GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Telepass Generali, con “Next” fai tutto!

Next è il dispositivo creato da Telepass e Generali in grado di gestire oltre 30 servizi digitali, non solo pedaggi ma anche pagamento di carburante, parcheggi, ecc.

Next è il frutto di un accordo stipulato tra Telepass e Generali nel 2020, proseguito poi nel 2021 con l’innovativo sistema di rimborso automatico ritardi e la copertura collisione autostradale. Si tratta di un dispositivo capace di fornire al cliente oltre 30 servizi digitali come telepedaggio al pagamento carburante, parcheggio con vocale, real time coaching, ovvero la possibilità di mettere alla prova il proprio stile di guida e migliorarlo quotidianamente, e assistenza automatica, per citarne alcuni.

Telepass Generali Next, quali servizi puoi gestire e vantaggi

Il dispositivo Next proposto da Generali è una piccola scatola nera che offre una grande varietà di servizi a partire dal pagamento dei pedaggi autostradali, parcheggi, bollo, carburante, strisce blu, Taxi, monopattini o lo Skipass.
Può gestire servizi come apertura del cancello di casa, prenotare il lavaggio della propria auto a domicilio con Wash Out o fornirti la geolocalizzazione della propria auto.

Next fornisce il collegamento automatico per essere contattati in caso di incidente o permette di avere un contatto con un operatore della centrale operativa in vivavoce.
Ma non solo questo. Traccia tutti gli spostamenti e per questo può fornire la certificazione delle percorrenze dell’auto. Può essere utilizzato come riscontro in caso di contenziosi per multe.

Oltre alla funzione “trova veicolo” ha anche quella di “geo-fence“, ovvero si può impostare un alter quando il veicolo esce da un perimetro virtuale definito.

Con Next puoi ricevere automaticamente il rimborso in caso di ritardo in autostrada causato da intenso traffico o attivare la notifica sulle scadenze.

Quanto costa?

Il canone mensile per il dispositivo Next è di 5 euro e un costo di installazione di 35 euro: è possibile sottoscrivere il servizio ed ottenere la scatoletta nelle agenzie di assicurazione Generali.
Per i clienti Generali è gratuito con la polizza “Immagina Strade Nuove con telematica Next“.

Dispositivo Next montato sul parabrezza di un'auto
Il dispositivo Next montato sul parabrezza di un’auto. Il Telepass di Generali

Telepass Generali Next, un dispositivo amico dell’ambiente

I vantaggi del dispositivo Next non incrementano soltanto il beneficio del cliente, ma hanno un forte impatto anche sull’ambiente. Con stile di guida regolare si arriva al 50% di risparmio del carburante; coperture 100% elettriche per riduzione emissioni; oltre 48 tonnellate di carta stampata risparmiata grazie al 70% di polizze digitali; oltre 3.350 tonnellate di CO2, pari a 35.000 viaggi da Roma a Milano risparmiate grazie al telepedaggio.

Il dispositivo NEXT che offre tanti servizi collegati

Telepass e Generali, perché è nata l’iniziativa Next?

In un panorama urbano sempre più eco-friendly, cresce anche l’attenzione del cliente verso nuove forme di mobilità connessa e sostenibile: il 47% utilizza un’auto connessa1, il 64% preferisce gestire i servizi in modalità self-service2, il 40% predilige lo spostamento con differenti mezzi di trasporto, raddoppierà il numero di persone che utilizzerà il car sharing entro il 20253 e il 70% aspira ad un veicolo elettrico o ibrido.

In 5 anni in Generali abbiamo innovato l’assicurazione per la mobilità: assicurando per la prima volta lo spostamento della persona, non più solo l’auto”, ha dichiarato Francesco Bardelli, Ceo Generali Jeniot & Chief Business Transformation Officer di Generali Italia, soffermandosi sul fatto che telematica e servizi digitali garantiscono “più prevenzione, sicurezza, assistenza e rapidità, e anche un impatto sociale e ambientale positivo”. Attraverso questa partnership con Telepass rafforziamo il nostro impegno nella costruzione di un ecosistema di mobilità con servizi innovativi, tecnologici, data-driven e personalizzabili per creare soluzioni uniche ed eccellenti per i clienti Telepass e Generali”.

Next è la terza iniziativa tra quelle previste dalla partnership siglata con Generali e, anche questa, così come l’applicazione di cashback sul pedaggio in autostrada con rimborso automatico e la copertura collisione autostradale, si focalizza sull’innovazione tecnologica che ci guida fin dalla nostra nascita”, aggiunge Gabriele Benedetto, Chief Executive Officer del Gruppo Telepass.

Oltre a questi vantaggi, Next è in grado di offrire altri servizi grazie alle tecnologie di Generali Jeniot:

Si può contenere il rischio sulla strada grazie all’interazione in tempo reale con il real time coaching, essere contattati automaticamente in caso di incidente o richiedere un contatto in vivavoce con un operatore in caso di bisogno, ottenere la certificazione dello stato di utilizzo e delle percorrenze della propria auto, anche come supporto in caso di multe o contenziosi, attivare il servizio trova veicolo o attivare un geo-fence, un perimetro virtuale per impostare alert di entrata o uscita su un’area definita.

L’obiettivo di questa soluzione è il raggiungimento del milione di clienti Telepass con servizio Generali entro il 2022.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Con la patente “B” cosa si può guidare

👉 Come prepararsi all’esame della patente

👉 Caratteristiche auto per neopatentati

👉 Patente di guida, durata e date scadenza

👉 Rinnovo patente, documenti, costi e visita medica

👉 Rinnovo patente, pagamento PagoPA e CBILL

👉 Patente di guida, scadenze prorogate COVID

👉 Auto neopatentati, quale scegliere

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Jacopo Romanelli

Sono Jacopo e da quando sono nato in testa ho solo automobili, cinema e videogiochi. Spero nel mio piccolo di potervi intrattenere tramite la lettura dei miei articoli e cercare di rendervi partecipi di tutto quello che mi capita!

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto