500FiatNotizie auto

La Fiat 500 e-Hybrid, full hybrid, ibrida vera si farà?

Potrebbe essere l'uovo di Colombo, l'idea di affiancare alla Fiat 500e elettrica una versione termica ibrida vera, la Fiat 500 e-Hybrid con tutti i vantaggi della guida in elettrico su base 500e e assemblata a Mirafiori.

La nuova Fiat 500 e-Hybrid potrebbe arrivare in versione full hybrid. Ma non c’è già la 500 Hybrid? Sì, ma quella in vendita oggi è una “mild hybrid” ovvero una 500 aggiornata con una ibridizzazione “leggera” ottenuta con l’impiego di un BSG, Best Start Generator, posizionato al posto dell’alternatore classico, un motore elettrico di limitata potenza che non permette alla 500 di muoversi esclusivamente in elettrico con il motore termico spento.

Fiat 500 e-Hybrid

La soluzione tecnica per rendere ibrida al 100% la 500, Stellantis ce l’ha già in casa. Si tratta del 1.000 tre cilindri da 70 CV Firefly con alternatore reversibile BSG collegato alla cinghia dei servizi (Starter Generator) alimentato da una batteria al litio da 11 Ah (0,15 kWh) a 12 Volt; una tecnologia mild-hybrid che può essere aggiornata passando a 48V e abbinando l’eDCT della Punch Powertrain, costituito dal cambio a 6 marce, doppia frizione, un motore elettrico da 21 kW ed una piccola batteria a 48 Volt che troviamo già su diversi modelli del gruppo come la Jeep Avenger e-Hybrid, la Renegade e-Hybrid e la Compass e-Hybrid.

Motore FireFly o Puretech?

La 500 e-Hybrid potrebbe utilizzare i motori 1.000 3 cilindri, Firefly o Puretech turbo da 100 CV (con catena di distribuzione), quest’ultimo previsto anche sulla nuova Panda, che con una ibridizzazione più spinta rispetto alla mild, potrebbero rivitalizzare la produzione nello stabilimento torinese di Mirafiori e fare dormire sonni tranquilli ai dipendenti Stellantis ma anche venire incontro ad una fetta di potenziali clienti che preferisce una full hybrid, anche se leggera, ma con i tutti i plus dell’elettrico, come la partenza con motore elettrico, un maggiore spunto, la silenziosità nel traffico dove ti muovi solo in elettrico per brevi tratti ed a bassa velocità, nonché una riduzione dell’usura della frizione, dei freni e di molti altri componenti meccanici.

Questa novità potrebbe contribuire ad aumentare la produzione a Mirafiori che lo scorso anno ha prodotto meno delle previsioni, 77.260 auto, mentre l’introduzione di una nuova motorizzazione semi-full-hybrid potrebbe incrementare la produzione fino a 175.000 unità all’anno.

Motore PureTech turbo a benzina da 100 CV che potrebbe equipaggiare la 500 ibrida

L’adozione di questa tecnologia consentirà alla Fiat di ritirare definitivamente la vecchia, poiché questo modello uscirà dalle linee di produzione di Tychy in Polonia, dove invece, inizierà la produzione della nuova Alfa Romeo Milano, insieme alla Jeep Avenger e alla Fiat 600.

Vista anteriore Fiat 500 La Prima by Bocelli su strada
La Fiat 500e potrebbe essere affiancata da una versione ibrida, la 500 e-Hybrid

Prezzo

Con l’adozione del motore ibrido a 48V, il prezzo di listino della Fiat 500 elettrica potrebbe scendere di almeno 10.000 euro, collocandosi intorno ai 20.000/24.000 euro. Attualmente, il prezzo della Fiat 500 elettrica parte da 29.950 euro, mentre la versione mild hybrid costa 17.700 euro. Con i nuovi incentivi per l’acquisto di auto che arriveranno, la 500e viene agevolata fino a 11.000 euro di incentivo (13.500 con ISE).

Linea di produzione nuova Fiat 500 elettrica
Linea di produzione Fiat 500 elettrica, presso lo stabilimento di Mirafiori

La Fiat 500e, dopo un inizio promettente nelle vendite, ha accusato un sensibile rallentamento. Per rilanciare le vendite e aumentare la produzione a Mirafiori, la 500 e-Hybrid potrebbe essere la mossa vincente considerando il successo già della Fiat 500 Hybrid (ibrido molto leggero), che ha registrato oltre 100.000 vendite in Europa nel 2023, rispetto alle circa 62.000 unità (non poche) della 500e.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto