CX-60EV DrivingFotogalleryMazdaNotizie auto

Nuova Mazda CX-60 ibrida plug-in, caratteristiche e prezzi

E' la prima Mazda ibrida plug-in PHEV. La nuova CX-60 è un’auto molto bella ed elegante con consumi ed emissioni ridotti, con un’autonomia in solo elettrico di oltre 60 km. In arrivo anche motori benzina e diesel 6 cilindri mild-hybrid.

La nuova Mazda CX-60 introduce sul mercato europeo dei SUV la prima tecnologia full hybrid plug-in del Marchio e l’inedita piattaforma progettata per la disposizione longitudinale della meccanica, con motore anteriore e trazione posteriore. Il propulsore ibrido plug-in è costituito da un’unità termica Skyactiv-G 2.5, un potente motore elettrico da 129 kW/175 cv (la potenza totale è di 327 cv) e una batteria agli ioni di litio con una capacità di 17,8 kWh.

L’autonomia in modalità solo elettrico è stimata in circa 63 km in extraurbano e 68 km in città. Successivamente la CX-60 sarà disponibile anche con motori benzina e diesel mild hybrid MHEV a 6 cilindri.

Nuova Mazda CX-60, caratteristiche esterni

La nuova Mazda CX-60 è lunga 4.745 mm, larga 1.890 mm e alta 1.680 mm e ha un raggio di sterzata di 5,4 metri. Il suo passo di 2.870 mm offre una sistemazione spaziosa per tutti gli occupanti, oltre a un generoso vano di carico. All’esterno il design è stato concepito secondo la filosofia Kodo-Soul of Motion”.

Prova nuova Mazda CX-60 ibrida plug-in PHEV

Concepito nell’ambito del concetto di design “Noble Toughness” (Nobile Possenza), l’imponente forza dello stile bello e dinamico della Mazda CX-60 trasmette l’intelligenza e l’eleganza dei più recenti sviluppi del design Kodo, il concetto giapponese di Ma che è la tranquilla e maestosa bellezza dello spazio vuoto, intessute nella robustezza della eccezionale architettura da SUV con motore anteriore e trazione posteriore o integrale AWD.

Vista di profilo Mazda CX-60 Homura, Soul Red Crystal su strada
Nuova Mazda CX-60 PHEV nell’allestimento Homura

La parte anteriore profondamente scolpita e la silhouette a muso lungo/coda tronca creano una struttura possente e dinamica e una presenza imponente da SUV, oltre a un interno spazioso e ricco nei particolari. Gli allestimenti Takumi e Homura aggiungono ulteriori tocchi alla qualità visiva e al tatto, il che conferisce alla Mazda CX-60 un esterno robusto ma maestoso e interni spaziosi e lussuosi.

Vista posteriore Mazda CX-60 Homura, Soul Red Crystal
Vista posteriore della Mazda CX-60 Homura, Soul Red Crystal

A differenza dei modelli precedenti, la disposizione dei fari della Mazda CX-60 presenta luci a sviluppo verticale e una firma luminosa a LED a forma di L, presente anche al posteriore.

Mazda CX-60 abitacolo dentro com’è?

L’abitacolo della Mazda CX-60 è caratterizzato dall’ampia plancia, con linee continue che attraversano le bocchette d’aerazione laterali per arrivare nel rivestimento delle portiere, rafforzando la spaziosità degli interni.

Plancia strumenti abitacolo Mazda CX-60 PHEV Takumi
L’elegante abitacolo della Mazda CX-60 PHEV Takumi

Gli interni sono stati progettati da Mazda secondo la tradizione giapponese delle venature del legno naturale e dei tessuti intrecciati di alta qualità. Il trattamento delle finiture in legno d’acero riflette l’estetica giapponese di Hacho: equilibrio asimmetrico o irregolarità intenzionale.

