EV DrivingNotizie auto

Euro 7 benzina e diesel, data quando entra in vigore

Nel 2035 in Europa non ci saranno più auto con motore a combustione, benzina, diesel ed ibride ma lo stop potrebbe scattare già dal 2025 con l’attivo della normativa Euro 7.

Il 2035 sembra essere la data fatidica che segnerà la fine dei motori a combustione interna: da allora in poi, se le attuali decisioni verranno confermate, non sarà più possibile commercializzare auto a benzina o diesel sul mercato europeo. Lo stesso destino toccherà anche alle ibride di tutti i tipi, perché saranno ammesse solo auto BEV, ovvero puramente elettriche.

Euro7 benzina e diesel, date, quando entrerà in vigore?

L’entrata in vigore delle normative Euro 7 avverrà alla data del 2025: per il mondo dei motori endotermici è atteso un altro passaggio molto importante. I valori delle emissioni inquinanti per l’Euro 7, in fase di definizione a Bruxelles, sono oggetto di un aspro confronto tra le autorità europee e le Case costruttrici.

Quando entrerà in vigore l'Euro 7?
La normativa sulle emissioni Euro 7 entra in vigore nel 2025

La nuova normativa antinquinamento, che dovrebbe entrare in vigore tra il 2025 e il 2027, richiede alle Case costruttrici standard di emissioni al limite delle possibilità tecnologiche con costi elevati e soprattutto antieconomici per adeguare i motori di cilindrata minore, destinati ai segmenti più bassi del mercato.

Euro 7 motori benzina e diesel

La bozza attuale della normativa Euro 7 per motori diesel e benzina prevede che i valori limite di emissione dei diversi prodotti della combustione (CO2, NOx, CO, ecc.).

Nuovi motori benzina e diesel Euro 7
Nel 2025 l’Euro 7 impone limiti quasi impossibili ai nuovi motori a combustione

Oltre a essere molto più bassi rispetto all’attuale Euro 6d, debbano essere rispettati in ogni condizione di utilizzo, ovvero tra ampi range di temperature e di altitudine e nel caso di impiego di rimorchi, box da tetto o altri accessori che influiscano su massa o resistenza aerodinamica del veicolo. 

Euro 7 divieto di vendita auto a combustione

Ovviamente le case costruttrici hanno fatto sentire la loro voce. Frank Weber, responsabile sviluppo di BMW, ha dichiarato che le normative Euro 7, così come sono formulate attualmente, servirebbero alle autorità europee solo a vietare i motori a combustione, ma senza che si assumano la responsabilità di stabilirlo esplicitamente per legge.

L’auto del futuro sarà solo elettrica?

I costruttori spingono per un approccio che preveda la convivenza delle due tecnologie, grazie anche alla decarbonizzazione del motore endotermico che potrà essere ottenuta con l’idrogeno e gli e-fuel attualmente in sviluppo. Ciò costituirebbe un valido compromesso tra la riduzione dell’impatto ambientale e le pesanti ripercussioni industriali e occupazionali che avrebbe sul settore automotive un passaggio all’elettrico puro in tempi troppo stretti.

Nuova Renault Mégane E-TECH Electric in ricarica
Il passaggio all’Euro 7 spinge l’industria automobilista sempre di più verso l’elettrico

Resta da segnalare il fatto che il repentino passaggio imposto dalla politica verso l’auto elettrica non sia altro che “una brutale imposizione calata dall’alto”, come l’ha definito il CEO del gruppo Stellantis Carlos Tavares. Nel nostro Paese, attualmente, la Rete elettrica nazionale non sarebbe in grado di fornire la quantità di energia necessaria a ricaricare milioni di veicoli elettrici.

Passaggio all’elettrico imposto

Da qui al 2035 servirebbero pesanti interventi sulle infrastrutture energetiche, con l’adeguamento e la costruzione di nuove cabine di trasformazione per il collegamento dei punti di ricarica, il passaggio di nuove linee elettriche e l’adeguamento di quelle esistenti.

Ecco come si presenta il parco fotovoltaico che nel 2020 era il più grade in Italia.
Solo con l’utilizzo di energia rinnovabile l’auto elettrica è a zero emissioni

Ma per rendere pulita l’energia utilizzata dalle auto elettriche serve l’installazione di numerosi impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile, senza i quali i benefici ambientali dell’elettrificazione rischierebbero di rimanere sulla carta.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 COP26 FLOP? Salta l’accordo sul clima per le auto elettriche

👉 Le date della fine del motore endotermico

👉 Stop vendita auto termiche dal 2035

👉 Revisione standard Euro 7, limiti impossibili per motori diesel e benzina

👉 Transizione energetica, a che punto siamo

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride
👉 Costo ricarica auto elettrica

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche

👉 Tariffe ricarica auto elettriche

👉 Ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Manuel Cerfeda

Da sempre appassionato di automobilismo e di scrittura. È ingegnere e lavora nel campo delle energie rinnovabili. Ama leggere libri di tecnica motoristica e automobilistica, in particolare sulla storia della Formula 1 e delle auto da competizione in genere. Molto attratto dalle auto storiche, in particolare le youngtimer: il suo sogno è una Porsche 911 Carrera 4 Targa, serie 964 del 1989. Possibilmente rossa. E' autore umoristico e satirico: scrive sulla rivista “L’odio digitale” e ha pubblicato i libri “Autopsie ipocaloriche e altri metodi per perdere peso” e “L'anagramma di derma (non madre, quell'altro)”.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto