595AbarthFotogalleryTEST

Abarth 595 Yamaha, provata in pista!

La nuova Abarth 595 Monster Energy Yamaha è realizzata in tiratura limitata per solo 2.000 fortunati che poossono divertirsi coi suoi 165 CV e sfoggiare una livrea davvero esclusiva. Come va in pista con il motore 1.4 T-Jet da 165 CV e cambio manuale 5 marce. VIDEO COMPLETO

MOTORE
1.4
Turbo

CAVALLI
165

Velocità Max.
218
km/h

PESO / POTENZA
6,48
Kg/CV

Prova in pista dell’Abarth 595 Monster Energy Yamaha, ultima edizione a tiratura limitata di 2.000 pezzi con la livrea del team ufficiale che disputa il Campionato Mondiale nella prestigiosa categoria Moto GP. Una personalizzazione accattivante per interni ed esterni, sicuramente destinata ad un futuro collezionistico per la sua particolarità.

Ma c’è da dire, comunque, che la 595 è un’auto divertentissima già di serie e molto “furba” per chi vuole spremerla a dovere: già in origine, infatti, è equipaggiata con il turbocompressore Garrett 1446 che, nelle mani di un preparatore smaliziato ed esperto, consente di raggiungere con facilità 220 CV mantenendo un’ottima erogazione, grande affidabilità e assicurando prestazioni di tutto rispetto.

Prova su strada ed in pista Abarth 595 Monster Energy Yamaha

Abarth 595 Monster Energy Yamaha, com’è fuori

Come abbiamo detto il punto forte di questa 595 è la livrea della YZR-M1 Monster Energy Yamaha MotoGP 2020, quella che fino allo scorso anno era di Valentino Rossi per intenderci; all’esterno si caratterizza per la verniciatura bicolore blu e nero (a richiesta anche totalmente nera) e per il logo “Monster Energy Yamaha MotoGP” posizionato sopra il logo “595” al retrotreno.

Vista di profilo Abarth 595 Monster Energy Yamaha
Abarth 595 Monster Energy Yamaha

Anteriormente, invece, troviamo l’ “artiglio” Monster sul cofano. Bellissimo il contrasto cromatico generato da alcuni elementi con rifinitura in “tar cold grey”, come le maniglie delle portiere e i DAM anteriore e posteriore.

Vista posteriore Abarth 595 Monster Energy Yamaha
Vista posteriore dell’Abarth 595 Monster Energy Yamaha

Prova Abarth 595 Monster Energy Yamaha, dentro come si sta?

All’interno spiccano i nuovi sedili sportivi Abarth specifici per questa tiratura limitata, con finiture blu e il logo “Monster Energy Yamaha” sul poggiatesta. Sulla plancia nera risalta il liner blu che richiama la livrea bicolore, mentre sul tunnel centrale campeggia la targhetta numerata.

Volante abitacolo Abarth 595 Monster Energy Yamaha
Volante abitacolo Abarth 595 Monster Energy Yamaha

Il sistema Uconnect 7” HD impiega Apple CarPlay e Google Android Auto. Tra le peculiarità di questa piattaforma l’adozione dell’Abarth Telemetry, un sistema che permette di misurare le proprie prestazioni. Completa il pacchetto lo splashscreen dedicato, che al momento dell’accensione anima lo schermo con il logo Monster Energy Yamaha MotoGP.

Plancia strumenti abitacolo Abarth 595 Monster Energy Yamaha
Schermo touchscreen da 7″ della 595 Monster Energy Yamaha

Sempre presente il volante sportivo, tagliato nella parte inferiore e con il segno di centratura nella parte alta della corona, particolarmente utile nella guida sportiva, nonché il tasto “Sport” che agisce sull’erogazione di coppia massima, sulle tarature del servosterzo, sulla risposta al comando dell’acceleratore e, non ultimo, sul timbro dello scarico Record Monza con valvola attiva.

Motore Abarth 595 Monster Energy Yamaha caratteristiche

La 595 Monster Energy Yamaha è equipaggiata con il motore 1.4 T-Jet da 165 CV, omologato Euro6D TEMP, dotato del turbocompressore Garrett 1446, che può essere abbinato sia al cambio manuale che robotizzato Abarth con palette al volante.

Vano motore Abarth 595 Monster Energy Yamaha
Motore Abarth 1.4 T-Jet da 165 CV

Freni Abarth 595 Monster Energy Yamaha

L’impianto frenante è stato sviluppato ad hoc per Abarth e impiega dischi anteriori ventilati da 284 mm e posteriori da 240 mm.

Cerchi in lega Abarth 595 Monster Energy Yamaha
Impianto frenante con dischi anteriori ventilati da 284 mm e posteriori da 240 mm

Di serie sono anche le sospensioni posteriori Koni, con tecnologia FSD (Frequency Selective Damping): ovvero con valvole separate per il freno idraulico ad alte e basse frequenze che, come vedremo, sono di grande aiuto per migliorare la stabilità della piccola sportiva dello Scorpione in alcuni transitori in precedenza piuttosto critici.

Test prova in pista Abarth 595 Monster Energy Yamaha

Sono passati una dozzina di anni da quando ho provato la prima 500 Abarth in pista e, in tutto questo tempo, la piccola scorpioncina si è comportata come una buona bottiglia di vino: è migliorata, enfatizzando i suoi pregi e correggendo i suoi difetti. I sedili sportivi di questa versione a tiratura limitata sono molto avvolgenti ma, allo stesso tempo, comodi pur nella loro rigidezza: non è facile raggiungere un risultato del genere a livello di compromesso.

Vista di profilo Abarth 595 Monster Energy Yamaha in pista
Abarth 595 Monster Energy Yamaha test in pista all’ISAM di Anagni (FR)

Il saluto dato dallo splashscreen Monster Energy al momento dell’avviamento è veramente una figata, ma viene presto offuscato da qualcosa di molto più importante per noi tossici di adrenalina: il sound dello scarico Record Monza con le valvole aperte dal pulsante Sport azionato è sempre qualcosa di travolgente: pare un Formula 3 al minimo!

Motore T-jet Fiat

Il motore T-Jet in questa versione Euro6D TEMP, coi suoi 165 CV, non ha perso assolutamente carattere, anzi! Spinge forte dai bassi e sorprende per il suo allungo. Peccato che non sia stato abbinato ad un cambio 6 marce ma, come ben sappiamo, infilarlo nel piccolo vano di una 500 stradale sarebbe stato troppo complicato (eppure numerosi preparatori ci hanno messo quello della Grande Punto, sarà…).

Il resto è cosa nota, ma fino ad un certo punto: mi piace sempre la prontezza dello sterzo, l’ottima rapidità nei rapidi cambi di direzione e quel carattere ribelle e sopra le righe che ha sempre contraddistinto la 500 Abarth.

Vista laterale Abarth 595 Monster Energy Yamaha in pista
La 595 Monster Energy Yamaha con i suoi 165 CV spinge forte dai bassi e sorprende per il suo allungo

Dove, però, questa macchina è cambiata rispetto a prima è nella stabilità alle alte velocità, sia in frenata che nella percorrenza delle curve veloci. Sicuramente i Koni FSD hanno giocato un ruolo essenziale nel renderla meno nervosa quando si affrontano tratti veloci con asfalto leggermente sconnesso (si pensi alle classiche giunzioni autostradali sui viadotti…), ma sarei pronto a scommettere che qualcosa, rispetto alle prime versioni, è stato fatto anche a livello di ponte torcente posteriore e di boccole, perché il comportamento è radicalmente cambiato nei suddetti frangenti.

Vista posteriore Abarth 595 Monster Energy Yamaha in pista
Nei tratti veloci e nelle curve veloci si sente il lavoro degli ammortizzatori Koni FSD

Per il resto, che dire… se la sceglierete, abituatevi a decantare le caratteristiche di questo esclusivo modello: saranno in molti a chiedervi “Ma esce così o te la sei fatta da solo?”.

Abarth 595 Monster Energy Yamaha, conclusioni test: cosa ne pensiamo?

L’Abarth 595 Monster Energy Yamaha è macchinina esclusiva e divertente, in grado di segnare tempi di assoluto rilievo, nonostante le gomme piuttosto usurate al momento del test.

Cambio Abarth 595
Manca la sesta marcia!

In queste ultime versioni della 500 Abarth, è notevole il miglioramento della stabilità del retrotreno nelle situazioni più critiche. Peccato che ancora non sia stato montato un cambio a 6 marce: sono più bravi i preparatori dei tecnici FCA?

Prezzi 595 Monster Energy Yamaha, quanto costa?

La 595 Monster Energy Yamaha costa 26.700 Euro chiavi in mano.

Targhetta serie limitata abitacolo Abarth 595 Monster Energy Yamaha
La 595 Monster Energy Yamaha è disponibile in soli 2.000 esemplari

Abarth 595 Monster Energy Yamaha 1.4 T-Jet 165 CV (caratteristiche tecniche)

MOTORE: a benzina, anteriore/trasversale, 4 cilindri; alesaggio x corsa 72,0×84,0 mm, cilindrata 1.368 cc, potenza max 165 CV (121 KW) a 5.500 g/m, coppia 230 Nm a 2.250 g/m; basamento in ghisa, testata in alluminio; doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro, turbocompressore a geometria fissa Garrett GT1446 con intercooler, iniezione elettronica indiretta multipoint con accensione integrata;

TRASMISSIONE: trazione anteriore; cambio manuale a 5 rapporti: I) 3,909:1; II) 2,238:1; III) 1,52:1; IV) 1,156:1; V) 0,872:1; al ponte 3,353:1; frizione monodisco a secco; controlli elettronici di trazione, stabilità e gestione coppia;

SOSPENSIONI: ant. indipendenti tipo McPherson, barra antirollio; post. a ruote interconnesse con ponte torcente; assetto sportivo ribassato con ammortizzatori Koni FSD;

FRENI: ant. 284×22 mm autoventilanti e forati, posteriori 240×11 mm forati, ABS, MSR, HBA, Hill Holder;

RUOTE: in lega leggera 7Jx17”, pneumatici 205/40 R17;

DIMENSIONI e PESO: lungh. 3.660 mm, largh. 1.627 mm, alt. 1.485 mm, passo 2.300 mm; massa in odm 1.070 kg;

PRESTAZIONI: velocità max 218 km/h, accelerazione 0-100 km/h 7”3; rapporto peso/potenza 6,48 kg/CV.

Foto prova in pista Abarth 595 Monster Energy Yamaha

Fotografia Igor Gentili Copyright ELABORARE

La prova completa ed integrale la puoi trovare sul magazine ELABORARE n°266 ordinabile on line.

Magazine ELABORARE n.266 con la prova integrale della 595 Monster Energy Yamaha

👉 Listino prezzi 595 MONSTER ENERGY YAMAHA

👉 Annunci usato ABARTH 595

👉 Tutti gli articoli che parlano della Abarth 595

👉 ACQUISTA ELABORARE CON LA PROVA della 595 MONSTER ENERGY YAMAHA

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!

POSITIVO

– Allestimento esclusivo
– Prestazioni
– Handling e stabilità sul veloce

NEGATIVO

– Ci vuole un 6 marce…


COMMENTA CON FACEBOOK

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto