GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Patente A, cosa si può guidare con A1 e A2, quanto costa

Che cosa serve per guidare una moto? Cosa si può guidare con la patente A e con le patenti AM, A1, A2 e B1. Quanto costa prendere la patente A? Scopriamolo in questa guida.

Cosa si può guidare con la patente A? Come prendere la patente A se ho già la B? Per guidare moto ma anche scooter occorre la patente A, che a seconda dell’età si suddivide in A1 (16 anni), A2 (18 anni) e A (24 anni). Nello specifico la patente A consente di guidare Motocicli, Macchine agricole, Tricicli a motore, Veicoli. I neopatentati delle patenti A, per i primi tre anni dal conseguimento, devono rispettare specifici limiti massimi di velocità che sono 100 km/h in autostrada e 90 km/h sulle strade extraurbane principali.
Inoltre chi già possiede la patente B, per conseguire la patente A deve sostenere solo un esame pratico.

Patente A cosa si può guidare

La patente di guida di tipo A in Italia è necessaria per guidare motocicli e ciclomotori. Questo tipo di patente è suddiviso in diverse categorie, a seconda della cilindrata e della potenza del veicolo che si desidera guidare. Ecco una panoramica delle categorie in Italia:

  1. AM: autorizza la guida di ciclomotori con velocità massima di 45 km/h e cilindrata massima di 50 cm³, tricicli con le stesse specifiche, e quadricicli leggeri con velocità massima di 45 km/h e cilindrata massima di 50 cm³.
  2. A1: consente di guidare ciclomotori con una cilindrata massima di 125 cc e una potenza massima di 11 kW.
  3. A2: consente di guidare motocicli con una cilindrata massima di 35 kW e un rapporto potenza/peso massimo di 0,2 kW/kg. L’età minima è di solito di 18 anni, e si può ottenere direttamente oppure dopo aver posseduto la A1 per almeno due anni.
  4. A: consente di guidare motocicli di qualsiasi cilindrata e potenza. L’età minima è di solito di 24 anni, ma può essere abbassata a 20 anni se si è in possesso della A2 da almeno due anni.
  5. B1: consente di guidare quadricicli pesanti con potenza massima di 15 kW.
Classificazione patente A: A1, A2 e A
Classificazione cat. A: A1, A2 e A cosa si può guidare

Patente A età minima

L’età minima per ottenere la patente di guida di tipo A in Italia è di solito di 24 anni. Tuttavia, se si è in possesso della A2 da almeno due anni, è possibile ottenere la A a partire dai 20 anni. La A2 è una categoria intermedia riservata ai motocicli di potenza limitata, ed è richiesta un’ulteriore esperienza di guida prima di poter accedere alla A completa. Quando si è minorenni è possibile ottenere la AM a partire dai 14 anni e l’A1 da 16.

→ 14 anni per la cat. AM
→ 16 anni per la cat. A1 – B1
→ 18 anni per la cat. A2 – B
→ 20 anni per la cat. A (se da almeno 2 anni titolare di A2)
→ 24 anni per la cat. A

Patente A rinnovo

Il periodo di rinnovo della A di guida in Italia varia in base all’età del titolare:

→ Rinnovo ogni 10 anni: Fino ai 50 anni di età
→ Rinnovo ogni 5 anni: Tra i 50 e i 70 anni
→ Rinnovo ogni 3 anni: Tra i 70 e gli 80 anni
→ Rinnovo ogni 2 anni: Oltre gli 80 anni

Patente AM

La patente di tipo AM è richiesta per guidare ciclomotori a 2 o 3 ruote e quadricicli leggeri con specifiche limitazioni, come una cilindrata massima di 50 cm³, una potenza massima di 4 kW, una velocità massima di 45 km/h e una massa a vuoto di 350 kg o meno (escludendo la massa delle batterie per i veicoli elettrici). In Italia, è possibile ottenere questa patente a partire dai 14 anni, ma è valida per la guida su tutto il territorio dell’Unione Europea (UE) e dello Spazio Economico Europeo (SEE) solo a partire dai 16 anni. Tuttavia, alcuni Stati membri possono riconoscere la validità della AM rilasciata a 14 anni anche nel loro territorio.

Fiat Topolino anteriore 3/4
Fiat Topolino è un quadriciclo leggero elettrico che si guida con la patente AM a partire da 14 anni

Per ottenere la patente AM in Italia con un costo medio di 200-250 euro si fornisce assistenza nelle pratiche e nella preparazione agli esami. La Motorizzazione Civile ha costi inferiori, ma richiede una maggiore autonomia nelle procedure.

Patente A1

La patente di tipo A1 è richiesta per guidare motocicli con cilindrata fino a 125 cm³, potenza massima di 11 kW e un rapporto potenza/massa inferiore a 0,10 kW/kg, oltre a tricicli con potenza massima di 15 kW. In Italia, è possibile ottenere questa patente a partire dai 16 anni.

Patente A2

La patente di tipo A2 è necessaria per guidare motocicli con una potenza massima di 35 kW e un rapporto potenza/massa inferiore a 0,20 kW/kg, a condizione che non derivino da una versione che superi il doppio della potenza massima consentita. La patente A2 permette anche di guidare tricicli con una potenza massima di 15 kW. In Italia, è possibile ottenere questa patente a partire dai 18 anni.

Patente A

La patente di tipo A è richiesta per guidare motocicli senza restrizioni, così come tricicli con una potenza superiore a 15 kW, a condizione che il titolare abbia almeno 24 anni.

La A è necessaria per guidare le moto

In Italia, è possibile ottenere questa patente con accesso graduale a partire dai 20 anni, a condizione di possedere la A2 da almeno 2 anni, oppure con accesso diretto a partire dai 24 anni.

Patente B1

La patente di tipo B1 è richiesta per guidare quadricicli diversi da quelli leggeri, con una massa a vuoto superiore a 400 kg (o 550 kg se utilizzati per il trasporto di merci) e una potenza nominale netta di 15 kW o meno (escludendo la massa delle batterie per i veicoli elettrici). In Italia, è possibile ottenere questa patente a partire dai 16 anni. Tuttavia, la B1 non abilita alla guida di alcun motociclo.

Patente A esame

Dal 18 settembre 2023, sono entrate in vigore nuove regole per l’esame che serve ad ottenere la patente per le moto delle categorie A e A2 in Italia senza dover sostenere l’esame pratico. Le principali modifiche includono:

  1. Passaggio dalla patente A2 alla patente A senza esame pratico: è consentito a chi ha compiuto 20 anni e possiede la patente A2 da almeno 2 anni.
  2. Passaggio dalla patente A1 alla patente A2 senza esame pratico: richiede l’età maggiore e la detenzione della patente A1 per almeno 2 anni.
  3. Eliminazione dell’esame pratico: non è più necessario sostenere un esame pratico per ottenere queste patenti.
  4. Corso di formazione obbligatorio: per ottenere le patenti A e A2, è richiesto un corso di formazione di sette ore presso un’autoscuola autorizzata.
  5. Struttura del corso: il corso comprende tre ore di preparazione, controllo tecnico del veicolo e manovre specifiche di sicurezza, e quattro ore di guida nel traffico.
  6. Veicoli di formazione: i veicoli utilizzati per il corso devono rientrare nella categoria richiesta dai partecipanti.

Queste nuove regole perciò semplificano il processo di ottenimento delle A e A2, sostituendo l’esame pratico con un corso di formazione.

Dal 18 settembre la A e A2 si possono conseguire senza fare l’esame pratico

Dalla patente B alla A

Per ottenere la A partendo dalla B (o da A1, A2, B1, B o BE), è necessario solo superare l’esame pratico, senza dover affrontare un ulteriore esame teorico. Inoltre, non si applica più il concetto di “perdita” dei limiti di una categoria quando si passa a una categoria superiore; basta superare l’esame pratico della nuova categoria desiderata.

Patente moto quanto costa

Il costo medio per ottenere la A attraverso un’autoscuola è di oltre 900 euro, che include le spese per le pratiche burocratiche e le prove pratiche. Tuttavia, se si sceglie di affrontare il processo come privatista, considerando sia la parte teorica che quella pratica, il costo totale si aggira intorno ai 250 euro. La spesa totale può variare a seconda di diversi fattori, tra cui il tariffario delle visite mediche, le tariffe specifiche dell’autoscuola, il costo di iscrizione, le guide necessarie, il costo dell’esame di guida e il numero complessivo di lezioni di guida effettuate.

Da privatista

Per ottenere la A come privatista presso la Motorizzazione Civile in Italia, è necessario preparare i seguenti documenti:

  1. Modulo TT 2112 compilato e firmato, con l’approvazione di un genitore se il richiedente è minorenne.
  2. Ricevuta di versamento di 26,40 euro su conto corrente postale 9001.
  3. Ricevuta di versamento di 16 euro su conto corrente postale 4028.
  4. Fotocopie di un documento d’identità valido e del codice fiscale.
  5. Certificato medico originale e fotocopia, con foto e bollo di 16 euro, non più vecchio di tre mesi dalla data di presentazione della domanda.
  6. Due fotografie in formato fototessera, una delle quali deve essere autenticata.
  7. Fotocopia del documento di guida (se il richiedente è già titolare di una patente).

Leggi anche:

Patente “B” vademecum, tutto quello che devi sapere

Con la patente “B” quali furgoni si possono guidare

Come prepararsi all’esame della patente

Caratteristiche auto per neopatentati

Patente di guida, durata e date scadenza

Rinnovo patente, documenti, costi e visita medica

Rinnovo patente, pagamento PagoPA e CBILL

Patente di guida, scadenze

Auto neopatentati, quale scegliere
Carta di circolazione, come si legge? Guida al libretto
Esame e rinnovo CQC, cosa cambia con la nuova legge, come fare
Video lezioni, a scuola per la patente di guida con teoria e corsi on line
→ Tutte le notizie in cui abbiamo trattato l’argomento Patente Guida

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Marco Savo

Marco Savo, classe 1983. La mia carriera è iniziata nel mondo del calcio per poi approdare a quello dell’auto. Cerco di aggiornare gli appassionati e gli utenti dell'auto con gli argomenti più interessanti legati alle automobili.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto