Aston MartinDBXFormula 1 - F1FotogalleryRacingVantage

Safety car F1 Aston Martin, caratteristiche

Nella stagione 2021 di Formula 1 l’Aston Martin è nuova safety car e medical car ufficiale e sui circuiti del Mondiale si affianca alle Mercedes-AMG GT R e C 63 S.

Nell’anno del ritorno di Formula 1 dell’Aston Martin il marchio inglese è presente nei circuiti del Mondiale anche con la safety car e la medical car ufficiali. L’auto di sicurezza quest’anno è un’apposita versione della Aston Martin Vantage, che si alterna sui circuiti con la Mercedes AMG GT-R di colore rosso. Il SUV DBX invece è la medical car ufficiale della Formula 1

La safety car Aston Martin Vantage rispetto alla versione stradale presenta alcune modifiche aggiuntive necessarie per la conformità ai requisiti FIA. Nel caso in cui il direttore di gara richieda il suo intervento per condizioni meteorologiche avverse o incidente, l’ex pilota Mayländer insieme al copilota Richard Darker (Regno Unito) a bordo della Vantage avranno il compito di neutralizzare la corsa.

Safety car F1 Aston Martin Vantage, caratteristiche

Per tenere alto il ritmo delle monoposto di Formula 1 la safety car rispetto alla versione stradale ha subito delle modifiche tecniche e presenta un incremento di 25 CV. La Vantage per la F1 infatti raggiunge così i 535 CV, grazie a un motore V8 twin-turbo da 4,0 litri. La coppia massima di 685 Nm resta invariata, ma ora è sostenuta più a lungo, pertanto grazie a questo ulteriore intervento sul cambio.

Aston Martin Vantage safety car e SUV DBX medical car F1
Aston Martin Vantage safety car e SUV DBX medical car F1

La griglia Vane con un nuovo splitter anteriore consente di ottenere 155,6 kg di deportanza a 200 km/h; un aumento di 60 kg rispetto agli altri modelli Vantage alla stessa velocità.  Sono state apportate modifiche anche alle sospensioni, al volante e agli ammortizzatori, con interventi sui rinforzi sottoscocca curati nei minimi particolari per aumentare la rigidità strutturale anteriore.

Vista di profilo Aston Martin Vantage safety car F1
Aston Martin Vantage safety car F1

Oltre alle modifiche tecniche sulla safety car ufficiale è stato installato un kit aerodinamico completo e montati pneumatici dal profilo più basso.

Safety car F1 Aston Martin Vantage, modifiche tecniche

Inoltre secondo i requisiti specifici della safety car, la vettura deve essere in grado di passare dalle alte velocità ai bassi regimi nella corsia box senza la necessità di un giro di raffreddamento; pertanto, dal punto di vista delle prestazioni, è fondamentale che l’auto disponga di un sistema di gestione della temperatura affidabile e solido.

A tal proposito Aston Martin sulla safety car ha trasferito la tecnologia impiegata nelle gare di durata come la 24 Ore di Le Mans, insieme all’aggiunta di prese d’aria extra nel cofano che consentono di accelerare ulteriormente il raffreddamento.

Aston Martin Vantage safety car F1 in derapata
Aston Martin Vantage safety car F1 in derapata

Poiché la safety car monta di serie gli pneumatici da strada Pirelli, l’auto è dotata anche degli stessi freni carboceramici usati anche negli altri modelli della linea Vantage, con ulteriori condotti dei freni nascosti all’interno della griglia anteriore per agevolarne il raffreddamento.

Safety car F1 Aston Martin Vantage livrea, com’è fuori

La safety car richiama la macchina dell’Aston Martin Cognizant Formula One Team con il nuovissimo colore della carrozzeria, 2021 Aston Martin Racing Green, sviluppato appositamente per celebrare il ritorno del marchio in Formula 1 dopo più di 60 anni. Una sottile riga nella tonalità Lime Essence mette in risalto lo splitter anteriore. 

La safety car di F1 inoltre è riconoscibile anche dall’esclusiva livrea FIA, dalle antenne radio laterali, dalla targa posteriore a LED e da una barra luminosa personalizzata sul tetto, sviluppata da Aston Martin. 

Vista posteriore Aston Martin Vantage safety car F1
Targa posteriore a LED secondo le indicazioni FIA dell’Aston Martin Vantage safety car F1

La barra luminosa poggia su un supporto in fibra di carbonio, sollevato rispetto al tetto. Il profilo aerodinamico è concepito appositamente per offrire la minima resistenza possibile, fornendo un flusso ottimizzato di aria verso il pronunciato alettone posteriore.

Safety car F1 Aston Martin Vantage, luci di sicurezza

Le luci arancioni ben visibili sui bordi esterni della barra luminosa forniscono l’illuminazione necessaria nel momento in cui la safety car ufficiale di Formula 1 entra in pista. Un lampeggiante giallo in posizione centrale si attiva quando la safety car è in testa alla prima macchina in corsa, a indicare che da quel momento è vietato il sorpasso; quando invece le condizioni sono sicure per il sorpasso delle macchine di F1 si accenderanno due luci verdi centrali.

I fanali anteriori e posteriori, inoltre, lampeggiano per agevolare l’ingresso della macchina nel circuito. La targa posteriore mostra la dicitura “Safety Car” illuminata a LED, in modo da essere chiaramente visibile alle vetture che seguono in qualsiasi condizione meteorologica.

Vista di profilo Aston Martin DBX medical car F1
Aston Martin DBX è medical car F1

Alla barra luminosa è fissata anche una telecamera posteriore che proietta immagini in tempo reale in un secondo specchietto retrovisore posto all’interno dell’abitacolo, per consentire al copilota di monitorare qualsiasi attività sul retro dell’auto.

Safety car F1 Aston Martin Vantage com’è dentro

Inoltre, all’interno dell’abitacolo i normali sedili sono stati sostituiti con sedili da corsa approvati dalla FIA con cinture di sicurezza a 6 punti, le stesse che vengono utilizzate nelle macchine delle squadre di F1. Sul cruscotto sono stati montati due schermi che forniscono a pilota e copilota immagini televisive live e una serie di informazioni personalizzabili in tempo reale, compresi i tempi sul giro e il posizionamento in pista di tutte le macchine da corsa attive. 

La console centrale è stata modificata in modo sostanziale. La manopola girevole è stata rimessa nel punto in cui si trovava il portabicchiere, e al suo posto si trova una pulsantiera che consente di eseguire una serie di azioni, compresi l’attivazione della sirena, le comunicazioni radio e il controllo dei LED della barra luminosa.

Vista laterale Aston Martin DBX medical car F1 in pista
Il SUV DBX è stato modificato secondo le specifiche FIA per la medical car

Il “sistema Marshalling” è integrato nel gruppo strumenti e nel cruscotto, per consentire a pilota e copilota di vedere quali sono le bandiere segnalate in pista, mediante l’accensione di LED dello stesso colore, riproducendo così il sistema previsto dal regolamento per tutte le vetture delle squadre di F1. Sul tetto e all’interno della vettura sono montate anche le telecamere televisive per trasmettere immagini live alla TV.

Aston Martin DBX medical car, caratteristiche

Oltre alla safety car Aston Martin sui circuiti di Formula 1 impiega il SUV DBX come medical car ufficiale, che è guidato da Alan van der Merwe (41 anni, Sudafrica).

Frontale Aston Martin DBX medical car F1
Frontale Aston Martin DBX medical car F1

Come per la safety car, la medical car è riconoscibile dal colore 2021 Aston Martin Racing Green, con dettagli in Lime Green, oltre che per l’esclusiva livrea FIA delle medical car, la targa posteriore a LED e la barra luminosa a LED installata sulle barre del tetto. 

Che cosa c’è a bordo della medical car F1

A bordo della DBX la FIA prevede una serie di dotazioni per la medical car ufficiale di Formula 1, fra cui un borsone di emergenza, un defibrillatore, due estintori e un kit per le ustioni. Sebbene per gli interni siano state mantenute le finiture di una normale vettura, il sedile posteriore centrale è stato rimosso e gli altri quattro sono stati sostituiti con dei sedili sportivi, ciascuno dotato di cinture di sicurezza a 6 punti.

Su questi sedili siedono il pilota Alan van der Merwe, il dottor Ian Roberts – coordinatore di soccorso medico per FIA Formula 1 – e un medico locale; il quarto sedile resterà vuoto, nel caso in cui un incidente richieda il trasporto di un pilota alla corsia box.  Analogamente alla safety car, sul cruscotto sono stati installati due schermi che trasmettono in diretta video della corsa.

Vista laterale Aston Martin DBX medical car F1 in pista
All’interno la medical car ospita tre dottori ed un sedile è lasciato libero per trasportare il pilota

Un altro schermo viene usato per leggere i dati biometrici in tempo reale trasmessi tramite la tecnologia di cui sono dotati i guanti dei piloti che, in caso di incidente, forniscono informazioni fondamentali sulle loro condizioni. Anche la medical car è dotata di “sistema Marshalling” e display sullo specchietto retrovisore.

Foto Aston Martin safety e medical car F1

Video storia Aston Martin in F1

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Calendario F1 2021: tappe, date, orari dei gran premi

👉 Aston Martin Vantage, serie limitata AMR

👉 Aston Martin DBX, caratteristiche del SUV sportivo

👉 Aston Martin DBX hybrid

👉 Listino prezzi ASTON MARTIN 👉 Annunci usato ASTON MARTIN

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM


COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto