GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Pedaggio autostrada, costo, come si calcola

Che cos'è e come si calcola il pedaggio dell'autostrada. Come fare in caso di mancato pagamento e sanzioni.

Il pedaggio dell’autostrada rappresenta il costo che devono pagare gli automobilisti per l’utilizzo delle autostrade e viene calcolato in base alla distanza percorsa. Può essere pagato in contanti o con carta di credito presso i caselli autostradali. In alternativa, è possibile utilizzare dispositivi elettronici come il Telepass per il pagamento automatico del pedaggio, evitando così code ai caselli.

A cosa serve

Come si calcola

Calcola online

Come pagare

Viacard e Telepass prepagati

Mancato pagamento

Mancato pagamento come pagare

Risparmiare

A cosa serve il pedaggio autostradale

Il pedaggio contribuisce a coprire i costi di investimento iniziali per la costruzione delle autostrade e per finanziare le spese continue di manutenzione, riparazione, miglioramento delle infrastrutture autostradali nonché a generare profitti delle società autostradali private che hanno ottenuto la concessione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Inoltre, contribuisce a finanziare i servizi forniti lungo le autostrade, come stazioni di servizio, aree di sosta, segnaletica, la pulizia, i servizi di emergenza e altri servizi correlati. In base alla concessione, le società autostradali hanno il diritto di riscuotere il pedaggio per gli utenti che utilizzano le autostrade.

Il pagamento del pedaggio autostradale rappresenta una fonte cruciale di entrate per le aziende che gestiscono le autostrade. In Italia, durante l’anno 2018, le entrate dai pedaggi autostradali hanno raggiunto la somma di 43,7 miliardi di euro. Di questa cifra, circa 20 miliardi sono stati utilizzati per il reinvestimento nella manutenzione e nello sviluppo della rete autostradale. I restanti 23,7 miliardi di euro sono stati invece distribuiti come dividendi agli azionisti delle società autostradali. In Italia, il Governo ha recentemente avviato una revisione del sistema dei pedaggi autostradali.

Come si calcola il pedaggio autostrada

Il calcolo del pedaggio autostradale in Italia dipende da diversi fattori, tra cui la distanza percorsa, il tipo di veicolo e la classe di inquinamento del veicolo. Ecco una panoramica generale di come vengono calcolati i pedaggi autostradali:

  1. Distanza Percorsa: il pedaggio viene calcolato in base alla distanza percorsa. Le tariffe possono essere espresse in centesimi per chilometro o in tratti di distanza specifici.
  2. Tipo di Veicolo: le autostrade spesso classificano i veicoli in diverse categorie a seconda delle dimensioni e del tipo. Ad esempio, moto, auto, veicoli commerciali leggeri e veicoli pesanti potrebbero avere tariffe diverse.
  3. Classe di Inquinamento: alcune autostrade tengono conto del livello di inquinamento del veicolo. Veicoli meno inquinanti possono beneficiare di tariffe più basse.
  4. Metodo di Pagamento: l’utilizzo di sistemi elettronici come il Telepass potrebbe influire sulle tariffe, offrendo sconti o agevolazioni.
Pedaggio autostradale
Il pedaggio è il contributo che pagano gli automobilisti per l’uso dell’autostrada

Il calcolo dei pedaggi autostradali in Italia segue criteri normativi definiti da leggi di Stato e del CIPE, recepiti nelle convenzioni tra società concessionarie e l’Ente concedente.

Nella maggior parte della rete autostradale per determinare il costo del pedaggio autostradale si deve moltiplicare la tariffa unitaria, che dipende dalla classe del veicolo, per i chilometri percorsi, includendo anche svincoli e tratti gestiti dalla concessionaria, secondo quindi questa formula:

Tariffa Unitaria x Chilometri Percorsi

A questo importo risultante viene poi applicata l’IVA al 22%, oltre ad un arrotondamento conforme al Decreto Interministeriale del 2001. Se la cifra finale è inferiore a 5 centesimi, si arrotonda per difetto; se superiore, per eccesso. La Tangenziale di Napoli è un’eccezione, con un arrotondamento fisso ai 5 centesimi.

La tariffa unitaria dipende da vari fattori, come il tipo di veicolo, la sagoma, il numero degli assi, le caratteristiche dei tratti autostradali e la società concessionaria.

Ai veicoli più grandi vengono applicate tariffe più elevate. Nello specifico le classi dei veicoli sono:

  • veicoli a 2 assi sono classificati come Classe A se l’altezza risulta inferiore a 1,3 metri rispetto all’asse anteriore e Classe B se superiore. Tra i veicoli a 2 assi ci sono auto normali, camper, pullman e camion a 4 ruote.
  • veicoli a 3 assi includono quelli con rimorchio, pullman e camion con 3 file di ruote per lato.
  • mezzi a 4 assi hanno 4 file di ruote per lato, come roulotte a doppio asse, auto e camper con trasportino a doppio asse e tir con rimorchio a doppio asse.
  • mezzi a 5 assi comprendono veicoli pesanti con 5 ruote per lato, con due o più rimorchi o rimorchi con un ampio numero di assi aggiunti a quelli della motrice.
Le classi di pedaggio autostradale
Le classi di pedaggio
CLASSE 2 ASSI (CLASSE A) 2 ASSI (CLASSE B) 3 ASSI 4 ASSI 5 ASSI
Tariffa pianura (€/km) 0,07231 0,07401 0,09862 0,14864 0,17530
Tariffa montagna (€/km) 0,08547 0,08749 0,11414 0,17426 0,20629
Pedaggi autostrade in vigore dal 1° gennaio 2018 (comprensivi di IVA al 22%)

Decisamente più rari sono i casi di tratte autostradali con il pedaggio fisso e indipendente dalla distanza percorsa, come nelle tratte autostradali “Sistemi aperti”, dove non si ritira un biglietto che registra il percorso specifico (ad esempio, A8 Milano – Laghi, A12 Roma – Civitavecchia ed alcune singole stazioni).

Tariffa unitaria pedaggio autostradale
La tariffa autostradale varia anche a seconda del veicolo

Come calcolare online il pedaggio autostradale

Per calcolare online il pedaggio autostradale in Italia, puoi utilizzare il sito web ufficiale di Autostrade per l’italia che è il principale gestore della rete autostradale.

Inserendo i dettagli del percorso che intendi fare, come punto di partenza e destinazione ed eventuali punti di passaggio intermedi insieme alla classe del veicolo è possibile ottenere in pochi secondi il costo del pedaggio autostradale per la tratta indicata.

App My Way di Autostrade per l’Italia

Un’ottima alternativa utilizzabile da smartphone è l’app My Way di Autostrade per l’Italia che consente con le stesse modalità, inserimento di punto di partenza, di arrivo e classe del veicolo, di determinare, tramite la funzione pianifica un viaggio, il costo del pedaggio.

InfoViaggiando fornisce il calcolo on line del pedaggio. Si tratta dell’applicazione gratuita e ufficiale per Android e IOS di Società Autostrade Alto Adriatico S.p.a., Concessioni Autostradali Venete – CAV e Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova.

ViaMichelin.it richiede informazioni sul punto di partenza, punto di arrivo, tappe intermedie, tipo di percorso e veicolo per fornire il costo complessivo del viaggio, inclusi pedaggio e carburante. Propone anche alternative con criteri di economicità o rapidità.

L’app Calcolatore Pedaggio TollGuru, disponibile per Android e iPhone, offre informazioni dettagliate su percorsi, stime dei costi del carburante e pedaggi, oltre a un pianificatore di viaggio. Nonostante alcuni difetti, presenta un potenziale interessante.

Come pagare il pedaggio dell’autostrada

Per pagare il pedaggio dell’autostrada in Italia, ci sono diverse opzioni comode. Se si preferisce il contante, ci si può fermare al casello, prendere il biglietto all’ingresso e pagare la tariffa in contanti o con carta di credito quando si esce. Molte autostrade accettano anche pagamenti con carte di credito o debito direttamente al casello, senza commissioni e senza necessità di inserire il PIN.

In alternativa, si può optare per il Telepass, un sistema elettronico che si installa sul parabrezza del veicolo e addebita automaticamente le tariffe sul conto associato al sistema. Negli ultimi anni sul mercato del telepedaggio si sono affacciati anche sistemi alternati al Telepass, come UnipolMove e MooneyGo. Ci sono anche Axxès (Telepass francese utilizzabile anche in Europa dai mezzi pesanti) e DKV Box Italia.

Per individuare la corsia giusta è molto importante fare attenzione alla segnaletica presente al casello. A tal proposito il simbolo “T” su sfondo giallo con la bandiera europea indica che in quella corsia si paga tramite dispositivi di telepedaggio, mentre il colore blu è associato al pagamento esclusivo tramite carte (di credito, bancomat o Viacard). Il segnale che combina entrambi indica la corsia dove sono accettati entrambi i metodi di pagamento.

Segnaletica casello autostrada con le corsie riservate alle carte, Telepass e pagamento in contanti in modalità self
Segnaletica che indica le corsie riservate alle carte, Telepass e pagamento in contanti in modalità self

Il cartello con sfondo bianco che mostra banconote e monete indica il pagamento in contanti. Se presente l’icona della mano, significa che al casello è presente un operatore; se ci sono solo i simboli delle banconote e delle monete, si dovranno inserire i soldi direttamente nella macchinetta. In alcune corsie, potrebbe essere possibile pagare anche tramite carta, ma il simbolo blu deve essere chiaramente visibile per confermare che è consentito il pagamento con carta.

Pagare la tariffa autostrade con Viacard e Telepass prepagati

Tra le opzioni di pagamento al casello ci sono anche quelle che permettono di pagare il pedaggio attraverso supporti prepagati, come ad esempio la Viacard o Telepass ricaricabile.

La Viacard prepagata è una carta magnetica ricaricabile con un valore iniziale di 50 €, disponibile per tutti i tipi di veicoli e usufruibile sia nelle corsie dedicate che in quelle con operatore. Può essere ottenuta presso Tabaccai convenzionati, caselli di Autostrade per l’Italia o nelle aree di servizio. L’importo viene automaticamente detratto dal saldo della tessera fino a esaurimento del credito.

Viacard carta prepagata per pagare il pedaggio autostradale
La Viacard è una carta prepagata con cui pagare il pedaggio autostradale

Il Telepass ricaricabile invece è una carta utilizzabile solo su veicoli a 2 assi (classe A e B) e attivo in determinate zone in Campania e Sicilia. Tuttavia, dal 25 ottobre 2021, la vendita di nuovi apparati Telepass Ricaricabile è sospesa su tutto il territorio nazionale. Le ricariche per gli apparati esistenti sono ancora disponibili presso specifici punti di servizio.

Mancato pagamento pedaggio autostradale

Il mancato pagamento del pedaggio autostradale è considerato un’infrazione sanzionabile. Quando il pedaggio non viene corrisposto, viene emesso uno scontrino (Rapporto di Mancato Pagamento) contenente informazioni come il numero del rapporto, i dati del veicolo, i dettagli del transito, l’importo da corrispondere e le modalità di pagamento. Il pagamento senza spese aggiuntive può essere effettuato entro 15 giorni dalla data di emissione. Oltre tale periodo, l’importo subirà un aumento degli oneri di accertamento, con una lettera di sollecito inviata ai clienti.

Scontrino mancato pagamento
Scontrino mancato pagamento

Il mancato pagamento può comportare anche una decurtazione di 2 punti dalla patente di guida e l’esborso di una somma da 87 a 344 €. In caso di mancato saldo, il credito sarà recuperato forzatamente, con possibili atti trasmessi alla Polizia Stradale per la contestazione di sanzioni amministrative.

Autostrade per l’Italia utilizza un sistema di ripresa video per registrare automaticamente le targhe dei veicoli in caso di mancato pagamento.

Se sul Rapporto di Mancato Pagamento compare la dicitura “Entrata non rilevata o Biglietto Smarrito”, il pedaggio viene calcolato dal casello più lontano, ma l’automobilista ha la possibilità di fornire una prova del reale casello di entrata.

Come pagare il mancato pagamento

È possibile effettuare il saldo del mancato pagamento presso uno dei caselli autostradali gestiti da un operatore. In alternativa è possibile saldare il pedaggio autostradale online attraverso i portali delle società concessionarie, utilizzando carte di credito o prepagate (Visa, Visa Electron, Mastercard, Postepay e Maestro). Il saldo può avvenire anche attraverso l’app Free To X, disponibile su Apple e Google Store. Il pagamento online può essere effettuato 24 ore dopo la data del transito.

In alternativa, è possibile saldare il pedaggio presso gli oltre 40.000 punti Mooney, come Bar, Tabacchi ed Edicole, presentando lo scontrino o la lettera di sollecito con il codice a barre Mooney, anch’essi disponibili trascorse 24 ore dal transito.

Pagamento pedaggio autostradale app Free To X
Si può saldare il mancato pagamento del pedaggio anche dall’app Free to X

Il pagamento tramite bonifico bancario può essere effettuato presso Intesa Sanpaolo, intestato ad AUTOSTRADE PER L’ITALIA S.P.A., utilizzando il codice SWIFT: BCITITMM e l’IBAN: IT39E0306902887100000002973. La causale deve includere la targa del veicolo e il numero di mancato pagamento.

Come risparmiare sul pedaggio

Per risparmiare sul pedaggio autostradale è consigliabile pianificare il viaggio in anticipo e considerare l’abbonamento a servizi come Telepass o UnipolMove. Gli abbonati spesso ricevono sconti fino al 30% e altri vantaggi come parcheggi convenzionati.

Telepass Green verde edizione limitata
Il Telepass permette di risparmiare sul pedaggio (Telepass Green verde edizione limitata)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Marco Savo

Marco Savo, classe 1983. La mia carriera è iniziata nel mondo del calcio per poi approdare a quello dell’auto. Cerco di aggiornare gli appassionati e gli utenti dell'auto con gli argomenti più interessanti legati alle automobili.
Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto