Film auto e motoriGUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Gli stuntman

Fanno un mestiere rischioso e ricco di insidie che offre emozioni e opportunità davvero uniche. Tra cascatori e driver ripercorriamo la storia con gli stunt più famosi e le scuole per diventare acrobati con le auto e le moto.

Sul dizionario alla voce stuntman si legge: colui che interpreta, al posto dell’attore, le scene d’azione più pericolose come camminare sui tetti, lanciarsi nel vuoto, saltare da un’auto in corsa, fingere un inseguimento in auto o lottare corpo a corpo.

Tutto ciò comunque risulta molto riduttivo perché, dietro a una fredda definizione semantica, per interpretare una scena d’azione pericolosa occorre una costante preparazione fisica, una specializzazione sportiva (scherma, equitazione, paracadutismo, freeclimbing, motociclismo…) e una sicura predisposizione ad affrontare scene acrobatiche. Perciò se qualcuno pensa che gli stuntman siano persone folli che si comportano come se non avessero niente da perdere si sbaglia di grosso!

Stuntman chi è?

Tutte le scene pericolose richiedono una grande preparazione e uno studio accurato dei minimi particolari per assicurare l’incolumità degli stuntman e agire con grande margine di sicurezza. Di certo in molte acrobazie c’è un grande impiego di sofisticati sistemi di sicurezza, ma alcune esibizioni sono pericolose così come appaiono.

Stuntman in azione su una moto da cross
Stuntman in azione su una moto da cross

Esistono due grandi categorie di stuntman: i cascatori e i driver. I primi si buttano dai palazzi, auto in corsa ecc., mentre i secondi si ribaltano con le auto, simulano incidenti, vanno su due ruote. I driver si sottopongono a lunghe sessioni di allenamenti e prove, e possono utilizzare anche dei veicoli adattati in maniera specifica alla scena da girare, perché l’auto preparata per un inseguimento è sicuramente diversa da un’altra per un incidente o un salto.

Stuntman driver con auto e moto

Ma come e soprattutto quando nascono i “driver” ? Siamo alla fine degli anni ’60 quando in Europa arrivano per una serie di show acrobatici i Canadian Hell Drivers, degli stuntman canadesi che per primi al mondo trasformarono in spettacolo alcune acrobazie come guidare in equilibrio sulle ruote laterali delle automobili, simulare incidenti stradali e saltare tra le rampe con le motociclette.

Red Bull Mobile Launch stuntman
Red Bull Mobile Launch

Stuntman famosi scuola francese

In seguito al loro scioglimento nacquero diverse scuole, prima fra tutte quella francese con i celebri Jean Sunny e Jose Cancà che negli anni ’70 vennero in Italia con un tour promozionale per pubblicizzare le automobili Simca, intrattenendo il pubblico con testa-coda, equilibrio su due ruote e altre acrobazie.

Remy Julien stuntman
Remy Julien stuntman

La scuola francese acquisì una grande notorietà presentando sulla scena nuovi acrobati come Gil Delamare e Remy Julien (i cui figli continuano ancora oggi la tradizione di famiglia e sono tra gli stunt più richiesti); Alain Prieur, oltre che pilota d’auto specializzato nei crash, è stato tra i record men per il salto in lungo con la moto ramp-to-ramp; “Sir” Jean Pierre Guy, eccezionale street biker, pietra miliare per gli acrobati motociclisti di tutti i tempi; Reno Le Goff, ottimo street biker e motocross freestyler; Joel Peguriè, ramp to ramp con la moto, precision driver con le auto e i crash, nonché organizzatore, coordinatore e pilota dello Stuntmotorshowdi Albì, manifestazione che si svolgeva nel sud della Francia.

Altri importati artisti sono stati Jean Pierre Charasse, francese di nascita ma italiano d’adozione, eccellente con la moto ramp to ramp, precision driver con le vetture e i crash nonché organizzatore, pilota e coordinatore dei “Roller Cars”, le tre generazioni della grande famiglia Le Gries; i piloti Serge Heynault, Frederic Vavasseur, Frederic Pineau che si sono esibiti anche in Italia durante la presentazione in anteprima mondiale della nuova Fiat Bravo allo stadio dei Marmi a Roma nell’inverno 2006-2007; infine Ive Trouvè, Bernard Bouraly’, Nicol Harris e Manuel Nogarò (portoghese di nascita), ottimi piloti auto, precision driver e crash, che per molti anni hanno lavorato in Italia con professionalità e successo.

I primi stuntman italiani

Il leggendario pilota Pascal Bizzarro, italo-canadese, è stato tra i pionieri di questo genere di show in Europa e in Italia.

Il leggendario pilota Pascal Bizzarro, italo-canadese.
Il leggendario pilota Pascal Bizzarro, italo-canadese.

Fondatore del “Bizzarro Stunt Team”, nel suo curriculum vantava la collaborazione con i leggendari Canadian Hell Drivers. Romano d’adozione ha svolto tournée in tutto il mondo: dalla Grecia alla Turchia, dagli Emirati Arabi fino al Quatar e a Dubai.

La “dinastia” continua con i figli Patrik e Davide, con i nipoti DIDI, Pascal, Michael, Manuel, Desirée, Anthony ed il giovanissimo Travis, tutti straordinari stunt con moto, auto e camion che operano con successo nel cinema e nei loro show acrobatici.

DIDI Bizzarro stuntman
DIDI Bizzarro stuntman

Anche in Italia ben presto si affermò la professione di stuntman e tra i pionieri ci fu Willi Melis, che da molti è considerato il pilota riferimento: di origine sarda ma romano d’adozione, tra le sue qualità migliori vanta la spiccata sensibilità nella guida in equilibrio sulle sole due ruote laterali (precision driver in side wheel driving) con auto, camion, trattore stradale e agricolo. Versatile come tester, preparatore meccanico e coordinatore, ha offerto una grande disponibilità nell’insegnamento di questa particolare disciplina per più di una generazione di piloti. I figli Tomas e Junior, talentuosi come piloti, hanno scelto indirizzi professionali diversi.

Lo stuntman Holer Togni in una delle sue esibizioni tra le più spettacolari
Lo stuntman Holer Togni in una delle sue esibizioni tra le più spettacolari

Holer Togni è stato il primo al mondo a rimanere in equilibrio su due ruote, prima con un trattore stradale (la motrice di un semirimorchio), poi sulle tre ruote laterali (due della motrice + una del semirimorchio) con un T.I.R. Recordman nel 1998 con 185 m di percorrenza nel rettilineo di arrivo all’autodromo del Nurburgring in Germania, con il suo bilico giallo su tre ruote! E’ stato eccellente nella precision driving con qualsiasi mezzo meccanico, si è esibito per la Fiat Iveco e per la New Holland.

Un discorso a parte merita il grande Gianluca Folco, più conosciuto come D’Artagnan”: ottimo pilota precision driver e crash con auto/camion, ideatore e presidente della “Stunmanschool” di Ciampino (RM) insieme con il coordinatore Heros Biasini; con loro ci sono David Folco, tra i piloti “storici”, i figli Patrik (ha lavorato come controfigura dell’attore Raoul Bova), Darix e molti altri.

Folco Team in esibizione con la motrice di un camion
Folco Team in esibizione con la motrice di un camion

Presso la scuola, che ha sede alle porte di Roma ed è l’unica attiva in Italia, si organizzano corsi per le varie specializzazioni di questo particolare mestiere in modo tale che i molti giovani aspiranti stuntman del team facciano la giusta gavetta.

Degni di nota sono stati, con le auto il milanese Giacomo Biatta, precision driver e crash e l’emiliano Giuseppe Poli moto ramp-to-ramp e auto. Da Mantova, Armando Rossi “BUBU”, leggendaria “spalla comica” di Holer Togni nei suoi show, e il figlio Roberto che si esibisce con le auto e i camion.

I fratelli Bortolussi (auto), i fratelli Dell’Acqua e il bravo e pittoresco Orazio Divirgilio (auto-camion-crash).

Stuntman nel fuoco
Stuntman nel fuoco

Francesco e Gianluca Petrazzi, figli del grande Riccardo tra i primi “Maestri d’Arme” del nostro cinema, seguono le orme del padre insieme al loro team, con entusiasmo, professionalità e successo. Due generazioni della famiglia Meoni e Franco Maria Salomon (kenyota di nascita), stunt coordinator e precision driver; Nazzareno Zamperla altro storico “Maestro d’Arme”, con i figli Davide e Mirko.

Sempre da Roma e dintorni Franco Medici, Davide Iannaccone, Luca Benfatto, Roberto Zoldan, Mirko, il poliedrico Roberto Libertini (auto-moto)e il torinese Ivan Furno, tutti con le auto.

Nicola l'impennatore che esibisce con la Vespa
Nicola Campobasso, l’impennatore che esibisce con la Vespa

Nicola Campobasso “l’impennatore”, sfida con impegno e costanza le leggi della fisica e dell’equilibrio con gli scooter Vespa della Piaggio nelle varie cilindrate. Le sue esibizioni oltre che divertenti sono degne di uno street biker professionista.

La scuola italiana annovera tra gli altri Emanuele Freddo, a giudizio di molti tra i migliori street bikers italiani, ed Ermanno Bastianini, che alterna con successo la professione di pilota tester a quella di acrobata-funambolo della moto e controfigura nel cinema.

Ermanno Bastianini stuntman con le moto, controfigura nel cinema
Ermanno Bastianini stuntman con le moto, controfigura nel cinema

Pietra miliare della scuola di stuntman italiana è Massimo Trinchero; entrato in questo mondo affascinante proprio grazie a Togni, con un’esperienza notevole, è detentore di un record davvero singolare stabilito al Motor Show di Bologna: è stato il primo stuntman a saltare da rampa a rampa con il sidecar avendo a fianco un passeggero, l’amico Bettino Mangani.

Massimo Trinchero in esibizione al Motor Show di Bologna
Massimo Trinchero in esibizione al Motor Show di Bologna

Stuntman in Europa e nel resto del mondo

Per quanto riguarda la scena europea è d’obbligo citare la scuola inglese con i grandi acrobati della moto per i salti ramp-to-ramp Robin Minter Smith e Eddie Kidd; tra gli street biker gli eccezionali Kevin Carmichael e Craig Jones.

Craig Jones
Craig Jones

Per la scuola austriaca ricordiamo con piacere i fratelli Alfred e Werner, gli stunt Haino ed Hudo, tutti con le auto.

Kevin Carmichael stuntman
Kevin Carmichael stuntman con le moto

Riguardo alla scuola tedesca impossibile dimenticare il grande Chriss Pffeifer, un vero “ballerino della moto”, uno tra i migliori al mondo street biker che si è tolto la vita, quest’anno, a seguito di una grave forma di depressione.

Chriss Pffeifer, un vero “ballerino della moto”, uno tra i migliori al mondo street biker che si è tolto la vita,
Chriss Pffeifer, un vero “ballerino della moto”, uno tra i migliori street biker al mondo che si è tolto la vita

Tra agli artisti d’Oltreoceano citiamo due tra i più grandi: Robbie Maddison (Australia) e Ken Block (USA). Quest’ultimo ci ha lasciato recentemente a causa di un fatale incidente con la motoslitta.

Ken Block

Leggi anche:

Allestimento auto da corsa, gli accessori
Come scegliere e preparare un’auto da corsa
Come diventare pilota, licenza abbigliamento
Come richiedere la licenza di meccanico nelle gare auto
Tutte le notizie dal mondo delle corse
Selezioni piloti
Pilota auto da corsa

Elaborare magazine, dal 1996 la bibbia per gli appassionati di auto sportive e da corsa
Elaborare magazine, dal 1996 la bibbia per gli appassionati di auto sportive e da corsa

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Redazione NEWSAUTO

La squadra di NewsAuto.it si compone di un gruppo di appassionati collaboratori, esperti conoscitori del mondo delle automobili, della tecnica motoristica e del mercato italiano. Le prove delle vetture vengono eseguite da tester collaudatori esperti e piloti. Il nostro team include giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi e operatori video, tutti uniti dalla passione per l'automobilismo e impegnati ad offrire informazioni dettagliate e approfondite sulla vasta gamma di veicoli presenti sul mercato.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto