Notizie auto

Tariffa unica per il pedaggio autostradale con Autostrade dello Stato

Il Governo italiano mira a introdurre una tariffa unica su tutte le autostrade nazionali e la creazione di Autostrade dello Stato, una società interamente pubblica incaricata della gestione delle autostrade.

Il Governo italiano ha in agenda la riforma del sistema autostradale, che potrebbe avere un impatto significativo sui pedaggi e sull’efficienza delle infrastrutture. L’obiettivo principale è introdurre una tariffa unica nazionale per tutti gli utenti, standardizzando i costi dei viaggi su scala nazionale ed evitare che in alcuni tratti autostradali (vedi l’Autostrada dei Parchi A24) gli automobilisti debbano sostenere pedaggi autostradali decisamente più alti (da Roma a l’Aquila, 117 km per €12.30, 0,10513 €/km, contro uno 0,0754 €/km nel tratto da Rimini a Miano, 23,9€ per 317 km). Questa riforma mira anche a garantire una distribuzione economica più equa tra i diversi tratti autostradali e a finanziare gli investimenti necessari per migliorare l’infrastruttura.

Il Ministero delle Infrastrutture sta avviando una ristrutturazione delle concessioni autostradali, con l’introduzione di Autostrade dello Stato, un’organizzazione incaricata di gestire le autostrade statali soggette a pedaggio.

Tariffa unica in autostrada

Il Governo ipotizza l’introduzione di meccanismi di costo ‘mediani’, facendo pesare sui pedaggi anche i disservizi della rete come cantieri per lavori in corso, traffico, livello di incidentalità e assenza della terza corsia. La riforma del sistema autostradale è stata inserita nell’allegato al DEF 2024 che si chiama “Strategie per le infrastrutture, la mobilità e la logistica“. Qui sono state elencate le strategie del MIT per le infrastrutture, la mobilità e la logistica necessarie alla riforma del sistema autostradale.

Bonus pedaggi autostradali
La tariffa unica dei pedaggi in autostrada è tra gli obiettivi del MIT

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti infatti con la riforma mira a definire e attivare procedure di aggiornamento delle concessioni stradali per ottenere tariffe più vantaggiose e maggiori investimenti sulla rete. Criticità attuali includono tariffe variabili tra le concessioni che ostacolano la gestione efficace del traffico e l’equità territoriale, oltre a limitare le politiche di gestione del traffico basate sulle tariffe.

Calcolo pedaggio in autostrada

I gestori autostradali sono cauti riguardo all’idea di una tariffa unica nazionale, sottolineando che le tariffe variano in base agli investimenti effettuati per la realizzazione e la manutenzione delle autostrade. Infatti ora il calcolo dei pedaggi autostradali avviene tramite delibere del CIPESS e convenzioni tra le società concessionarie e lo Stato.

pedaggio autostradale
Il calcolo del pedaggio viene stabilito da convenzioni tra le società concessionarie e lo Stato

Si moltiplica la tariffa unitaria del gestore per i km percorsi, si aggiunge l’Iva al 22% e si applica un arrotondamento ai 10 centesimi di euro. Solo nella Tangenziale di Napoli l’arrotondamento è ai 5 centesimi di euro. I costi di costruzione, gestione e manutenzione della tratta autostradale influenzano la determinazione di ciascuna tariffa.

Autostrade dello Stato

Nella riforma del sistema autostrade in Italia rientra anche la creazione di Autostrade dello Stato SpA, una società interamente pubblica responsabile della gestione delle autostrade statali in concessione, senza gara. Alcune funzioni di Anas saranno trasferite alla nuova società.

Matteo Salvini, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha dichiarato che l’obiettivo è contenere i pedaggi elevati e standardizzare i prezzi, creando una concessionaria pubblica. Autostrade dello Stato sarà controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e supervisionata dal MIT per garantire qualità, sicurezza e trasparenza.

Autostrade dello Stato
La rete gestita da ANAS ora passa nelle mani della nuova società Autostrade dello Stato

La rete interessata comprende oltre 200 km dell’intera rete autostradale italiana, attualmente gestita da Anas e le sue società controllate Cav e Sitaf. Le autostrade coinvolte perciò sono: A4 Passante di Mestre e tratta Padova Est-Venezia Est (Cav); A57 Raccordo Marco Polo e Tangenziale Ovest di Mestre (Cav); T4 Traforo del Frejus (Sitaf).

Leggi anche:

→ Come si guida in autostrada
→ Webcam in autostrada
→ Calcola il pedaggio autostrade in tempo reale
→ Rimborso pedaggio autostradale cashback
→ Mappa autovelox e tutor in autostrada

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto