Notizie auto

Auto storiche a Roma, no alla circolazione nella Fascia Verde

ASI e i Registri Storici Alfa Romeo, Fiat e Lancia hanno richiesto l'annullamento dell'ultima ordinanza del Comune di Roma, che vieta la circolazione ai veicoli storici, nonostante le recenti sentenze del Consiglio di Stato e del TAR del Lazio.

A Roma nella nuova Fascia Verde ZTL è vietata dal lunedì al sabato la circolazione alle auto benzina e diesel Pre-Euro 1, Euro 1 ed Euro 2 e diesel Euro 3. In questa categoria rientrano anche le auto storiche, di fatto messe al bando per sempre da Roma, anche se in possesso di regolare Certificazione storica. L’Amministrazione Capitolina, guidata da Roberto Gualtieri, nell’ultima ordinanza n. 115 del 31 ottobre 2023 ha previsto una piccola deroga che permette l’utilizzo solo dei veicoli di interesse storico già muniti di Certificato di Rilevanza Storica dalle ore 20.00 del venerdì alle ore 24.00 del sabato.

Auto storiche Roma ZTL Fascia Verde

Con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento a Roma, il Sindaco Gualtieri ha programmato una serie di divieti all’interno della ZTL Fascia Verde che a novembre 2024 bloccherà i veicoli diesel fino ad Euro 4. Contrariamente a quanto deciso dal Consiglio di Stato e dal TAR del Lazio, la restrizione di circolazione nella Fascia Verde, che comprende gran parte del territorio comunale, coinvolge anche le auto storiche.

A Roma è vietata la circolazione delle auto storiche
Le auto storiche a Roma possono essere usate solo dalle ore 20.00 del venerdì alle ore 24.00 del sabato

L’ordinanza attualmente in vigore dal 1° novembre 2023 al 31 marzo 2024 proibisce l’accesso e la circolazione dei veicoli certificati di interesse storico e collezionistico dal lunedì al sabato, escludendo i festivi.

È prevista una deroga limitata per le auto storiche che consente la circolazione solo dalle ore 20:00 del venerdì alle ore 24:00 del sabato, e questa deroga si applica solo ai veicoli di interesse storico già in possesso del Certificato di Rilevanza Storica al momento dell’entrata in vigore del provvedimento. Non ci sono deroghe per la partecipazione a eventi o per la manutenzione dei veicoli storici.

Divieto ZTL Fascia Verde

La ZTL Fascia Verde vieta l’accesso alle automobili a benzina fino a Euro 2, a gasolio fino a Euro 3 e per le moto fino a Euro 1. L’area individuata dal Comune di Roma confina con l’anello ferroviario e con il Grande Raccordo Anulare a nord est della città, tra via Flaminia e via Salaria, e a sud, tra via Ardeatina e via Appia Nuova.

Secondo i dati MTCT, sul territorio della città metropolitana di Roma i veicoli d’uso quotidiano circolanti sono poco più di 4 milioni (4.040.078) e quelli storici sono poco meno di diecimila (9.945), vale a dire lo 0,25% del totale, che percorre annualmente lo 0,014% dei chilometri percorsi dai veicoli d’uso quotidiano (secondo quanto riportato dal censimento FIVA e dai dati delle compagnie assicurative).

 ZTL Fascia Verde di Roma
Cartello che indica l’inizio della ZTL Fascia Verde di Roma

In Italia circolano quasi 57 milioni di veicoli e, di questi, quelli ultraventennali sono circa 16 milioni. Le emissioni di questi veicoli sono minime e l’ordinanza di Roma, oltre a penalizzare i proprietari, rischia di azzerare l’attività di un settore che rappresenta un importantissimo volano, oltre che di cultura e passione, anche di economia (l’indotto nazionale supera i 2.5 miliardi di euro annui).

ASI fa ricorso al TAR

L’ASI, insieme ai Registri Storici delle case automobilistiche Alfa Romeo, Fiat e Lancia, ha presentato un secondo ricorso al TAR in relazione al divieto di circolazione delle auto storiche nella ZTL Fascia Verde. Secondo l’Associazione Italiana per la tutela dei veicoli classici, in tutte le proposte di deroga presentate, non è stata richiesta la libertà assoluta di circolazione per i veicoli storici.

Auto storiche fuoristrada Land Rover a Roma ZTL Fascia Verde
L’ASI ha inoltrato un nuovo ricorso al TAR del Lazio per permettere la circolazione dei veicoli storici a Roma

ASI ha sempre e solo richiesto normative dedicate per tali veicoli, qualora fossero in possesso di una specifica certificazione registrata nel libretto di circolazione e quindi tracciabile dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Queste proposte non avrebbero consentito l’utilizzo dei veicoli storici come mezzi di uso quotidiano, evitando così la congestione del traffico a Roma Capitale e garantendo il rispetto delle regole antinquinamento.

“Il settore a Roma è in crisi – l’allarme lanciato dal Presidente ASI Alberto Scuroi veicoli storici non vengono più acquistati da chi abita a Roma ma solo ceduti a chi abita in territori dove il loro utilizzo è normato diversamente, in Italia e all’estero. Un impoverimento non sensato. In questo stato di incertezza la filiera delle attività ad essi collegate è in ginocchio. Si tratta di una misura che non supera nessuno dei motivi di censura promossi nei confronti dei precedenti provvedimenti e che non rispetta la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, nella quale viene ribadita l’indubbia specificità che già la legge riconosce ai veicoli di interesse storico e collezionistico.

Alberto Scuro, Presidente ASI
Alberto Scuro, Presidente ASI

Non vi è evidenza, inoltre, che le restrizioni alla circolazione dei veicoli storici impattino concretamente sull’obiettivo della riduzione delle componenti inquinanti: le evidenze vanno semmai in direzione contraria e le misure limitative della circolazione emanate non possono essere certo considerate proporzionali alla realtà. Confidavamo che l’ultimo provvedimento tenesse conto delle inequivocabili statuizioni del TAR ma non è andata così. Dispiace – conclude il Presidente Scuro – che non si riesca a far comprendere al Sindaco e ai Componenti dell’Assemblea Capitolina che le nostre proposte sono equilibrate e frutto del buon senso. Siamo quindi stati costretti, nostro malgrado, a presentare un nuovo ricorso insieme ai Registri Storici Alfa Romeo, Fiat e Lancia.”

Leggi anche:

Ztl Roma Fascia Verde divieti 2023 2024

Ordinanza ZTL Fascia Verde Roma

Gare auto storiche
Auto storiche modelli storici
Bollo auto storiche ultra ventennali
Come ottenere il tagliando “veicolo di interesse storico”

Eventi auto, fiere, manifestazioni, expo
Raduni tra appassionati d’auto
Magazine auto storiche classiche sportive ELABORARE Classic

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Redazione NEWSAUTO

La squadra di NewsAuto.it si compone di un gruppo di appassionati collaboratori, esperti conoscitori del mondo delle automobili, della tecnica motoristica e del mercato italiano. Le prove delle vetture vengono eseguite da tester collaudatori esperti e piloti. Il nostro team include giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi e operatori video, tutti uniti dalla passione per l'automobilismo e impegnati ad offrire informazioni dettagliate e approfondite sulla vasta gamma di veicoli presenti sul mercato.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto