GUIDE CONSIGLIPNEUMATICI

Cambio gomme invernali 2018

Scatta l’obbligo del cambio gomme estive ma non per tutti. Divieto pneumatici invernali, obbligo gomme estive e consigli preziosi sulle gomme giuste da utilizzare nella stagione estiva

Cambio gomme estive / cambio gomme invernali 2018 – Domenica 15 aprile possiamo salutare le gomme invernali sulle nostre auto perché scatta l’obbligo del “cambio pneumatici invernali 2018” e si torna ad utilizzare le gomme estive più performanti su strada con la bella stagione.
Il cambio gomme invernali è obbligatorio in alcuni casi anche per non incorrere in sanzioni amministrative (multe) ma soprattutto per una migliore sicurezza alla guida. Non sempre è obbligatorio, cerchiamo di capire quando è necessario, il periodo in cui farlo e perché è consigliato sostituire gli invernali con le estive.
Ecco di seguito una guida completa sul cambio pneumatici 2018!

Data cambio gomme invernali QUANDO?

Il cambio gomme invernali, ovvero la sostituzione dei pneumatici invernali con quelli estivi è possibile in una finestra temporale di 30 giorni a partire dal 15 aprile al 15 maggio durante la quale, per legge, è consentito ancora viaggiare con gomme invernali che presentano un codice di velocità inferiore a quello riportato sul libretto.

Cambio gomme estive 2018

E’ consigliato sostituire (togliere) i pneumatici invernali e non utilizzare gomme invernali nella bella stagione dove è preferibile viaggiare in auto utilizzando gomme estive per diversi motivi che cercherò di spiegarvi.
La mescola delle gomme invernali essendo più morbida (+elastica) lavora bene soprattutto a basse temperature con performance ottimali su fondo stradale “freddo” garantendo un ottimo grip ed aderenza superiore grazie anche al disegno del battistrada.
Diversi test sui pneumatici invernali dimostrano chiaramente come le loro prestazioni siano migliori prevalentemente sulla neve, mentre su asciutto non ci sono confronti con le migliori prestazioni di quelli estivi.

Alla domanda i pneumatici invernali vanno cambiati? rispondiamo che è fortemente sconsigliato utilizzare un pneumatico invernale durante la bella stagione e quindi vivamente consigliato sostituire i pneumatici invernali con quelli estivi all’arrivo della bella stazione.

Si possono utilizzare gli invernali anche in estate?

Si in alcuni casi ma è sconsigliato. I pneumatici estivi offrono prestazioni di sicurezza ottimali in estate sia sull’asciutto sia sul bagnato. A temperature fra 11 e 26°C, le gomme estive rispetto a quelle invernali, permettono di ridurre lo spazio di frenata di ben 4 m su una strada bagnata nel passaggio da 80 a 0 km/h.
Le gomme estive hanno uno spazio di frenata ridotta di 1,5 m da 50 a 0 km/h, rispetto ai pneumatici invernali, nelle stesse temperature. Basta guardare i numerosi test realizzati da NewsAuto/Elaborare per rendersi conto delle differenti prestazioni nelle diverse condizioni asciutto, bagnato e con neve.
cambio gomme estive cambio gomme invernali test pneumatici invernali su bagnato

Divieto pneumatici invernali

E’ vietato l’utilizzo delle gomme invernali durante il periodo estivo solo per quelli M+S con indice di velocità inferiore a quello dichiarato sulla carta di circolazione.
Esempio in cui è vietato l’invernale dopo il 15 maggio:
un pneumatico invernale 225/45 R17 con codice velocità inferiore (consentito fino a 2 livelli inferiori) 91H (210 km/h) non può essere utilizzato d’estate perché sul libretto è riportato 91Y (300 km/h).
Attenzione: se sul libretto è riportata oltre alla misura anche la dicitura M+S, esempio “205/50 R17 93H M+S” è vietato utilizzare un pneumatico estivo di questa misura 205/50 R17 93H perché l’omologazione prevede solo l’invernale. E’ il caso dell’Audi A3 per la quale l’estiva da utilizzare è 225/45 sempre sul cerchio da 17″ con codice di velocità 91Y.  

Pneumatici invernali consentiti d’estate

In quali casi è consentito l’utilizzo dei pneumatici invernali dopo il 15 maggio?
I pneumatici invernali M+S con indice di velocità uguale o superiore a quanto indicato sulla carta di circolazione possono essere utilizzati tutto l’anno.
Esempio: un pneumatico invernale 225/45 R17 91Y con codice velocità uguale o superiore a quello riportato sul libretto (caso in cui sul libretto c’è 91V 240 km/h o 91W 279 km/h) può anche essere usato d’estate anche se è fortemente sconsigliato. E non si è fuorilegge.

Cambio gomme invernali obbligatorio?

Il cambio alle gomme estive o invernali è regolamentato dall’Articolo 6 del Codice della Strada, introdotto dalla legge n. 120 del 29/07/2010.

Non è totalmente obbligatorio sostituire le gomme invernali ma dipende dalle tipologie di pneumatico invernale. L’obbligo delle gomme invernali va dal 15 novembre al 15 aprile e prevede una deroga con la Circolare del 17 gennaio 2014 n° 1049 del Ministero dei Trasporti che consente di procedere al cambio delle gomme fino ad un mese prima dell’inizio dell’obbligo (15 ottobre) e successivamente fino ad un mese dopo la scadenza dello stesso (15 maggio). L’obbligo riguarda tutti i veicoli a quattro ruote senza eccezioni e in caso di violazione sono previste sia sanzioni pecuniarie sia amministrative.
Ogni Regione decide la data che può essere anticipata o estesa a seconda delle condizioni meteo. Per esempio Autovie Venete ha sospeso l’obbligo di catene a bordo e gomme da neve in autostrada dal 20 marzo (A4 dal Terraglio fino a Sistiana; in A28 da Portogruaro all’interconnessione con la A27; A23 da Udine Sud fino all’interconnessione con la A4 Palmanova; A34 da Villesse a Gorizia).

Perché una gomma invernale è sconsigliata d’estate?

I motivi sono principalmente legati alle prestazioni, all’usura ed all’invecchiamento precoce, oltre a quelli di legge nei casi previsti. 
1) PRESTAZIONIpneumatici estivi hanno una tenuta di strada migliore rispetto agli invernali sia su fondo asciutto che bagnato con la temperatura atmosferica superiore ai 7 gradi centigradi. Quelli invernali allungano spazi di frenata e presentano una tenuta in curva minore.
2) INVECCHIAMENTO PRECOCE Se si utilizza d’estate con il caldo, un pneumatico invernale subisce un processo di cristallizzazione precoce con indurimento conseguenteIn poche parole invecchia prima perché costretto a lavorare con temperature più elevate rispetto alle quali è stato progettato.
Con la cristallizzazione la gomma perde precocemente la sua caratteristica di elasticità un processo di decadimento delle prestazioni naturale che comunque avviene in tempi più lunghi, solitamente in 3/4 anni. Un pneumatico cristallizzato ha meno aderenza perché a seguito dell’indurimento della gomma viene meno il coefficiente di attrito tra ruota e terreno.

PNEUMATICI INVERNALI SANZIONI

Nei centri abitati si è passibili ad una multa a partire da 41 € e può arrivare fino a 168 €, mentre fuori da questi centri si parte da 84 € e si arriva fino a 335 €.

In caso un rappresentante delle forze dell’ordine intimi ad un automobilista di fermarsi, questi non può più ripartire fino a che non dota le sue gomme almeno delle catene da neve o di qualsiasi altro mezzo antisdrucciolevole. In caso questo non sia possibile, è prevista un’ulteriore sanzione di 84 € e la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida.Michelin Primacy 4

Chi è esente dall’obbligo?

Non devono rispettare le scadenze del 15 novembre e del 15 aprile tutti coloro che decidono di montare sulla propria auto dei pneumatici All Season, le cosiddette 4 stagioni.

Sono esenti anche coloro che hanno montato delle gomme che hanno un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato dalla carta di circolazione. L’indice di velocità si trova sulla spalla dello pneumatico (una lettera seguita da un numero, che indica la velocità massima alla quale è possibile viaggiare).

Quali sono le differenze far pneumatici invernali ed estivi?

La principale differenza tra gomme estive e gomme invernali sta nei tasselli (battistrada) e nella mescola. Le invernali presentano numerosi intagli sottili intagli che servono a far presa sui fondi innevati ed una mescola più morbida con caratteristiche per lavorare bene a basse temperature.
Le gomme estive invece si caratterizzano per i tasselli pieni e per le scanalature longitudinali che servono ad evacuare l’acqua sull’asfalto bagnato.

La mescola degli estivi presenta meno gomma naturale che al contrario è maggiore in quella degli invernali, che rende i battistrada più elastici.

Pneumatici invernali / all season come si riconoscono?

Le gomme per uso invernale hanno un codice riconoscitivo sulla spalla.
logo M+S e fiocco simboli su gomma invernale

Pneumatici 4 stagioni “all season”  M+S

Le gomme “all season” che rispondono all’obbligo di legge per l’utilizzo d’inverno presentano il codice M+S (“MS”, “M/S”,”M-S”,”M&S”, che identifica le 4 stagioni All Season) abbinato al simbolo della montagna con fiocco di neve.
“M” e “S” sono le iniziali delle parole inglesi “mud” e “snow”, cioè “fango” e “neve”.
La scritta “M+S” è stata abolita in quasi tutta europa e probabilmente dal prossimo anno non sarà utilizzata più anche in Italia.
Per indicare una gomma utilizzabile tutto l’anno “4 stagioni” i costruttori di pneumatici (Pirelli, Bridgestone, Continental, Yokohama, Michelin, ecc) dovranno nel futuro, per il mercato italiano, allineare il prodotto a quello europeo eliminando M+S e lasciando sul fianco della gomma soltanto la dicitura “All Season” più simbolo montagna col fiocco.

Pneumatici invernali

Le gomme invernali pure abbinata alla sigla “M+S” hanno anche il simbolo di una montagna con tre fiocchi di neve stilizzati.Caratteristiche Pneumatici-Invernali Caratteristiche

Costo cambio gomme estive?

Nel cambio gomme stagionali si deve tener conto di diverse voci si spesa: l’acquisto delle gomme; il montaggio e la custodia delle gomme presso un gommista di fiducia. 
Il costo necessario per l’acquisto delle gomme può variare in genere dai 70 ai 140 euro, il prezzo del montaggio è mediamente di 30 euro e la custodia costa intorno ai 40.

In Italia si sta diffondendo anche la giusta pratica del doppio treno di gomme, che alla lunga fa risparmiare sul costo del montaggio ed evita anche uno stress continuo sulla gomma e sul cerchio. Ecco perché è vivamente consigliato di disporre un set aggiuntivo di cerchi.

Per risparmiare, se si dispone di una cantina o di un posto buio e fresco, le gomme per la stagione successiva si possono tenere comodamente a casa.
Chi con l’auto invece percorre pochi chilometri può montare tranquillamente le All Season.
Sull’acquisto dei penumatici si può risparmiare anche confrontando i prezzi o comprarli direttamente sui negozi on line anche se è sempre meglio affidarsi al proprio gommista di fiducia.  

SI POSSONO MONTARE GOMME DIVERSE?

Attenzione anche all’equipaggiamento disomogeneo (2 estive davanti e 2 invernali dietro o viceversa). Oltre ad essere punito dalla legge la combinazione dei due diversi tipi di pneumatici, cioè 2 estivi e 2 invernali non offre un risultato intermedio, ma è peggiore e dunque più pericoloso rispetto alla completa omogeneità, a prescindere dalla stagione.

NOTA FOTO RUOTA IN ANTEPRIMA
Il cerchio in lega ritratto nella fase di smontaggio è ALCAR modello TH Dark 8jx18

Leggi anche OBBLIGO PNEUMATICI INVERNALI

Leggi anche i TEST PNEUMATICI INVERNALI QUI

 

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Vedi Anche

Close
Close