FotogalleryHiluxNotizie autoToyotaVideo

Toyota Hilux idrogeno, pick-up elettrico a celle a combustibile

Toyota riceve un finanziamento dal governo del Regno Unito con cui svilupperà un prototipo di Toyota Hilux alimentato con un motore Fuel Cell a idrogeno.

Il pick-up Toyota Hilux è anche ad idrogeno. Il marchio giapponese ha iniziato lo sviluppo della motorizzazione fuel cell all’interno di un progetto promosso dal consorzio dove ci sono l’inglese Toyota Motor Manufacturing, Toyota Motor Europe, Ricardo, ETL, D2H e Thatcham Research. L’intero progetto è finanziato dal governo britannico attraverso l’Advanced Propulsion Centre (APC), per lo sviluppo di veicoli a emissioni zero.

Toyota Hilux idrogeno

Lo scorso anno Toyota ha ottenuto un finanziamento dall’APC, presentando un progetto per contribuire allo sviluppo di nuove tecnologie e soluzioni di mobilità più rispettose dell’ambiente. Il finanziamento sarà destinato allo sviluppo di un Hilux alimentato a Fuel Cell.

Toyota Hilux Hydrogen elettrico a celle a combustibile di idrogeno
Toyota Hilux Hydrogen elettrico a celle a combustibile di idrogeno

Il pick-up è equipaggiato con componenti di celle a combustibile Toyota di seconda generazione (come quelli utilizzati nell’ultima Toyota Mirai). L’idrogeno è immagazzinato in tre serbatoi ad alta pressione da 7,8 kg, montati all’interno del telaio.

Toyota Hilux FCEV Prototype serbatoio ad idrogeno
Serbatoio ad idrogeno

Il sistema di celle a combustibile è composto da 330 celle, montate sopra l’asse anteriore. Il veicolo è a trazione posteriore, con un motore elettrico da 134 kW (182 CV) e 300 Nm di coppia massima. Produce solo acqua pura come emissione.

Una batteria ibrida agli ioni di litio, che immagazzina l’elettricità prodotta dalla cella a combustibile, è posizionata nel piano di carico posteriore sopra i serbatoi di idrogeno, evitando di perdere spazio nell’abitacolo.

Toyota Hilux FCEV Prototype Fuel Cell
Toyota Hilux FCEV Prototype Fuel Cell

TMUK guiderà il progetto, un team di ricerca e sviluppo di Toyota Motor Europe (TME) invece fornirà un prezioso supporto tecnico per consentire ai team con sede nel Regno Unito di acquisire esperienza e autonomia nello sviluppo di powertrain Fuel Cell di futura generazione.

Toyota Hilux a idrogeno quando arriva

Il progetto per la realizzazione di un Toyota Hilux a idrogeno è iniziato nel 2022 con uno studio di fattibilità condotto da TMUK e Toyota Motor Europe, finanziato successivamente dal governo britannico tramite l’Advanced Propulsion Centre. La costruzione dei prototipi è iniziata nel giugno 2023 presso lo stabilimento TMUK, seguendo il Toyota Production System.

Questi prototipi verranno testati per garantire la loro sicurezza e funzionalità. Il progetto ha consentito a TMUK di sviluppare competenze nell’ambito dei veicoli a celle a combustibile e dell’idrogeno. Una valutazione completa dei veicoli verrà effettuata prima di decidere sulla possibile produzione commerciale nel secondo decennio.

Foto nuovo Toyota Hilux Hydrogen

Video prova Toyota Hilux Invincible

Video test off road prova del pick-up Hilux Invincible 4×4

Leggi anche:

→  Auto a idrogeno quali sono
Notizie ed aggiornamenti su auto ad idrogeno
Mobilità del futuro auto idrogeno

Nuovo Toyota Hilux caratteristiche

Toyota Hilux Invincible test, come va

→ Tutte le notizie che parlano dell’Hilux

Autocarro N1 fuoristrada e pick-up: chi può guidarlo e quando?

Listino prezzi TOYOTAAnnunci usato HILUX

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto