Notizie auto

Stop auto diesel Euro 4, proroga al blocco del traffico per Covid-19

Rinvio a data da destinarsi per il blocco delle auto diesel Euro 4 nelle regioni del Bacino Padano, ovvero in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Deroga al blocco del traffico per le auto diesel Euro 4, nelle quattro regioni del Bacino Padano (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto). Il Governo ed il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha accolto con favore la richiesta delle regioni interessante che avevano chiesto la deroga al blocco che doveva essere operativo a partire da lunedì 11 gennaio 2021.

Proroga al blocco della auto diesel Euro 4 in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto

La proroga al blocco della auto diesel Euro 4 riguarda il Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. A causa dell’emergenza sanitaria dovuta dal Covid-19 molti cittadini preferiscono utilizzare la propria auto rispetto ai mezzi pubblici dove è più altro il rischio di contagio. Nonostante gli incentivi la crisi economica in atto impedisce il veloce rinnovamento del parco circolante.

In Piemonte il blocco avrebbe dovuto riguardare la città di Torino, l’agglomerato torinese ed i Comuni piemontesi con oltre 20.000 abitanti e valori di polveri sottili oltre il limite). In Lombardia il divieto sarebbe entrato in vigore nei Comuni lombardi della Fascia 1 e nei cinque Comuni di Fascia 2 con popolazione superiore ai 30.000 abitanti).

Proroga al blocco della auto diesel Euro 4 in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto
Rinvio del blocco della auto diesel nel Bacino Padano a data da destinarsi

In Veneto ed Emilia-Romagna il blocco avrebbe riguardato i 31 Comuni del PAIR 2020, ovvero quelli con più di 30.000 abitanti e l’agglomerato urbano di Bologna, Fiorano Modenese, Maranello e Rubiera. In Emilia-Romagna era previsto anche lo stop alle auto a benzina fino a euro 2.

Stop auto diesel Euro 4 rinvio a data da destinarsi

La riduzione delle auto circolanti sarebbe stata incompatibile con la necessità di contenere gli affollamenti sui mezzi pubblici e la proroga è stata accolta della Regioni come atto di buon senso da parte del Governo.

Lo stop dei diesel Euro 4 in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto a questo punto è rinviato a data da destinarsi.

“Una proroga di buon senso – commentano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnatila cui richiesta era arrivata non solo dal mondo produttivo ma anche da quello privato, anche alla luce della riapertura delle scuole e quindi con la possibilità di circolare ed evitare situazioni di possibili contagi.

Il Presidente del Piemonte Cirio e l’assessore all’Ambiente Marnati commentano favorevolmente la deroga al blocco delle diesel Euro 4

Naturalmente sarà una misura temporanea. Da parte nostra non diminuisce l’impegno per combattere lo smog”.

Legambiente: “Covid non è una buona ragione per allentare la guardia sull’inquinamento”

“Le regioni chiedono un ulteriore posticipo dell’entrata in vigore della misura con la scusa delle misure di sicurezza adottate per limitare il contagio – ha dichiarato in proposito nei giorni scorsi Stefano Ciafani, presidente di Legambiente – una scusa poco fondata, perché la pandemia da Covid non è una buona ragione per allentare la guardia sull’inquinamento.

Stefano Ciafani, presidente di Legambiente
Stefano Ciafani, presidente di Legambiente, contro la deroga al blocco delle diesel Euro 4

Entrambi sono da considerarsi, purtroppo, una causa importante di co-morbilità, che ha portato al decesso prematuro decine di migliaia di persone nel corso del 2020.

La pandemia è una ragione di più per stoppare subito i diesel Euro 4 e veicoli più inquinanti, in tutte le città inquinate d’Italia. Seguirà poi lo stop agli Euro 5, previsto nel 2025. Ogni nuovo rinvio è immotivato e inaccettabile”

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Come funziona la scatola nera Move-In sui veicoli più inquinati

👉 Guida alla normativa Euro 6

👉 Come verificare la classe ambientale dell’auto

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM


Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto