GUIDE CONSIGLIToyotaYaris

Toyota Yaris GRMN, il successo di una serie limitata “sportiva” della citycar

Perché tanto successo? La Toyota Yaris GRMN è una citycar compatta dal carattere sportivo con i suoi 212 CV che si rifà alla versione da rally che corre nel wrc, ma non solo... L'altra faccia della Yaris!

La Toyota Yaris GRMN inspirata alla Yaris WRC 2017 è nata per festeggiare il ritorno nei rally dopo 17 anni fuori dai riflettori. Così è arrivata la versione stradale della WRC: la Yaris GRMN ovvero “Gazoo Racing Meister Of Nürburgringdi cui avevamo dato notizia in anteprima con le prime foto e si era vista anche a Ginevra. Il Toyota Gazoo Racing è il marchio che identifica dal 2015 le attività sportive del costruttore nipponico.

YARIS GRMN al Nurbring VIDEO

Una vettura in serie limitata, esaurita in pochisismo tempo, prodotta in 600 esemplari (400 destinati al mercato europeo mentre gli altri 200 in Giappone) che ricalca lo stile della sorella da competizione: ha 212 CV sotto il cofano, assetto sportivo e freni performanti.
Ma andiamo con ordine, cerchiamo di capire perché tanto successo di questa serie limitata, l’altra faccia della Yaris, partendo dalle sue caratteristiche costruttive.

Una vista posteriore della Yaris GRMN

Toyota Yaris GRMN com’è

La Toyota Yaris GRMN è caratterizzata esteriormente da finiture rosse e dallo spoiler sopra il lunotto, che tradiscono il carattere di questa piccola “bomba”. È offerta una sola combinazione di colori: bianco con tetto nero metallizzato. Al posteriore spicca il grosso terminale di scarico, posto al centro del diffusore, a testimonianza di una grande cura per l’aerodinamica.

2018-yaris-grmn-dettaglio8

La Toyota Yaris GRMN ha gli interni molto “corsaioli” e vantano sedili sportivi in alcantara, rivestimenti neri, volante simile a quello della performante GT86 e cruscotto con schermo TFT. La dotazione di serie è molto ricca e prevede, tra gli altri accessori, 7 airbag, sensore pioggia e crepuscolare per tergi e fari automatici, telecamera posteriore, pedaliera e leva del cambio in alluminio. L’unico optional disponibile è il navigatore satellitare.oyota Yaris GRMN meccanica racing

yaris-grmn-detail3

Le promesse di sportività e alte prestazioni sono mantenute dalla meccanica: le sospensioni sono dotate di barra antirollio da 26 mm e barra duomi all’anteriore. Gli ammortizzatori Sachs Performance sono accoppiati a molle più corte rispetto alle versioni “normali”, con assetto ribassato di 30 mm rispetto a quello originale. La trasmissione, a trazione anteriore, è affidata ad un cambio manuale a 6 marce e impreziosita da un differenziale Torsen.

2018-yaris-grmn-dettaglio1

I cerchi neri da 17″ della BBS, con pneumatici 205/45, lasciano intravedere le pinze dei freni bianche a 4 pistoncini, che agiscono su 4 freni a disco, autoventilanti scanalati ADVICS da 275 mm all’anteriore e pieni da 278 mm al posteriore.

Toyota Yaris GRMN caratteristiche motore

yaris-grmn-detail5

Il motore è un 4 cilindri di 1.8 litri a corsa lunga (alesaggio x corsa 80,5 x 88,3 mm), bialbero a 16 valvole con sistema ad alzata variabile VVT-i, sovralimentato con compressore volumetrico Magnuson-Eaton (con lobi a spirale) con intercooler, capace di erogare 212 CV a 6.800 g/m e una coppia massima di 249 Nm a 5.000 g/m. È un parente stretto di quello montato sulle Lotus: la Casa inglese infatti ha partecipato attivamente allo sviluppo, apportando tutta la sua lunghissima esperienza nel settore.

I tecnici Toyota hanno dovuto svolgere un accurato lavoro di affinamento per poterlo installare nell’angusto vano motore della Yaris, ripensando ogni accessorio e particolare in modo da guadagnare lo spazio necessario al suo alloggiamento. Il risultato è un rapporto peso/potenza pari a 5,35 kg/CV, 230 km/h di velocità massima e lo 0-100 km/h bruciato in 6,5 secondi.

Altre foto

Toyota Yaris GRMN sold out in 24 ore!

La Toyota Yaris GRMN è stata prodotta in 600 esemplari (400 per l’Europa), già tutti venduti nelle prime 24 ore dall’apertura delle prenotazioni. Gli acquirenti che avevano versato la caparra hanno potuto provare l’auto durante gli eventi organizzati sui più prestigiosi circuiti europei, come ovviamente il Nürburgring, Monza e Silverstone. Tutti coloro che l’avevano prenotata, dopo la prova, hanno confermato l’acquisto della vettura. A titolo di cronaca il prezzo di acquisto era di 29.900 Euro.

Perchè tanto susccesso? I motivi sono essenzialmente due: le caratteristiche corsaiole che piacciono molto agli appassionati ed il legame “racing” con il mondo dei rally del mondiale.

Toyota Yaris GRMN caratteristiche tecniche

Motore: ant. trasversale, 4 cilindri in linea; alesaggio x corsa 80,5×88,3 mm; cilindrata 1.798 cc; rapporto di compressione 10:1; potenza 212 CV (156 kW) 6.800 g/m; 249 Nm a 5.000 g/m; DOHC con doppia fasatura variabile VVT-iE, quattro valvole per cilindro; alimentazione EFI; sovralimentazione tramite compressore volumetrico Magnusson Eaton.

Trasmissione: trazione anteriore, cambio manuale a 6 rapporti; I) 3,538:1; II) 1,913:1; III)1,31:1; IV) 0,971:1; V) 0,714:1; VI) 0,619:1 rapporto al ponte 4,214:1, differenziale autobloccante Torsen.

Sospensioni: Anteriori MacPherson, molle elicoidali, barra antirollio; posteriori ad assale torcente con funzioni stabilizzatrici integrate, molle elicoidali; ammortizzatori idraulici.

Freni: ant. a disco autoventilanti da 275×25 mm con pinza flottante a 4 pistoncini , post. a disco da 278×9 mm; ABS.

Ruote: cerchi in lega 7,5Jx17” con pneumatici Bridgestone Potenza RE050 205/45 R17

Sterzo: con servocomando elettrico ad assistenza variabile.

Dimensioni e peso: lungh. 3,945 m, largh. 1,695 m, alt. 1,510 m, passo 2,510 m; peso in odm 1.135 kg (escluso conducente).

Prestazioni: velocità massima 230 km/h; accelerazione 100 km/h 6,5 sec; rapporto peso/potenza 5,35 kg/CV

Toyota Yaris WRC video e sound

Toyota Yarsi GRMN VIDEO

Commenta

Tags

Manuel Cerfeda

Da sempre appassionato di automobilismo e di scrittura. È ingegnere e lavora nel campo delle energie rinnovabili. Ama leggere libri di tecnica motoristica e automobilistica, in particolare sulla storia della Formula 1 e delle auto da competizione in genere. Molto attratto dalle auto storiche, in particolare le youngtimer: il suo sogno è una Porsche 911 Carrera 4 Targa, serie 964 del 1989. Possibilmente rossa. E' autore umoristico e satirico: scrive sulla rivista “L’odio digitale” e ha pubblicato i libri “Autopsie ipocaloriche e altri metodi per perdere peso” e “L'anagramma di derma (non madre, quell'altro)”.
Close
Close