto imposto la velocità delle ventole al massimo”Imposta la velocità delle ventole a 4”, “Certo imposta la velocità delle ventole a 4“. Questo è straordinario e mi colpisce l’integrazione dei comandi vocali con i dispositivi della vettura.

Cruscotto digitale della Megane E-Tech in prova
Cruscotto digitale della Megane E-Tech in prova

Rilevamenti durante il test in autostrada

Durante il nostro test in autostrada rileviamo e monitoriamo lo stato della batteria, i km percorsi e la stima dell’autonomia.

50 km – Con la batteria all’82%, l’autonomia è di 311 km ed una carica residua prevista all’arrivo della batteria a Firenze dell’8%, quindi senza caricare arriviamo tranquillamente a destinazione.

La Mégane E-Tech in autostrada per un viaggio di test da Roma a Firenze
La Mégane E-Tech durante il test da Roma a Firenze in autostrada

100 km – Dopo 102 chilometri percorsi, la batteria è al 63% con autonomia residua indicata di 205 km. Mancano 162 km all’arrivo, batteria stimata all’arrivo all’8%.

Test viaggio in autostrada a bordo della Mégane E-Tech
Test con la Mégane E-Tech nel viaggio in autostrada

I lavori in corso sull’autostrada con i cambi di carreggiata ci offrono la possibilità di provare le capacità dinamiche della Mégane E-Tech. Sinistra, destra, sinistra, rientriamo sulla nostra carreggiata: restiamo colpiti dalla reattività di questa Mégane grazie ad un baricentro molto basso per via della batteria fissata sotto il pianale che ha, tra l’altro, uno spessore ridotto ad appena 11 centimetri.
Ci piace l’ottima guidabilità con un cambi di direzionalità rapidissimi.

DOPO 150 km – Dopo 150 km la batteria è al 44 %, autonomia residua 137 km, previsione batteria all’arrivo all‘8%.

Alloggiamento per la ricarica wireless dello smartphone
Alloggiamento per la ricarica wireless dello smartphone

DOPO 200 km – Superati i 200 km la batteria è al 27% con autonomia di 89 km: per Firenze mancano ancora 61 km, previsione batteria all’arrivo è al 9%.

DOPO 250 chilometri percorsi, l’autonomia residua è di 43 km, con una batteria all’11%.

Firenze, tappa di arrivo del viaggio con la Mégane E-Tech
Firenze, tappa di arrivo del viaggio con la Mégane E-Tech

ARRIVO A FIRENZE. Arriviamo a Firenze dopo aver percorso 270 km, con una batteria residua al 6% e autonomia 25 km. A Firenze puntiamo su una colonnina veloce fast, possibilmente verso il centro qualche punto di carica a 50 kW dovrebbe esserci.

Velocità massima Mégane E-Tech, quanto fa?

La velocità massima dichiarata della Mégane E-Tech è di 160 km/h ma sul tachimetro, durante la nostra prova, abbiamo letto anche 166/ 167 km/h, non reali, dovuto ad uno scarto dello strumento del +4%, un margine di sicurezza che tutti i costruttori lasciano per evitare contestazioni soprattutto in caso di multe su eccessi di velocità.

Velocità massima indicata dalla Mégane E-Tech durante la prova, 167 km/h, reali sono 160.
Velocità massima indicata dalla Mégane E-Tech durante la prova, 167 km/h, reali sono 160.

A Firenze in ZTL, Contrassegni e Permessi per auto elettrica

Attenzione che per entrare nella ZTL con auto elettriche a Firenze bisogna avere un’autorizzazione che viene rilasciata dal Comune e dura cinque anni. Non è una cosa immediata quindi se si arriva da turista a Firenze e si entra nella ZTL con un’auto elettrica si rischia la multa.
Questo il contrassegno che ci è stato rilasciato che consente il transito e la sosta in ZTL tranne le corsie preferenziali (consentite solo corsie Bardi e Pitti, come riportato) ed è valida per le aree pedonali di tipo B e F.

Il contrassegno che permette di entrare nella ZTL di Firenze con un'auto elettrica
Il contrassegno che permette di entrare nella ZTL di Firenze con un’auto elettrica

Ricarica Mégane E-Tech in DC

All’arrivo a Firenze sul display della vettura leggiamo l’autonomia residua, 25 km e 6% di batteria dopo aver percorso 271 km nel tempo di 1 ora e quaranta minuti.

Il display indica l'autonomia residua con la batteria al 6% per la Megane E-Tech
Il display indica l’autonomia residua con la batteria al 6% per la Megane E-Tech

A Firenze, in zona centrale, ci fermiamo ad una colonnina Enel X da 50 kW in DC e 43 kilowatt in AC.

La colonnina Enel X di Firenze con potenza massima in DC da 50 kW nel centro storico
La colonnina Enel X di Firenze con potenza massima in DC da 50 kW nel centro storico

Qui avviamo la fase di ricarica con l’app di Enel X utilizzando il connettore CCS Combo2: dopo aver premuto “AVVIA la ricarica”, si avverte un rumore dalle ventole di raffreddamento sulla colonnina a testimonianza che la ricarica è avviata, come confermato dal display della colonnina e dall’App.
Il tempo stimato per la ricarica al 100% è di un’ora e quaranta minuti a 50 kW.

La presa per la ricarica elettrica in AC e DC della Mégane E-Tech è situata sul lato destro
La presa per la ricarica elettrica in AC e DC della Mégane E-Tech è situata sul lato destro

Gestione della ricarica massima

Dal sistema della vettura è possibile gestire la ricarica massima, con la possibilità di fissare il limite massimo di ricarica della batteria che solitamente è consigliata non oltre l’80% per non stressare la batteria (Renault sulla Mégane consiglia di farla lavorare tra il 50 e l’80%) ma nel nostro caso, visto che siamo in viaggio, abbiamo necessità di sfruttare tutta la capienza della batteria e impostiamo la carica massima al 100%.

E' possibile impostare il livello massimo di carica per uso "quotidiano" o "viaggio" da un 50%, 80% o 100% a scelta
E’ possibile impostare il livello massimo di carica per uso “quotidiano” o “viaggio” da un 50%, 80% o 100% a scelta

Dopo aver avviato la ricarica pualla ricerca di un ristorantino per gustare una bella “fiorentina”! Eccola, la bella bisteccona “fiorentina”!

Autonomia Mégane E-Tech con la batteria carica rilevata durante il test

Torniamo a recuperare la vettura dopo circa 1 ora e mezza: la carica è al 100% ma continua ancora a caricare per qualche minuto, una fase finale in cui vengono livellate/pareggiate le celle dal BMS chiamato anche a fare questo lavoro per sfruttare al massimo la batteria.
Abbiamo “imbarcato” 64 kWh, come possiamo constatare sia dal display della colonnina sia sull’APP.

Quantità di energia elettrica ricaricata a Firenze dopo aver percorso il tratto autostradale da Roma a Firenze centro
Sul display la quantità di energia elettrica ricaricata a Firenze dopo aver percorso il tratto autostradale da Roma a Firenze centro

Interessante la curva di ricarica dove si nota che la potenza è salita da 45 fino a 50 kW, poi quando la batteria è arrivata all’80% inizia a scendere per terminare la carica alla media di 10 kW.

A Firenze il giorno del test faceva particolarmente caldo con temperatura esterna dell’ordine dei 34°.

Curva di ricarica in DC a 50 kW di potenza disponibile Mégane E-Tech
Curva di ricarica in DC a 50 kW di potenza disponibile Mégane E-Tech

Ricordo che questa Mégane in realtà carica molto più velocemente sulle colonnine in DC che riescono ad assicurare una potenza di carica superiore a 130 kW, come le superfast da 350 kW come vedremo più avanti nelle colonnine supercharger.

A bordo dal display della vettura controlliamo lo stato “elettrico” della batteria: ovviamente è al 100%. Notiamo che l’indicatore dell’autonomia indica 300 km in quanto calcola l’autonomia in base allo stile di guida che noi abbiamo avuto negli ultimi tratti, praticamente sempre a 130 km/h con aria condizionata accesa.

Autonomia Mégane E-Tech in autostrada a 130 km/h reale
Autonomia Mégane E-Tech rilevata in autostrada durante il test a 130 km/h

Dopo aver resettato il trip è cambiata l’autonomia, torna a 424 chilometri con il 96%.

