FerrariFotogalleryNotizie autoNotizie curiose autoVideo

Il video di Leclerc a Montecarlo, camera car con la Ferrari SF90 Stradale

Charles Leclerc pilota di F1 diventa protagonista del nuovo cortometraggio di Claude Lelouch a bordo della Ferrari SF90 Stradale girato a Montecarlo. Il video rende omaggio al filmato C'était un rendez-vous del 1976.

Al posto del Gran Premio di F1 di Monaco, annullato a seguito dell’emergenza Coronavirus, il pilota Charles Leclerc ha sfrecciato per le strade di Montecarlo al volante della prima supercar ibrida plug-in del Cavallino, la Ferrari SF90 Stradale per realizzare un bel video emozionale.

Charles Leclerc a Montecarlo con la Ferrai SF90 con la quale ha girato un cortometraggio
Charles Leclerc a Montecarlo con la Ferrai SF90 con la quale ha girato un cortometraggio

Infatti complice il Coronavirus Covid-19 che ha tenuto la popolazione in casa, il regista francese Claude Lelouch ha girato un nuovo cortometraggio per le strade di Montecarlo. Si tratta del seguito di C’était un rendez-vous del 1976, con la collaborazione del pilota Leclerc e della Ferrari che ha messo a disposizione l’auto.

Video camera car Leclerc sulla Ferrari SF90 Stradale a Montecarlo

Nelle clip video della moderna rivisitazione del cortometraggio francese, Leclerc sfreccia tra le strade vuote di Montecarlo a bordo della Ferrari SF90 Stradale nel giorno in cui si sarebbe dovuto correre il GP di Monaco di F1 del 2020, sospeso a causa della pandemia da COVID-19.

Leclerc a Montecarlo a bordo della Ferrai SF90 mentre gira un cortometraggio (video)
Leclerc a Montecarlo a bordo della Ferrai SF90 mentre gira un cortometraggio (video)

Leclerc è abituato a percorrere queste strade con una monoposto, ma ha domato egregiamente il potente V8 bi-turbo da 4,0 litri e 986 CV e ci ha regalato un bel camera car con la Ferrari!

Video Leclerc a Montecarlo a bordo della Ferrari SF90

La Ferrari ha accettato volentieri di prendere parte al cortometraggio per mandare un messaggio di speranza ai suoi tifosi, ai clienti e ai sostenitori del marchio.

Leclerc a Montecarlo in compagnia del Principe Alberto di Monaco e il regista Claude Lelouch
Leclerc a Montecarlo in compagnia del Principe Alberto di Monaco e il regista Claude Lelouch

Il cortometraggio misterioso “C’était un rendez-vous”

Era il 1976 quando il famoso regista francese Claude Lelouch anticipò le moderne tecnologie utilizzate dai cosiddetti “influencer” di auto, girando un cortometraggio con protagonista una vettura alla quale aveva fissato la sua cinepresa. Aveva anticipato le riprese che oggi vengono realizzate con le actioncam

Una fase delle riprese video con la Ferrari di LeClerc by MasterPilot

Il breve film dal titolo “C’était un rendez-vous” non piacque per nulla alle autorità francesi poiché erano presenti delle scene di corse con l’auto ad alta velocità per le strade di Parigi.

La Mercedes 450 Sel V8 del regista Lelouch durante le riprese del cortometraggio del 1976 C'était un rendez-vous
La Mercedes 450 Sel V8 del regista Lelouch durante le riprese del cortometraggio del 1976 C’était un rendez-vous

L’auto utilizzata nel cortometraggio originale del 1976 era la Mercedes 450 SEL di Lelouch motorizzata V8, nel film non viene mai rivelata ne inquadrata. L’audio originale invece è stato presumibilmente sostituito con il suono del V12 di una Ferrari 275 GTB.

Cortometraggio “C’était un rendez-vous” video ufficiale

Un altro mistero riguarda il pilota. Lelouch insiste di aver guidato lui la vettura. Tuttavia molti credono che al volante ci fosse Jackques Laffite, ex pilota di Formula 1 e commentatore per la rete televisiva francese TF1.

Restiamo in attesa del video finale montato che appena disponibile condivideremo a tutti!

Foto Ferrari SF90 Stradale

Potrebbero interessarti (anzi te lo consiglio!):

👉 Ferrari SF90 Stradale, la supercar ibrida da 1000 CV

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Ti è chiaro il concetto? Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

Commenta

Tags

Elena Ganazzin

Le auto per me sono da sempre la scusa per fuggire dalla realtà ed immergermi in un mondo di emozioni e adrenalina che solo un motore ruggente ti può regalare. Sono nata con la passione per i Rally tradita poi con i trackdays ai quali partecipo con la mia fidata Subaru Impreza STI. Amo guidare le auto sportive in qualsiasi condizione e cerco sempre di migliorare il mio stile. Ho partecipato a corsi di guida sicura, sportiva, drift e neve-ghiaccio e nel 2019 ho conseguito un corso di alta formazione sulla Comunicazione e media nel Motorsport di Experis Academy. Quando corro mi sento libera di esplorare le mie emozioni e confrontarmi con le mie capacità e i miei limiti.
Back to top button
Close