EV DrivingFotogalleryNotizie autoVideo

Ricarica auto elettriche, 30.000 nuovi punti Be Charge

Be Charge annuncia il piano di investimenti che prevede l’installazione su tutto il territorio nazionale di circa 30.000 punti di ricarica per veicoli elettrici, che erogano energia al 100% pulita proveniente da fonti rinnovabili.

Lo sviluppo della mobilità elettrica va avanti nonostante l’emergenza Coronavirus Covid-19, ne è sicura Be Charge che annunciato un piano di investimenti per aumentare i punti di ricarica in Italia. Be Charge è un operatore integrato per la mobilità elettrica che consente ai possessori di auto elettriche di ricaricare su tutto il territorio nazionale attraverso la propria infrastruttura di ricarica pubblica.

30.000 punti di ricarica per auto elettriche by Be Charge

Il piano industriale di Be Charge prevede l’installazione sull’intero territorio nazionale di circa 30.000 punti di ricarica nei prossimi 3-5 anni che erogano energia al 100% proveniente da fonti rinnovabili, per un investimento complessivo superiore ai 150 milioni di euro. Il servizio di ricarica è completamente digitalizzato sia nei processi sia nell’interfaccia grazie ad una App per smartphone dedicata.

APP Be Charge ricarica auto elettriche
APP Be Charge per individuare i punti di ricarica e pagare il pieno di energia

L’APP Be Charge copre tutta la rete nazionale, è di facile utilizzo, permette lo smart charging, il pagamento elettronico mostrando in tempo reale la disponibilità dei punti di ricarica e conservando la cronologia delle ricariche e dei relativi pagamenti effettuati. Tutte le stazioni di ricarica sono inoltre monitorate 24 ore su 24 da un help desk dedicato.

Colonnine Be Charge di ricarica AC e DC fino a 300 kW

Le colonnine di ricarica Be Charge sono presenti su tutto il territorio nazionale sia, in spazi pubblici che privati (ristoranti, hotel, centri sportivi, ecc.).

Stazione di ricarica rapida Be-Charge Fast (fino a 150 kW) sul Monte Bianco
Stazione di ricarica rapida Be-Charge Fast (fino a 150 kW) sul Monte Bianco

Le stazioni di ricarica Be Charge sono di tipo Quick (fino a 22 kW) in corrente alternata nelle aree urbane, Fast (fino a 150 kW) o HyperCharge (fino a 300 kW) in corrente continua nelle aree urbane o extraurbane di scorrimento.

Colonnine Be Charge di ricarica a Roma, Milano, Torino, Napoli, Rimini, Bologna e Treviso

Tra le varie installazioni Be Charge ha realizzato – o sta per installare – numerose colonnine (anche fast charge) in alcuni grandi comuni italiani come Torino (oltre 300 punti di ricarica), Milano (oltre 300), Roma (320) e Rimini (100).

colonnine di ricarica per auto elettriche by Be Charge
Colonnina di ricarica Be Charge Quick fino a 22 kW

Nei parcheggi di interscambio dell’ANM di Napoli Be Charge installerà 120 colonnine (240 punti di ricarica) in seguito all’aggiudicazione di un bando privato-pubblico. I primi 30 punti di ricarica sono stati istallati a Bologna ed altri 80 progetti sono stati approvati dalla giunta comunale. Treviso può contare su 94 Punti di ricarica installati e operativi.

Colonnine Be Charge di ricarica a Tortona, Pesaro, Chieti, Pescara, Sassuolo, Termini Imerese, Marsala, Monopoli, Cerignola, Cefalù e Monte Bianco

Le colonnine per la ricarica di auto elettriche della rete Be Charge sono presenti anche nei territori di comuni di grandi, medie e piccole dimensioni, dal Centro-Nord (tra i tanti Tortona, Pesaro, Chieti, Pescara, Sassuolo) al Sud Italia (Termini Imerese, Marsala, Monopoli, Cerignola, Cefalù).

stazione Be-Charge Fast (fino a 150 kW) sul Monte Bianco in Val d’Aosta
Inaugurazione della stazione Be-Charge Fast (fino a 150 kW) sul Monte Bianco in Val d’Aosta

Particolari progetti territoriali diffusi sono quelli relativi ai borghi più belli della Sicilia o i Comuni della Valle d’Aosta sul Monte Bianco. In totale sono oltre 500 i comuni che hanno già deciso di ospitare infrastrutture di ricarica Be Charge e tanti altri sono in fase autorizzativa preliminare.

Nuove colonnine Be Charge di ricarica, dove sono?

Nel proprio piano di sviluppo Be Charge ha trovato l’appoggio di varie utilities territoriali quali, ad esempio, Ascotrade (Veneto) , CVA (Valle d’Aosta) e Iren (Torino) con le quali sono state strette delle forti partnership per la copertura dei territori di riferimento con lo sviluppo attivo della rete, così come con gestori di grandi flotte elettriche come, ad esempio, E-Vai in Lombardia, ed altri partner su tutto il territorio nazionale (i.e. Sicily by Car).

Renault Zoe della flotta car sharing di E-Vai in Lombardia
Renault Zoe della flotta car sharing di E-Vai in Lombardia

L’attività di sviluppo della rete sta proseguendo con l’obiettivo di coprire tutto il territorio. Be Charge ha già raggiunto accordi per la fornitura di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici con i comuni di Parma (50 punti di ricarica), Biella e provincia (106), Cesenatico (20) e Piacenza.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio!):

👉 Leggi anche quali sono le migliori auto elettriche

👉 Quanto costa ricaricare un’auto elettrica (consumi)

👉 Vai al LISTINO VEICOLI ELETTRICI

Visita EV Driving

Foto Auto elettriche

Guarda la VIDEO PROVA come si ricarica l’auto elettrica Renault ZOE

Video come ricaricare l’auto elettrica con Renault Zoe

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👉 Lascia un commento sul FORUM dove ti invitiamo ad iscriverti!

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close