GUIDE CONSIGLINews auto

L’auto elettrica

L'auto elettrica, quando è nata, come funziona, quale è la sua autonomia. Nel 2022 costerà quanto un'auto tradizionale.

L’auto elettrica: quando è nata?

Oggi l’auto elettrica è in via di maggiore diffusione. Ma quando è nata? Il motore elettrico sulle auto ha fatto le sue prime apparizioni nella prima metà dell’Ottocento con la carrozza elettrica realizzata da Robert Anderson, mentre il primo prototipo di auto elettrica fu realizzato da Thomas Parker nel 1884, utilizzando batterie speciali ad alta capacità da lui progettate.
Tra le fine del Diciannovesimo secolo e l’inizio del Ventesimo, il motore elettrico per auto poteva essere senza dubbio considerato uno dei metodi preferiti di trasporto, di sicuro più confortevole rispetto alla vetture alimentate a carburante dell’epoca. Purtroppo lo sviluppo di questa tecnologia fu limitato dalle conoscenze di quel periodo e la velocità massima che poteva raggiungere il motore elettrico per auto era pari a soli 32 Km/h.

Auto elettrica inventore Thomas Parker

Auto elettrica: come funziona?

L’auto elettrica è spinta da un motore elettrico che utilizza l’energia elettrica accumulata dalla batteria trasformandola nell’energia meccanica necessaria a far muovere la vettura. L’energia elettrica accumulata dalla batteria viene trasferita al motore elettrico grazie all’inverter. Questo dispositivo trasforma la corrente continua dell’accumulatore in corrente alternata e la invia al motore. In fase di rilascio dell’acceleratore, il motore elettrico auto funge da generatore e ricarica la batteria; identica funzione si attiva in fase di frenata. Questo è il funzionamento dell’auto elettrica spiegato in poche parole. 

Guarda la VIDEO PROVA dell’auto elettrica Renault ZOE

Auto elettrica e l’autonomia

L’auto elettrica ha la caratteristica di un funzionamento totalmente silenzioso su strada e può godere di una coppia istantanea che consente una spinta immediata e decisamente più veloce rispetto a una vettura dotata di un motore tradizionale. Quale è la sua autonomia? 
Elemento fondamentale nel motore elettrico per auto sono le batterie che, ad oggi, sono il tallone di Achille dei vari costruttori dato che l’elemento penalizzante delle vetture elettriche è l’autonomia. Per i modelli dotati di batterie al litio, le case costruttrici dichiarano un’autonomia che varia da 200 a 800 Km, ma ovviamente questa può variare in base allo stile di guida adottato dal conducente. 
Ma si stanno studiano altri tipi di batterie come quelle al fluoruro di litio o quelle zinco-aria in fase di sviluppo.

Batterie elettriche

Auto elettrica: è pronta a sfondare il mercato?

Forse non sono ancora maturi i tempi per un successo di massa delle auto elettriche: le prospettive sono però ottime per il futuro dove le auto a propulsione 100% elettriche saranno sempre più diffuse.
Secondo Bloomberg, il punto di svolta avverrà all’incirca nel 2022, quando il prezzo delle auto elettriche sarà equivalente a quello delle auto a combustione interna. Di lì in avanti, la diffusione dei veicoli elettrici dovrebbe registrare un’accelerazione, al punto da portarle nel 2040 al 35% delle vendite globali. Molti fattori (il calo del costo delle batterie e la loro maggiore capacità) corroborano questa visione, ma oggi la realtà è ancora un’altra.

Leggi TUTTE LE AUTO ELETTRICHE 2019 disponibili sul mercato.

Commenta

Tags

Luca Verdino

Ciao sono Luca Verdino, un ragazzo nato ad Alba, nel cuore delle Langhe, che fin da bambino ha vissuto praticamente con la testa dentro i motori e, con un grande cuore ad iniezione diretta, continua ad immergersi in questo magnifico mondo. Siete pronti a scoprire di tutto e di più sull'universo dei motori? Allora siete nel posto giusto. Buona lettura!
Close
Close