Autonomia Mégane E-Tech stimata su percorso misto, città, strade provinciali, 424 km dopo il reset del trip
Autonomia Mégane E-Tech stimata su percorso misto, città, strade provinciali, 424 km dopo il reset del trip

Report finale consumi test

Abbiamo terminato a Roma il nostro test con il viaggio di ritorno per altri 268 km e con una batteria all’11% e autonomia residua di 42 km. Avremmo potuto percorre in totale 330 km.

VIAGGIO ROMA- FIRENZE – ROMA
Velocità media 130 km/h
Distanza 517 km
Consumo 110 kWh
Soste 1
Media consumo 0,19 kWh/100km
Viaggio in autostrada Roma – Firenze con la Megane E-Tech elettrica (PROVA MEGANE E-TECH)

In totale sono stati percorsi 517 km ed abbiamo consumato 110 kWh (media 0,19 kWh/100km).
Il costo del viaggio dipende fortemente dalla infrastruttura di ricarica. La ricarica veloce ha costi più elevati mentre sottoscrivendo un abbonamento si riesce a più che dimezzarne il costo.

Costo del viaggio, consumi e ricarica

Al momento del test con i prezzi praticati da gestori i costi del viaggio sono riassunti nella tabella sottostante dove sono riportati i costi dell’energia consumata, 110 kWh, a seconda delle diverse tariffe praticate per le diverse tipologie di ricarica (dalla Super-fast, alla Quick, alla presa di casa), con e senza abbonamento.

INFRASTRUTTURE
e ABBONAMENTI
COSTO ENERGIA €/kWh COSTO VIAGGIO €
Infrastrutture
HPC 350 kW €0,79 €86,90
FAST 50 kW €0,68 €74,80
QUICK 22 kW €0,58 / €0,45 €63,80
CASA / UFFICIO €0,45 €49,50
Costo ricarica elettrica, quanto consuma l’auto elettrica in autostrada

Al costo dell’energia elettrica va aggiunto anche il pedaggio autostradale che nel caso da Roma a Firenze e ritorno è di 40,4 €

Qualche dato: su 549 km abbiamo consumato 110 kWh di corrente. A Firenze un rifornimento presso una colonnina Enel X da 50 kW al costo di 0,68 €/kWh mentre a Roma abbiamo ricaricato nella super veloce HPC Enel X il cui costo della corrente è più elevato, arriva a 0,79 €/kWh.
Il viaggio con la Mégane elettrica può arrivare a 90 euro caricando sui supercherger ma avremmo speso sicuramente meno con la ricarica su colonnine da 22 kW trifase che questa vettura di esser sfruttare nella piena potenza circa 70€ contro i 45/40/45 euro se la ricarica l’avessimo fatta a casa.

Abbonamento per risparmiare costi di ricarica con l’auto elettrica

L’unica soluzione per risparmiare sul costo dell’energia elettrica durante un viaggio è sottoscrivere un abbonamento che permette di abbattere il costo del kWh fino a 0,31 €/kWh come la Flat Large di Enel X oppure spuntare uno 0,35 €/kWh con la Be Electric 500 di BeCharge.
Anche Renault fornisce servizi per la ricarica di auto elettriche, attraverso la sottoscrizione del servizio Mobilize charge pass che consente di effettuare ricariche a tariffe speciali con l’App dedicata.

Abbonamenti COSTO ENERGIA €/kWh COSTO VIAGGIO €
FLAT LARGE ENEL X €0,31 €34,10
FLAT SMALL ENEL X €0,36 €52,20
Be Regular 100 €0,38 €44,80
Be Electric 500 €0,35 €38,50
Costo ricarica con abbonamento

Nella migliore ipotesi il costo del viaggio può essere abbattuto fortemente e ridotto a 34€ su 549 km. Con una vettura a gasolio o una benzina il costo sarebbe stato rispettivamente circa di 52 e 62 euro considerando una media di 18 km/l per il gasolio (1,80€/litro) e 16 km/l a benzina (1,9€/l).

La ricarica Super-fast

Per provare la ricarica in DC alla massima potenza abbiamo fatto tappa nella stazione a Roma di Enel X a Corso Francia dove con le colonnine HPC si carica fino a 350 kW. Qui è possibile sfruttare teoricamente tutta la potenza dei 130 kW in DC di questa Mégane.

Punto di ricarica a Roma Enel X a Corso Francia con stazioni con 350 kW di potenza massima
Punto di ricarica a Roma Enel X a Corso Francia con stazioni con 350 kW di potenza massima

La ricarica si avvia subito nei primi minuti sui 124/126 kW per poi assestarsi sui 90 kW di media. Si riesce così a recuperare circa 250 chilometri di autonomia in mezz’ora fino ad arrivare al 90%. Poi la velocità di carica scende ancora e se si ha fretta è conveniente ripartire.

La Mégane E-Tech durante la fase iniziale di carica in DC sulla colonnina Enel X Supefast a Corso Francia da 350 kW di potenza massima
La Mégane E-Tech durante la fase iniziale di carica in DC sulla colonnina Enel X Supefast a Corso Francia da 350 kW di potenza massima

Siamo arrivati alla conclusione di questo stress test a bordo della Megane E-Tech dopo aver percorso 560 km sul tratto autostradale da Roma a Firenze e ritorno ad una velocità media di 130 135 km/h nei tratti liberi a parte i rallentamenti dei lavori di manutenzione.

Foto viaggio Roma – Firenze – Roma con la nuova Mégane

Cosa ci piace e cosa meno [impressioni e valutazioni finali]

Cosa mi è piaciuto di questa Mégane E-tech? Il piacere di guida in modalità elettrica, una guida silenziosa in assenza di vibrazioni e rumori di meccanica: si viaggia solo accompagnati da un leggero rumore di rotolamento dei pneumatici.

Sulla Mégane E-tech è notevole il piacere di guida in modalità elettrica, una guida silenziosa.
Sulla Mégane E-tech è notevole il piacere di guida in modalità elettrica, una guida silenziosa.

E’ piacevole da guidare anche su strade di montagna dove si può apprezzare ancora di più la silenziosità la facilità di inserimento in curva, la ripresa, ma anche una divertente guida in discesa, giocando con le palette per variare la frenata rigenerativa.

L'auto elettrica esprime il suo massimo piacere di guida sulle strade tortuose e di montagna
L’auto elettrica esprime il suo massimo piacere di guida sulle strade tortuose e di montagna
Nella foto lo sfondo del Lago Turano

Ci è piaciuto il comfort a bordo, la posizione di guida, i sistemi avanzati di assistenza alla guida e l’ottima climatizzazione, messa a dura prova con le alte temperature che abbiamo avuto nei giorni del test (30/35°).

Alla guida della Mégane E-Tech in autostrada alla velocità di crociera media di 130 km/h
Alla guida della Mégane E-Tech in autostrada alla velocità di crociera media di 130 km/h

Ottima la connessione alla rete e l’R-link con Google integrato che la rendono fortemente interattiva, navigatore compreso, con l’assistente digitale che ti aiuta a trovare i punti di ricarica e ti consiglia un itinerario ottimale consigliando le soste per la ricarica. Merito di un ottimo Android Automotive nativo che funziona senza smartphone collegato.

Altra nota positiva è il sistema di ricarica in corrente alternata, di serie, a 22 kW che ti permette di sfruttare tutta la potenza delle colonnine comunemente diffuse sul territorio nazionale (fino a 22 kW), dove questa Mégane ricarica la batteria e libera la colonnina in tre ore contro le 9 ore necessarie in cui altre vetture restano li ferme, con caricatore da 7 kW a parità di batteria. Ma anche in azienda se si ha la fortuna di avere una presa di corrente trifase che arriva a 20 kW (come noi abbiamo presso la redazione del nostro giornale newsauto).

Ho avuto il piacere di apprezzare un cruise control evoluto che adatta la velocità di crociera in base ai limiti della strada, sistema obbligatorio sulle auto di nuova produzione.

Ed infine vorrei aggiungere l’illuminazione sia nell’abitacolo con led fantastici che cambiano colore, sia esterna grazie a fari full led molto potenti con una luce profonda ed intensa che ti permettono di viaggiare di notte anche sulle strade di montagna con una grande facilità.

Lo specchio retrovisore interno è un display a cui è collegata una telecamera posta sul cofano posteriore
Lo specchio retrovisore interno è un display a cui è collegata una telecamera posta sul cofano posteriore

Cosa non mi piace? E’ la visibilità posteriore dall’interno che però è stata risolta dotando la vettura di uno specchio retrovisore interno formato da un display sul quale viene riprodotta la visione della telecamera posteriore.

Auto elettrica Si o No?

Alla fine quindi? Si può utilizzare un’auto elettrica per lunghi viaggi? Ovviamente è SI, con la consapevolezza che i tempi di ricarica sono superiori a quelli necessari per effettuare un pieno di carburante tradizionale.

Per lunghi viaggi, con un’auto elettrica come la Mégane EV60, c’è da mettere in conto almeno una sosta di mezz’ora ogni 300/320 km (che possono gradualmente aumentare riducendo la velocità a 120/110/90 km/h) e sottoscrivere un abbonamento per la ricarica di auto elettriche al fine di spuntare il miglior prezzo sull’energia elettrica. Anche in casa Renault c’è un’APP dedicata “Mobilize charge pass” che consente di effettuare ricariche a tariffe speciali.

Pollice alzato, Renault Mégane E-Tech promossa!
Pollice alzato, Renault Mégane E-Tech promossa!

Questa Mégane E-Tech è ideale per tutti coloro che effettuano percorrenze massime di 300 km al giorno senza necessità di soste per ricaricarla. Riducendo la velocità a 120/110 km/h si arriva a coprire 350/400 km, percorrenza che può arrivare a 450 km con utilizzo particolarmente attento senza brusche accelerazioni, velocità ridotte a massimo 80/90 km/h, su strade pianeggianti e in città.

Chi scopre invece il piacere di guida dell’auto elettrica riesce a gestire (e tollerare tranquillamente) le soste di 10/30 minuti necessarie durante i viaggi più lunghi, pianificandole anche con l’aiuto del navigatore che permette di individuarle facilmente durante il percorso.

Tra i vantaggi dell’auto elettrica le spese di gestione fortemente ridotte per i pochissimi interventi di manutenzione richiesti per tutta la vita dell’automobile. Non prevede costosi tagliandi (non c’è il cambio olio periodico), il consumo dei freni è limitatissimo (se sei bravo arrivi ad oltre 100.000 km con i freni originali!), non c’è la frizione che si rompe, non c’è il cambio, non va sostituta la cinghia della distribuzione (non c’è), ecc. ecc.

La durata della batteria? Le batteria sono garantite da Renault per 160.000 km e 8 anni: la sostituzione è prevista se l’SOH (State Of Health valore che indica in percentuale lo stato di salute della batteria) scende ad un livello inferiore al 70%, facilmente verificabile tramite la App My Renault.
Solitamente arrivano anche 300.000 km con un perdita contenuta di prestazioni.

TUTTE LE FOTO MEGANE E-TECH in prova

Potrebbe interessarti anche

👉 Allestimenti e prezzi Megane E-TECH Electric
👉 Listino prezzi MEGANE E-TECH ELECTRIC
👉 Caratteristiche tecniche
👉 Prezzi Mégane E-Tech Tecno EV60
👉 App ricarica auto elettrica Renault

Test Mégane E-Tech viaggio in autostrada con l’auto elettrica (VIDEO)

👉 Tutte le notizie sulla Megane Renault

👉 Cruise control adattivo

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche
👉 Tariffe ricarica auto elettriche

👉 Colonnine auto elettriche in autostrada
👉 ultime notizie batterie agli ioni di litio

POSITIVO

– Piacere di guida
– Comfort a bordo
– Ricarica in AC 22 kW di serie
– linee carrozzeria, estetica
– risparmio sui consumi (con abbonamenti)
– risparmio sulla manutenzione
– Assistenza alla guida e Google integrato

NEGATIVO

Visibilità interna posteriore

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni riferimento dei "car enthusiast", appassionati di tecnica motoristica, performances e guida sportiva. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo nelle gare in pista. Tra le tante auto speciali provate: la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto