Notizie auto

E-bike truccate, quando la modifica è consentita

Il Governo ha emanato un nuovo decreto per affrontare il problema delle e-bike, introducendo nuove tutele e multe salate per chiunque modifichi le bici elettriche. Consentita la modifica, un upgrade di potenza se usate per il trasporto.

Le biciclette elettriche sono sempre più diffuse. Man mano che i ciclisti scoprono la possibilità di andare in bicicletta con meno sforzo fisico o avventurarsi in viaggi più lunghi, l’industria delle e-bike è in piena espansione. E con le preoccupazioni per l’aumento dei prezzi dei carburanti e il cambiamento climatico, sempre più persone usano le biciclette elettriche come mezzo di trasporto alternativo per le attività quotidiane.

Tuttavia, le leggi e i regolamenti sulle biciclette stanno cercando di mettersi al passo con l’ondata di ciclisti elettrici. Recentemente il decreto legge Infrastrutture, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 15 giugno, ha modificato quattro punti relativi all’articolo 50 del Codice della Strada, quello che disciplina biciclette e monopattini elettrici.

Nascono due nuove riforme, la prima dedicata all’istituzione di e-bike per il trasporto merci e la seconda focalizzata sulle multe per chi modifica i velocipedi elettrici.

E-bike modificata per il trasporto, quali caratteristiche deve avere?

Per quanto riguarda la nascita di una categoria di e-bike adibite al trasporto merci, l’articolo 50 del CdS recita che “i velocipedi adibiti al trasporto di merci devono avere un piano di carico approssimativamente piano e orizzontale, aperto o chiuso, corrispondente al seguente criterio: lunghezza del piano di carico × larghezza del piano di carico ≥ 0,3 × lunghezza del veicolo× larghezza massima del veicolo”.

E-bike in città
E-Bike in città

Vuol dire che i velocipedi destinati al trasporto di prodotti, dovranno presentare un vano dove riporre gli oggetti o delle borse frigo se si tratta di trasporto di cibo e bevande.

La modifica consentita è l’aumento di potenza, con la possibilità di ottenere il doppio della potenza di una normale bici elettrica, facendola salire da 0,25 a 0,5 kW.

Il motore elettrico però dovrà smettere di funzionare una volta superati i 25 km/h.

Multe e-bike truccate, sanzioni a chi produce e pone in commercio

Il nuovo decreto legge afferma che: ”Chiunque fabbrica, produce, pone in commercio o vende velocipedi a pedalata assistita che sviluppino una velocità superiore a quella prevista dal comma 1 è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 1.084 a 4.339 euro. Alla sanzione da 845 a 3.382 euro è soggetto chi effettua sui velocipedi a pedalata assistita modifiche idonee ad aumentare la potenza nominale continua massima del motore ausiliario elettrico o la velocità oltre i limiti previsti dal comma 1.”

Se si dovesse superare il limite di 25 Km/h senza far spegnere il motore elettrico, si rischiano sanzioni dai 1.084 ai 4.339€.

E-Bike truccata, multa al ciclista

Neanche i ciclisti sono esenti da sanzioni. Una modifica dell’articolo 50 afferma che i velocipedi elettrici sono da considerare al pari dei ciclomotori e in quanto tali dovrebbero avere targa, assicurazione, patente e il conducente dovrebbe indossare il casco ed avere un’età minima di 14 anni.

Inoltre non dovranno mancare gli accessori per rendere visibili le biciclette elettriche. Tra gli strumenti da avere in dotazione: una luce anteriore bianca o gialla, una luce posteriore rossa e un catadiottro posteriore rosso, dei catadiottri gialli sui pedali e un campanello funzionante.

Anche qui la multa si aggirerebbe intorno a qualche migliaio di euro, soprattutto se si pensa al fatto che essere sorpresi a guidare senza patente non avendola mai conseguita può comportare una sanzione di 5.000 euro.

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Con la patente “B” cosa si può guidare

👉 Come prepararsi all’esame della patente

👉 Caratteristiche auto per neopatentati

👉 Patente di guida, durata e date scadenza

👉 Rinnovo patente, documenti, costi e visita medica

👉 Rinnovo patente, pagamento PagoPA e CBILL

👉 Patente di guida, scadenze prorogate COVID

👉 Auto neopatentati, quale scegliere

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Jacopo Romanelli

Sono Jacopo e da quando sono nato in testa ho solo automobili, cinema e videogiochi. Spero nel mio piccolo di potervi intrattenere tramite la lettura dei miei articoli e cercare di rendervi partecipi di tutto quello che mi capita!

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto