GolfVolkswagen

Emissioni Volkswagen: Golf diesel vs Golf elettrica

Le emissioni della Volkswagen Golf diesel e di quella elettrica sono state confrontate attraverso la procedura Life Cycle Assessment. Il risultato è sorprendete

Volkswagen ha messo a confronto le emissioni auto dell’intero ciclo di vita della Golf diesel TDI con quella elettrica. Il risultato premia la versione con batteria di litio, che mette un totale di 119 g di CO2/km conto la media di 140 g di CO2/km della TDI. Questo è il risultato di un Life Cycle Assessment (LCA) certificato della Volkswagen, che confronta le emissioni auto di CO2 delle diverse versioni della vettura con motore elettrico o a combustione interna.

Calcolo emissioni auto Volkswagen Golf

Le emissioni della Golf con motore tradizionale provengono dalla fase di utilizzo, cioè dalla catena di approvvigionamento del carburante fossile e dalla combustione, mentre le emissioni dell’auto elettrica provengono dalla fase di produzione.

PRODUZIONE AUTO Confrontando la produzione il dato della versione Diesel è 29 g di CO2/km; mentre quello di un’auto elettrica è pari a 57 g di CO2/km. Questo dato è dato dalla produzione della batteria e dall’estrazione delle materie prime, e questo numero corrisponde a quasi la metà delle emissioni di CO2 per l’intero ciclo di vita, che durante la fase di utilizzo, dipendono dalle fonti per la produzione dell’energia. L’auto elettrica dunque diventa totalmente green quando la produzione di elettricità proviene da fonti rinnovabili.

Emissioni Volkswagen Golf diesel TDI
La Volkswagen Golf TDI emette una media di 140 g di CO2/km

Emissioni auto nell’intero ciclo di vita

Il Life Cycle Assessment è una procedura complessa e standardizzata a livello internazionale per determinare il bilancio ambientale dei veicoli. Questa procedura tiene conto delle emissioni di anidride carbonica ì prodotte durante tutte le fasi produttive di un’automobile:

  • La produzione include le emissioni generate dall’estrazione di materie prime, dalla produzione di componenti e dall’assemblaggio.
  • La fase di utilizzo comprende sia le emissioni dovute alla fornitura di carburante ed elettricità, sia soprattutto quelle legate al funzionamento di un veicolo su una percorrenza di oltre 200.000 km.
  • La fase di riciclo tiene conto dello smaltimento e dei potenziali tagli derivanti dal recupero.

Life Cycle Assessment emissioni Volkswagen
Procedura Life Cycle Assessment per il calcolo delle emissioni auto di CO2

Strategia Volkswagen per abbassare le emissioni CO2

Attraverso i risultati del Life Cycle Assessment, il Gruppo Volkswagen adotta nuove strategie per ridurre le emissioni per la progettazione del ciclo di vita (Life Cycle Engineering) e ottimizzare in modo mirato il bilancio di CO2. Ad esempio gli avanzamenti della tecnologia delle batterie agli ioni di litio e della catena di approvvigionamento riducono l’impronta di carbonio durante la produzione della batteria del primo modello ID., previsto per il 2020, di più del 25% per kilowatt ora (kWh) di capacità rispetto alla e-Golf.

Utilizzando energia rinnovabile, il potenziale di riduzione arriva a quasi il 50%. Il maggior potenziale di riduzione delle emissioni di CO2 deriva di gran lunga dalla fonte dell’energia impiegata durante la fase di utilizzo. Se l’elettricità necessaria per circolare è ottenuta esclusivamente da fonti rinnovabili, i 62 g di emissioni di CO2/km legati all’attuale mix energetico europeo scenderanno ad appena 2 g di CO2/km.

A tal proposito il nuovo marchio Volkswagen Elli (Electric Life) offre a clienti e terze parti in Germania “Volkswagen Naturstrom”, cioè energia proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili.

Operazione di ricarica della Volkswagen e-Golf

Riduzione attraverso l’economia circolare

La riduzione della CO2 passa anche per la fase finale di un veicolo ed infatti diventa vitale il riciclo, il quale offre nuove possibilità di riduzione di CO2 grazie all’economia circolare. Per questo è attualmente in costruzione a Salzgitter un impianto pilota per il riciclo. Qui dalle batterie a fine vita, cioè quelle che non riescono più a stoccare abbastanza energia a causa dell’invecchiamento, si otterrà un nuovo materiale grezzo (la cosiddetta “black powder”, polvere nera) per i catodi delle nuove batterie. Quest’operazione potrà portare ad una potenziale riduzione di CO2 fino al 25%.

L’indice di decarbonizzazione misura le emissioni di CO2 di un veicolo medio del Gruppo Volkswagen nel proprio ciclo di vita ed è espresso in tonnellate di anidride carbonica equivalente per veicolo. Nel 2015 arrivava a 43,6 e, secondo l’obiettivo del Gruppo Volkswagen, dovrebbe diminuire del 30% entro il 2025.

Volkswagen ID

Annunci auto usate VW GOLFListino prezzi VW GOLFVW e-GOLF

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close