FotogalleryNews auto

2 novembre, lutti nel mondo dell’auto

Il giorno dei morti e la commemorazione dei defunti, la "Festa dei Morti" nella quale ricordiamo le persone scomparse care al mondo dell'auto

Lutti mondo dell’auto – Arriva come ogni anno il 2 novembre, la “Festa dei Morti” per i cristiani nella quale vengono ricordate le persone care scomparse, una festa religiosa per omaggiare i propri defunti. Questa di novembre è la commemorazione dei morti durante la quale per tradizione si vanno a visitare parenti o amici cari nei cimiteri, proprio il giorno successivo alla solennità di Tutti i Santi. Ricordiamo anche noi alcune delle persone scomparse recentemente, con i lutti che hanno riguardato il mondo dell’auto e dell’automobilismo sportivo.

Sergio Marchionne

Si temeva il peggio ed il peggio è arrivato: Sergio Marchionne è morto il 25 luglio all’età di 66 anni nella clinica di Zurigo nella quale era ricoverato dallo scorso 28 giugno 2018. Un lutto inatteso per FCA e FERRARI tutta.

Sergio Marchionne saluto

Fabrizio Frizzi

A dare il triste annuncio della morte di Fabrizio Frizzi sono stati la moglie Carlotta e il fratello Fabio. Fabrizio ci ha lasciato lo scorso 26 marzo 2018 all’età di 60 anni. 

Fabrizio Frizzi Pilota auto kart


Ivano Beggio

Fondatore dell’Aprila è deceduto il 13 marzo 2018 all’ospedale di Montebelluna (Treviso). Aveva 73 anni. Era nato a Rio San Martino di Scorzè, nel veneziano.
Ivano Beggio Aprilia

Altero Matteoli

All’altezza di Capalbio sulla Via Aurelia si verificò un incidente mortale che coinvolse l’ex Ministro dei Trasporti: Altero Matteoli, nello scontro tra la sua BMW ed una Nissan Qashqai, ha perso la vita sull’Aurelia il 18 dicembre 2017 all’eta di 77 anni.
Incidente mortale tra una BMW ed una Nissan muore l'ex ministro Matteoli


L‘ing Claudio Donati a Balocco

Claudio Donati era l’ingegnere romano rimasto coinvolto il 20 dicembre 2017 nell’incidente mortale sul circuito di Balocco a bordo di una Maserati durante un test nel quale ha perso la vita all’età di 31 anni. 


Paolo Stanzani

Paolo Stanzani ci ha lasciato il 18 gennaio 2017 all’età di 81 anni: nato a Bologna il 20 luglio 1936 è stato un ingegnere italiano, progettista di vetture ad alte prestazioni. Laureato nel 1961 in ingegneria meccanica, presso l’Università di Bologna, viene subito assunto alla Lamborghini Trattori per poi passare alla nuova attività automobilistica, sin dalla sua fondazione.
Paolo Stanzani progettista costruttore

Andrea Fiaschetti

Una triste notizia che colpisce tutto il mondo dell’automotive: la scomparsa improvvisa il 15 maggio 2016 di Andrea Fiaschetti, 47 anni, Amministratore Delegato di Mazda Motor Italia

Andrea Fiaschetti Mazda Motor Italia


Tommaso Tommasi

Il 14 febbraio 2016 è spento Tommaso Tommasi (nato il 26 febbraio del 1935)  uno dei più importanti e famosi giornalisti dell’automobile, storico collaboratore di Repubblica. Aveva fondato e diretto da sempre InterAutoNews, rivista leader per gli addetti ai lavori.
Tommaso Tommasi Giornalista auto

Maria Teresa de Filippis

Maria Teresa de Filippis è stata la prima donna a correre in F1: napoletana Maria Teresa De Filippis ci ha lasciato all’età di 89 anni l’8 gennaio 2016. Era stata soprannominata “Pilotino”.
Maria Teresa de Filippis

Andrea De Cesaris

Andrea De Cesaris domenica 5 ottobre 2014 è deceduto sul colpo, all’età di 55 anni, in un incidente che lo ha visto coinvolto in sella ad una moto sul raccordo anulare di Roma all’altezza dello svincolo “Bufalotta”.
Andrea-de-Cesaris-1981 2014

Giorgio Pianta

Il 18 aprile 2014 ci ha lasciato Giorgio Pianta ex pilota e team manager di Fiat e Alfa Romeo. Dopo aver corso con auto turismo, GT e Prototipi, Pianta è entrato nel gruppo Fiat dove ha svolto per decenni il ruolo di collaudatore. Successivamente nominato responsabile delle attività sportive della squadra corse del Biscione ha portato al successo le Alfa in pista sui circuiti di tutta Europa, dominano il campionato italiano Turismo, fino ad arrivare, nel 1993, alla conquista del titolo DTM in casa dei più blasonati marchi tedeschi con la splendida 155 V6 TI condotta da Nicola Larini (per la squadra correva anche Alessandro Nannini).Giorgio Pianta Alfa Romeo

Sergio Pininfarina

Sergio Pininfarina, nato con il cognome di Farina (Torino, 8 settembre 1926 – Torino, 3 luglio 2012), è stato un imprenditore, carrozziere, designer e senatore a vita italiano. Presidente d’Onore della celebre carrozzeria piemontese è morto oggi nella sua casa di Torino all’età di 85 anni e lavorava per l’azienda fondata dal padre dal 1950.
Sergio Pininfarina

Georg Plasa

Un terribile schianto sulla Rieti-Terminillo, corsa in salita valida per il Campionato Europeo e il CIVM, con la sua Bmw 134 V8 Judd: perde la vita il tedesco Georg Plasa, 51 anni, uno dei migliori piloti europei in salita a seguito dell’incidente avvenuto il 10 luglio 2011.
Georg Plasa pilota BMW CIVM

Sergio Favia Del Core

Il 3 marzo 2011 è morto a, a Ginevra Sergio Favia del Core decano del settore auto, direttore della storica rivista “Motor”, una delle più antiche pubblicazioni italiane di motori dove sono passati un po’ tutti
Sergio Favia Del Core

Piloti deceduti in competizioni motoristiche

Una panoramica per ricordare i tanti piloti scomparsi QUI

2 novembre, commemorazione dei defunti

Il 2 novembre, giorno della commemorazione dei defunti è secondo il calendario liturgico romano una solennità che ha la precedenza sulla domenica; infatti quando il 2 novembre cade di domenica la commemorazione dei defunti viene spostata al giorno successivo, lunedì 3 novembre.

E’ dal 24 ottobre che inizia la preparazione e la preghiera in suffragio dei defunti per nove giorni: la cosiddetta novena dei morti. In Italia  la commemorazione dei defunti non è mai stata ufficialmente istituita come festività civile. Il colore liturgico di questa commemorazione è il nero, che nella forma ordinaria del rito romano può essere sostituito con il violaceo, il colore della penitenza, dell’attesa e del dolore, utilizzato anche nei funerali.

4 FRASI CELEBRI sulla morte

All’ombra de’ cipressi e dentro l’urne | confortate di pianto è forse il sonno | della morte men duro?
(Ugo Foscolo)

Due cose belle ha il mondo: amore e morte. (Giacomo Leopardi)

Ah, che vuol dir morire! Nessuno, nessuno si ricordava più di me, come se non fossi mai esistito… (Luigi Pirandello)

‘A morte ‘o ssaje ched’è?… è una livella. (Totò)

2 Novembre in MESSICO i morti vivono

In Messico i  morti “vivono”. Almeno per un giorno. I volti di uomini, donne e bambini diventano teschi e i loro corpi scheletri. Ai cigli delle strade appaiono gli altari dove vengono depositati ex voto molto particolari: cibo, innanzitutto, poi fiori, lumini e bevande. Simboli che rappresentano i quattro elementi della natura. Le donne indossano i vestiti tradizionali, con le gonne svolazzanti e colorate. Gli uomini molto spesso indossano la giacca e la cravatta. Gli strumenti musicali riempiono le strade dove si canta e si balla. I volti dei messicani vengono divisi a metà da un teschio perché “vita e morte sono due facce della stessa medaglia”. Le celebrazioni iniziano il 30 ottobre e si prolungano anche per tutto il mese di novembre. (di Matteo Carnieletto e Roberto Di Matteo)

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close