EV DrivingNotizie auto

Euro 7, l’Europa salva i motori benzina e diesel

A causa della crisi economica la Commissione Europea è pronta a rivedere i parametri della nuova norma antinquinamento Euro 7, che sarà più simile all’attuale Euro 6.

Il clima di recessione che si respira in Europa a causa della crisi energetica sta spingendo i burocrati del Parlamento Europeo a fare marcia indietro sulla normativa Euro 7. Infatti è molto probabile che i parametri antinquinamento saranno simili a quelli attualmente in vigore con l’Euro 6. L’indiscrezione è stata raccolta da Politico.eu, che ha avuto modo di visionare una bozza del provvedimento che sarà reso pubblico il 9 novembre 2022 dalla Commissione europea.

Nuova normativa Euro 7

Alla luce dell’attuale situazione geopolitica ed economica, è stata effettuata una revisione finale sulla normativa Euro 7. La Commissione Europea fa marcia indietro stabilendo parametri meno severi da quelli annunciati in precedenza a causa dell’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime del settore.

Nuova normativa Euro 7
La nuova normativa Euro 7 dovrebbe presentare parametri meno stringenti e più simili all’Euro 6

Inizialmente con l’Euro 7 le emissioni di ossidi di azoto nei motori a combustione dovevano passare da 60 a 30 milligrammi al km, con limiti di particolato che scendevano da 4,5 a 2 milligrammi al km, sulla base delle nuove tecnologie di emissione. L’Euro 7 avrebbe portato anche ad un aumento dei prezzi dello 0,8% nei veicoli a benzina e del 2,2% in quelli diesel.

Euro 7 motori benzina e diesel salvi

L’Euro 7, che salvo sorprese dovrebbe essere in vigore nel 2025 o più tardi nel 2026, avrebbe portato ad una fine anticipata dei motori termini a benzina e diesel. Dal punto di vista economico non sarebbe stato più conveniente sviluppare una tecnologia che con Fit For 55 sarebbe stata bandita per legge dal 2035.

Motore benzina Volkswagen
La revisione dello standard dell’Euro 7 salva i motori termici

Riguardo all’indiscrezione lanciata in questi giorni di parametri meno severi per l’Euro 7 si tratterebbe di una decisione di buon senso, soprattutto alla luce di un’inflazione che morde le tasche degli europei, causata soprattutto dalla crisi energetica. La norma antinquinamento nella sua prima stesura sarebbe stata troppo penalizzante mentre ora, più simile all’Euro 6, preserverebbe sul mercato i motori a benzina e diesel di attuale generazione.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Euro 7 quando entra in vigore

👉 Stop vendita auto benzina, diesel e ibride dal 2035

👉 Crisi nel settore automotive
👉 Lavoro nel settore automotive

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto