GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Come guidare con la nebbia in sicurezza

Come guidare quando c'è nebbia, consigli pratici per guidare in sicurezza su strade ed autostrade con scarsa visibilità, di notte e di giorno.

Guidare con la nebbia richiede molta attenzione a causa della scarsa visibilità. Nel caso in cui ci si ritrovi improvvisamente all’interno di un banco di nebbia, ecco alcuni consigli su come viaggiare in sicurezza per evitare incidenti.

La nebbia è un fenomeno meteorologico caratterizzato dalla presenza di piccole goccioline d’acqua sospese nell’aria, che riducono la visibilità. Le goccioline d’acqua che formano la nebbia riflettono e diffondono la luce, impedendo una visione nitida e precisa della strada. Inoltre, la nebbia può creare un effetto ottico che rende gli oggetti distanti più sfocati e indistinti. Questo riduce significativamente la capacità di vedere chiaramente gli oggetti circostanti, aumentando il rischio di incidenti durante la guida o altre attività che richiedono una buona visibilità.

Come guidare nella nebbia
La nebbia crea un effetto ottico che rende gli oggetti distanti più sfocati e indistinti

Come guidare nella nebbia in sicurezza

Guidare nella nebbia può essere pericoloso, poiché la visibilità ridotta aumenta il rischio di incidenti stradali. Ecco alcuni suggerimenti su come guidare in condizioni di nebbia:

  • Riduci la velocità: riduci la velocità in modo da poterti fermare rapidamente se necessario. Guidare a velocità moderata aumenta il tempo di reazione e riduce il rischio di collisioni.
  • Mantieni la distanza di sicurezza: aumenta la distanza di sicurezza rispetto agli altri veicoli. La nebbia riduce la visibilità, quindi avere più spazio tra te e il veicolo davanti è cruciale per reagire prontamente.
  • Evita bruschi rallentamenti che possono causare tamponamenti anche a catena.
  • Evita le luci di profondità: di notte cerca di non utilizzare le luci di profondità (abbaglianti in quanto possono creare un effetto di “bolla di luce” che riduce ulteriormente la visibilità).
  • Utilizza i fanali fendinebbia, se disponibili: se il tuo veicolo è dotato di fanali antinebbia, accendili, sia quello anteriore, sia il posteriore. Possono migliorare la visibilità e farsi identificare da chi ci precede.
  • Qualora non disponibili i fari fendinebbia, è consigliabile regolare l’altezza dei fari in modo da puntarli verso il basso.
  • Parabrezza e degli specchietti: mantieni il parabrezza pulito sia all’interno che all’esterno. Regola gli specchietti per massimizzare la visibilità. Accendi i tergicristalli in modalità intermittente per pulire il parabrezza dalla formazione di acqua.
  • Rispetta le segnalazioni stradali: segui attentamente le indicazioni stradali e rispetta i segnali. Riduci la velocità ulteriormente in caso di indicazioni specifiche.
  • Rimani concentrato: concentrati sulla guida e riduci le distrazioni. Mantieni l’attenzione costante sulla strada e sugli altri veicoli.
  • Ferma la guida se necessario: se la visibilità diventa troppo scarsa, considera di fermarti in un’area sicura e attendere che la nebbia si diradi.

Ricorda che la prudenza è fondamentale quando si guida con la nebbia. Se le condizioni diventano troppo pericolose, è meglio evitare di guidare o trovare un luogo sicuro per fermarsi fino a quando la visibilità migliora.

Guidare nella nebbia, velocità e riferimenti

Quando c’è scarsa visibilità per la nebbia bisogna tenere ben fissi tre punti: la velocità, le luci, la distanza di sicurezza e dove guardare. Solo con una grande attenzione alla guida potrai ridurre fortemente il rischio di incidenti.

La velocità

Con la nebbia è consigliabile mantenere una velocità inferiore ai 50 km/h e guidare in modo moderato e costante, specialmente con visibilità sotto i 100 metri. Mantenere una distanza di sicurezza adeguata è cruciale: a 100 km/h, servono circa 85 metri per fermarsi.

I cartelli possono indicare la velocità massima da mantenere in base a quanti catarifrangenti collocati sullo spartitraffico si vedono sul lato sinistro. Con scarsa visibilità si riesce a vedere un solo catarifrangente, per cui la velocità consigliata è massimo di 40 km/h. Se vedi 2 catarifrangenti, la velocità può essere al massimo di 60 km/h.

Cartelli autostradali per la nebbia con la velocità da tenere in base alle condizioni della visibilità
Cartelli autostradali per la nebbia con la velocità da tenere in base alle condizioni della visibilità

Sulla rete autostradale, circa 1.300 chilometri sono dotati di cartelli che indicano la velocità da mantenere in base alla visibilità, offrendo un punto di riferimento affidabile durante il viaggio.

Uso corretto delle luci

Bisogna anche saper utilizzare correttamente le luci dell’auto utilizzando i fari antinebbia che diffondono la luce in modo più basso e laterale, illuminando meglio il ciglio della strada. È importante avere un’idea della visibilità e della distanza a cui si potrebbero intravedere gli ostacoli non illuminati, utilizzando metodologie come il conteggio dei secondi per valutare le distanze.
I fari abbaglianti dell’auto devono essere utilizzati con attenzione, considerando che la nebbia riflette una luce potente, creando una sorta di “muro luminoso” che riduce ancora di più la visibilità.

Spia fari fendinebbia anteriori
Spia fari fendinebbia anteriori di colore verde
Fari anteriori Fiat Tipo a led e fendinebbia
Luci fendinebbia

Controllare prima di partire anche lo stato di opacità dei fari anteriori. Se sono opachi o ingialliti programmare un intervento di pulizia del vetro o della plastica per rigenerarli, eliminando quella patina opaca che si è formata sulla superficie con prodotti specifici.

Spia fari retro nebbia posteriori di colore giallo
Spia fari retro nebbia posteriori di colore giallo

Dove guardare

Quando si guida con la nebbia, soprattutto in autostrada, è opportuno seguire con attenzione la segnaletica ai margini della carreggiata anziché i veicoli che sono davanti. Inoltre è doveroso prestare particolare attenzione alla segnaletica orizzontale e verticale per orientarsi meglio sulla strada.

Segnale stradale per la nebbia
Segnale stradale per la nebbia

Alternative di viaggio, cambiare percorso

Se possibile, è consigliabile valutare alternative del percorso, uscendo anche dall’autostrada se la visibilità è proprio ridotta.

Intervento della Polizia Stradale in caso di nebbia

Per garantire una maggiore sicurezza, la Polizia Stradale nelle giornate di nebbia intensifica i controlli, specialmente nelle zone e negli orari considerati più a rischio. Sulle autostrade, dove gli incidenti sono frequenti, le volanti della Polstrada attivano procedure speciali:

  • Velocità non superiore ai 50 km/h anche con Safety Car;
  • l’uso costante del lampeggiante blu, per costituire un punto di riferimento nella nebbia;
  • l’impiego del pannello a messaggi variabili per ricordare il limite dei 50 km/h;
  • l’ampia applicazione della tecnologia disponibile e il ricorso ad auto civetta per contrastare le condotte più a rischio;
  • la rilevazione attenta e puntuale delle condizioni meteo, per informare l’utenza attraverso il CCISS (che può essere raggiunto telefonicamente tramite il numero verde 1518) ed i media;
  • l’incremento delle pattuglie sui tratti di autostrada gravati dalla nebbia.

Dove c’è più nebbia in Italia

In Italia, alcuni dei tratti autostradali maggiormente interessati dalla presenza di nebbia sono quelli che attraversano le pianure settentrionali, come la Pianura Padana.

I tratti autostradali che attraversano la Pianura Padana sono i più interessati dalla nebbia

Questa zona è particolarmente soggetta alla formazione di nebbia a causa delle condizioni meteorologiche e dell’umidità presente nella regione. Di seguito i tratti della rete autostradale maggiormente interessati dalla presenza di nebbia.

Pianura Padana:

  • A1 Milano-Napoli, in particolare tra Milano e Bologna e tra Parma e Reggio Emilia.
  • A4 Torino-Milano, in particolare tra Milano e Brescia.
  • A5 Torino-Aosta, in particolare tra Santhià e Aosta.
  • A13 Bologna-Padova, in particolare tra Bologna e Ferrara.
  • A21 Torino-Piacenza, in particolare tra Alessandria e Piacenza.

Val Padana:

  • A22 Brennero-Modena, in particolare tra Verona e Modena.
  • A31 Valdastico, in particolare tra Vicenza e Thiene.

Val d’Aosta:

  • A5 Torino-Aosta, in particolare tra Châtillon e Aosta.

Zone costiere:

  • A14 Bologna-Taranto, in particolare tra Rimini e Ancona.
  • A12 Genova-Livorno, in particolare tra Genova e La Spezia.

Altre zone:

  • A2 Autostrada del Mediterraneo, in particolare tra Salerno e Reggio Calabria.
  • A3 Napoli-Salerno, in particolare tra Napoli e Nocera Inferiore.
Tratti autostradali dove si forma la nebbia
Tratti autostradali dove si forma la nebbia

Se sei arrivato qui in fondo dovresti aver capito che la guida nella nebbia richiede una concentrazione estrema per evitare stanchezza mentale e visiva, mantenendo gli occhi sempre sulla strada.

Leggi anche,

Incidenti stradali
Cosa fare in caso di incidente stradale
Cause più frequenti di incidenti stradali
Limiti tasso alcolemico alla guida e sanzioni

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Marco Savo

Marco Savo, classe 1983. La mia carriera è iniziata nel mondo del calcio per poi approdare a quello dell’auto. Cerco di aggiornare gli appassionati e gli utenti dell'auto con gli argomenti più interessanti legati alle automobili.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto