Pneumatici Invernali Test Neve Bagnato

Provati 5 tra i migliori pneumatici invernali, Continental, Bridgestone, Goodyear, Hankook, Michelin. Come vanno e come sono stati provati i Winter Premium su neve, bagnato e asciutto.

Social

Parole Chiave

14 novembre, 2016

Il Test Team della rivista Elaborare ha effettuato un interessante test di pneumatici invernali, per i quali scatta l’obbligo dal giorno 15 novembre QUI INFO OBBLIGO PNEUMATICI INVERNALI.
La misura provata è 225/40 R 18 sotto una Peugeot 308 GT con i seguenti 5 set: Continental WinterContact TS 850P, Goodyear Ultra Grip Performance, Michelin Pilot Alpin PA4, Hankook Winter I’cept Evo 2 W320 e Bridgestone Blizzak LM001 su cerchi ALCAR modello TH Dark 8jx18″
Ruote in lega Alcar

Il test è durato ben cinque giorni impegnando due tester della rivista Elaborare (Giovanni Mancini e Marco Paternostro) un ingegnere per le prove strumentate e due operai per i montaggi, insieme al personale e all’attrezzatura per il ripristino continuo delle piste innevate sulle Alpi.
I test si dividono in oggettivi –strumentati– e soggettivi, indipendentemente dal tipo di fondo stradale su cui vengono effettuati.

Le prove strumentate si avvalgono di un’attrezzatura sofisticata della Digitalker, mentre per quelle soggettive vale il rilevamento con un cronometro di precisione (in pista si usa il transponder) e l’impressione personale del collaudatore.
È stata stabilita una sequenza dei pneumatici da comparare, rimasta poi invariata per tutti i criteri di prova, scegliendo un prodotto come riferimento (base 100) a cui gli altri adegueranno il loro risultato, in meglio (>100) o in peggio (<100).
Date le eventuali variazioni di temperatura, umidità, fondo stradale da prevedere, il riferimento viene provato per primo, riprovato ad intervalli regolari ogni due rilevamenti degli altri prodotti in concorrenza e infine in chiusura.
Questo espediente è necessario per “riallineare a 100” eventuali condizioni che, col passare del tempo, si fossero modificate, e, conseguentemente, di intervenire con una formula che ripristini la “par condicio”.

TEST NEVE PNEUMATICI INVERNALI  – Per le valutazioni su neve, i test vengono effettuati sempre di notte per garantire una temperatura il più costante possibile, senza l’ “inquinamento” calorico del sole che, sciogliendo la neve, crea un sottile velo d’acqua che si ghiaccia appena la temperatura ridiscende, sconvolgendo così l’uniformità del terreno di prova.
Peugeot 308 snow
Accelerazione e frenata sono prove strumentate (oggettive) che si effettuano su una superficie piana di neve compatta, con una sequenza di 20 + 20 passaggi per prodotto per ciascun criterio di prova rilevati attraverso la strumentazione di precisione Digitalker montata in macchina. La frenata su neve viene eseguita con ABS dalla velocità di 40 km/h fino a vettura ferma, misurando lo spazio di arresto in metri. Nel nostro caso la temperatura segna da -2° a -5°C. L’accelerazione su neve viene effettuata da 0 a 20 km/h ad acceleratore a fondo con controllo di trazione inserito, calcolando la distanza in metri per arrivare alla velocità preimpostata.
La temperatura è da -4° a -7°C. L’handling (guidabilità) su neve viene testato su un tratto di strada chiusa al traffico di 1.450 metri con innevamento compatto, percorso in salita e in discesa con rilevamento cronometrico manuale, con la funzione di fornire un’impressione soggettiva dei prodotti al collaudatore.
Il tracciato parte in salita e presenta due tornanti larghi, diverse curve di appoggio veloci e svolte più lente per verificare gli spostamenti di carico, pieghe in contropendenza e un rettilineo finale. In questo caso i passaggi si limitano a 3 per ogni tipologia di pneumatico, sempre col criterio della ripetizione costante del riferimento. La temperatura di questa prova è tra i -2° e -6°C.
peugeot-308-neve-invernali-movimento

FRENATA SU NEVE (snow braking) – Vettura con ABS inserito, temperatura sottozero, superficie piana con neve compatta. Velocità di lancio 40 km/h, misurazione con Digitalker fino all’arresto, rilevamento dello spazio di frenata in metri. I valori sono veramente vicinissimi, a riprova dell’eccellenza di tutti i prodotti: dal primo all’ultimo, la differenza in frenata si racchiude in soli 70 centimetri! È difficile, quindi, stilare una classifica in queste condizioni.
Tuttavia è interessante una considerazione: chi malauguratamente dovesse viaggiare con pneumatici estivi su neve, anche solo a 40 Km/h, in caso di frenata di emergenza impatterebbe contro l’ostacolo a 31 km/h rispetto a chi, col migliore invernale, riuscirebbe a fermarsi in tempo senza danni. E già questo dovrebbe far riflettere sulla sicurezza in inverno, se non altro per l’incidenza sul… portafoglio!
peugeot-frenata-neve-invernali

ACCELERAZIONE SU NEVE (acceleration snow) – Stessa superficie pianeggiante, stesso tipo di neve, stessa temperatura e vettura col controllo di trazione inserito. Viene rilevata la distanza necessaria per accelerare da fermo fino alla velocità di 20 km/h. Anche qui, ahimè, la classifica è ancora più “corta”; solo 27 centimetri separano i cinque concorrenti, in pratica valore pari considerando tolleranze e dispersioni: questo la dice lunga sul livello di qualità raggiunto dai grandi costruttori di pneumatici di fascia alta, ma conferma anche che con le “scarpe” sbagliate (leggi pneumatico estivo) non si va avanti.
Peugeot invernale pneumatici

HANDLING SU NEVE SALITA-DISCESA (handling snow) – In condizioni di parità strumentale nei due precedenti test, la discriminante deve arrivare dalle impressioni soggettive dei collaudatori, cioè di chi scrive, supportate dai riscontri cronometrici. Siamo sempre sotto zero, un chilometro e mezzo di strada di montagna innevata da percorrere in su e in giù.
Peugeot invernale pneumatici salita
In salita Hankook risulta di appena un soffio il più veloce in salita, segnando 1’50” netti, con Continental attaccato a soli 3/10… un’inezia! L’impressione è che entrambi i pneumatici siano ben piantati al suolo, con ottima capacità di trasmettere a terra forze di trazione (spunto anche da fermo) ed eccellente tenuta trasversale, con assenza di deviazioni di traiettoria nelle curve veloci senza accenni a sottosterzo in ingresso e sovrasterzo in rilascio nelle curve secche e nei tornanti.
Bridgestone, Goodyear e Michelin seguono a distanza di 1 secondo, praticamente in ordine ciascuno a 1 secondo dall’altro. Buoni in fase di accelerazione e tenuta laterale, devono cedere qualcosa ai capolista in inserimento e uscita dalle curve, in particolar modo le più lente in cui evidenziano del sottosterzo, mentre hanno un comportamento più reattivo nei transitori, specialmente Michelin.
Peugeot neve invernali tyre discesa
Più definiti i valori nella prova in discesa, dove Continental esce nettamente più veloce di tutti col tempo di 1’ 31” e 7/10, staccando il secondo, Hankook, di 1” e 6/10 e invertendo le posizioni del test precedente, con un’estrema precisione di traiettoria e prontezza in frenata che consente di osare di più. Gli altri però sono tutti lì, con Bridgestone e Michelin rispettivamente a 1/10 e 2/10 dal secondo, e Goodyear poco più in là a 8/10.
Praticamente un nulla tra gli inseguitori, che patiscono di più la tenuta trasversale soprattutto in fase di rilascio, in cui si manifesta un certo sovrasterzo inerziale. In effetti la situazione di estremo equilibrio su neve, palesata nelle prove oggettive (strumentate), si conferma a grandi linee anche nelle impressioni di guida e nei riscontri cronometrici. Ma allora sono proprio tutti equivalenti questi pneumatici invernali di marca? Le differenze sostanziali le abbiamo evidenziate nel numero scorso, proprio sui terreni meno congeniali alle coperture winter nell’immaginario comune, cioè in assenza di neve su strade asciutte e bagnate, che sono le condizioni di fondo stradale più frequenti in inverno nel nostro Paese, e dalle quali non si può assolutamente prescindere quando si parla di sicurezza a 360°.

TEST PNEUMATICI INVERNALI 225/40 R 18
Continental WinterContact TS 850P, Goodyear Ultra Grip Performance, Michelin Pilot Alpin PA4, Hankook Winter I’cept Evo 2 W320 e Bridgestone Blizzak LM001 su cerchi ALCAR modello TH Dark 8jx18″
Bridgestone Blizzak LM001
PIACE – Frenata su neve, accelerazione su neve
NON PIACE – Frenata su bagnato, frenata su asciutto
Pneumatico Invernale Bridgestone Blizzard

Continental WinterContact TS 850P
PIACE – Comportamento dinamico su neve, aquaplaning longitudinale e dinamico su asciutto.
NON PIACE – Migliorabile la frenata su asfalto
Pneumatico Invernale Continental

Goodyear Ultra Grip Performance Gen-1
PIACE – Comportamento in frenata su bagnato, frenata su asciutto, comportamento dinamico su bagnato
NON PIACE – Comportamento dinamico su neve
Pneumatico Invenale Godyear

Hankook Winter I’cept Evo 2 W320
PIACE – Comportamento dinamico su neve e su asciutto
NON PIACE  – Comportamento dinamico su bagnato, frenata su bagnato
Pneumatici Invernali Hankook

Michelin Pilot Alpin PA4
PIACE – Frenata su asciutto, Frenata su neve
NON PIACE – Comportamento dinamico su neve in salita, aquaplaning longitudinal
Pneumatico Invernale Michelin


TEST PNEUMATICI INVERNALI RISULTATI COMPLETI
di dati strumentali e telemetria sulla rivista ELABORARE GT Tuning & Racing Magazine in edicola a NOVEMBRE 2016  ORDINABILE QUI
Winter Test 2016

Tutto su PNEUMATICI

Tutto su test

Seguici su Youtube

Seguici in TV

newsautoTV logo
fiat 500 forever young su newsautoTV