News

Seggiolino auto, condanna ai genitori per bimba morta in incidente

I genitori della bimba morta in un incidente senza seggiolino auto sono condannati per omicidio stradale insieme a chi ha causato il sinistro

SEGGIOLINO AUTO – I dispositivi di sicurezza per il traposto dei bambini in auto non vanno ignorati, emblematico il caso della piccola Aurora di un anno e mezzo che è morta in un incidente stradale a Como perché al momento dell’impatto era in braccio alla mamma sul sedile anteriore.

L’incidente mortale c’è stato nella notte tra il 2 e 3 maggio 2017 a Vighizzolo di Cantù ed ora entrambi i genitori sono stati condannati dal tribunale di Como per omicidio stradale, con il rito abbreviato. Il giudice lì ha così puniti con lo stesso reato con cui ha condannato il giovane che ha causato l’incidente, e che è risultato positivo all’alcol test, con un tasso alcolico superiore a quello consentito per legge (1,38 grammi per litro, a fronte di un massimo consentito dalla legge di 0,5 grammi).

Omicidio stradale bimba senza seggiolino

L’accusa di omicidio stradale è scattata così anche per i genitori perché la bimba era senza seggiolino (omologato e adeguato al peso) e non doveva stare in braccia alla madre. Come specifica il Tribunale di Como il seggiolino in auto neppure c’era e la mamma non indossava nemmeno la cintura di sicurezza.

Secondo il giudice la bambina si poteva salvare se i genitori avessero rispettato le misure di sicurezza, viste le conseguenze limitate dello scontro su di loro (il padre ha riportato la frattura di un ginocchio mentre la madre un trauma al volto). Inoltre l’auto su cui ha trovato la morte la bambina di Aurora era in circolazione nonostante un fermo amministrativo per mancata revisione, e per avere superato i limiti di velocità sull’asfalto viscido, con un veicolo dotato di pneumatici e freni non in perfetta efficienza.Omicidio stradale bimba senza seggiolino

Bambini in auto Art. 172 Codice della Strada

Il codice della strada regolamenta l’uso del seggiolino auto nell’Articolo 172. I bambini rischiano più degli adulti, in caso di incidente, di essere proiettati in avanti o fuori dell’abitacolo a causa della loro taglia ridotta. E questo vale sia per i lunghi viaggi in autostrada che per i brevi tragitti in città.

Inoltre, la scarsa resistenza muscolare e la delicatezza degli organi li espongono maggiormente al rischio di lesioni. Dunque i bambini devono sempre viaggiare con gli appositi sistemi di ritenuta, fin dal loro primo percorso in auto. La sanzione per chi non rispetta questo dettame va dagli 80 ai 323 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente. In caso di recidiva, nell’arco di due anni, è prevista anche la sospensione patente per un periodo tra 15 giorni e 2 mesi.Bambini in auto Art. 172 Codice della Strada

Seggiolino auto omologato

Per trasportare i bambini in auto il seggiolino auto deve essere omologato secondo la direttiva 2014/37/UE, conforme ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE). I regolamenti UNECE attualmente in vigore sono il Regolamento 44 nelle sue versioni R44/03 e R44/04, ed il Regolamento 129 nelle sue versioni R129/1 e R129/2.

Il regolamento UNECE 44 e successive revisioni fa riferimento al peso del bambino e classifica i seggiolini auto i due gruppi: Gruppo 0 (fino a 10 kg, dalla nascita ai 12 mesi circa); Gruppo 0+ (fino a 13 kg, dalla nascita ai 18 mesi circa).
I seggiolini auto del Gruppo 0 possono essere installati solo sul sedile posteriore, nel senso contrario a quello di marcia.Opel_Combo Life 2019, sedili posteriori con attacchi isofix

Seggiolino auto gruppo 1 2 3

Sul sedile davanti, disattivando l’airbag, si possono posizionare i seggiolini auto per bambini più grandi, che vengono così classificati:

  • Gruppo 1 (9-18 kg, dai 9 mesi ai 4 anni circa);
  • Gruppo 2 (15-25 kg, da 3 a 6 anni circa);
  • Gruppo 3 (22-36 kg, da 5 a 12 anni circa).

I sistemi di ritenuta non integrali, privi di schienale, (c.d. rialzi), omologati ai sensi del R44/04 possono essere utilizzati solo per i bambini di altezza superiore ai 125 cm. Il regolamento UNECE 129 fa riferimento all’altezza del bambino, dunque chi vuole acquistare un seggiolino omologato secondo le caratteristiche previste da questo regolamento, sceglierà in base alla statura, in rapporto al suo peso.Seggiolino auto gruppo 1 2 3

Seggiolino auto ISOFIX

Il seggiolino omologato i-Size, fanno riferimento al R129/1 e prevedono l’installazione di tipo ISOFIX, un sistema di fissaggio internazionale e standardizzato al sedile dell’auto senza l’utilizzo della cintura di sicurezza, che si possono usare solo se l’auto ha una specifica predisposizione.
Le informazioni relative all’omologazione del seggiolino sono riportate in un’apposita etichetta attaccata al seggiolino stesso.Seggiolino auto ISOFIX Toyota Corolla Wagon 2019

Seggiolino auto anti-abbandono

La legge 1° ottobre 2018, n. 117 ha modificato l’art. 172 CdS, introducendo l’obbligo del seggiolino anti-abbandono, per chi trasporta bambini di età inferiore a quattro anni. Questi dispositivi devono essere utilizzati su tutti i seggiolini che vengono installati sugli autoveicoli e sugli autocarri di qualsiasi massa.Seggiolino anti-abbandono come è fatto

SEGGIOLINO ANTI-ABBANDONO COME È FATTO E COME FUNZIONA

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close