Mazda CX-60 PHEV prova autonomiain elettrico VIDEO

I diversi motivi e filati dei tessuti intrecciati rispondono in modo sensibile ai cambiamenti di luce, e una tecnica di cucitura giapponese chiamata Kakenui crea cuciture “appese” con spazi tra i tessuti delle rifiniture che rivelano uno scorcio del materiale sottostante.

L’illuminazione dell’abitacolo con LED di colorazione bianca sul rivestimento delle portiere anteriori e posteriori esalta al meglio colore e trama delle finiture interne.

Plancia cuciture abitacolo Mazda CX-60 PHEV Takumi
Le cuciture sono curatissime e realizzate con una speciale tecnica giapponese “Kakenui”

Gli allestimenti medio e alto di gamma (come Homura e Takumi) della Mazda CX-60 dispongono in opzione di un ampio tetto panoramico da 1.060 mm x 995 mm per ampliare la visibilità e la luce per i passeggeri dei sedili posteriori.

Mazda CX-60 abitacolo, bagagliaio, tanto spazio per il carico

L’abitacolo della Mazda CX-60 ha un’ampia larghezza, 1.504 mm di spazio per le spalle ai sedili anteriori (44 mm in più rispetto alla CX-5) e 1.441 mm ai sedili posteriori (50 mm in più rispetto alla CX-5). Compreso il vano sotto al pavimento, la Mazda CX-60 ha un vano di carico con capacità di 570 litri, che sale a 1.148 litri con i sedili posteriori abbattuti e a 1.726 litri quando caricata sino al soffitto.

La sfruttabilità della zona di carico è stata notevolmente migliorata rispetto a quella della CX-5. La larghezza dell’apertura per il portellone è stata aumentata a 1.082 mm (35 mm più larga della CX-5) e l’altezza dell’apertura è di 758 mm.

Bagagliaio Mazda CX-60 Homura, Soul Red Crystal
Sulla Mazda CX-60 il portellone posteriore si apre elettricamente

Il bagagliaio è dotato di una presa di corrente da 180W / 12 V CC (in opzione da 1.500 W CA per il modello e-Skyactiv PHEV con kit di riparazione forature). La Mazda CX-60 può anche essere equipaggiata in opzione con portellone elettrico azionabile a mani libere di tipo Hands-Free. Attivato da un sensore sotto il paraurti posteriore, il portellone può essere aperto e chiuso dall’utente anche quando ha entrambe le mani occupate.

Mazda CX-60 strumentazione digitale

La zona della plancia per il conducente presenta tre strumenti principali: un quadro strumenti totalmente LCD TFT, un ampio Head-up Display (HUD) e uno schermo centrale di infotainment da 12,3 pollici. Lo schermo della strumentazione per il conducente è stato ampliato a un display totale da 12,3 pollici.

Oltre alle modalità di assistenza alla guida e alle visualizzazioni di avvertimento, lo schermo supporta anche il sistema di personalizzazione per il conducente per ottimizzare la visibilità di ciascun guidatore.

Plancia strumenti abitacolo Mazda CX-60 PHEV Homura
La strumentazione digitale a bordo della CX-60 è ben fatta e funzionale

Inoltre, i display delle modalità di avvio dinamico e Mi-Drive migliorano sicurezza e protezione grazie ad una migliore visibilità. L’area dello schermo di proiezione dell’HUD è tre volte più grande di quella della Mazda CX-30.

Mazda CX-60 infotainment

La Mazda CX-60 è dotata dell’ultima versione di Mazda Connect, che include migliorie come un avvio più rapido, una migliore qualità dell’immagine e del suono, un sensore giroscopico 3D integrato e una funzione di ricerca parole gratuita che consente agli utenti di cercare le destinazioni inserendo una combinazione di parole chiave.

Display infotainment abitacolo Mazda CX-60 PHEV Takumi
Display infotainment da 12,3 pollici (MAZDA CX-60)

Come in tutti i nuovi modelli Mazda, il sistema supporta Apple CarPlay (di tipo wireless) e Android Auto, di serie, tramite connessione USB per garantire una comoda esperienza all’utente con l’integrazione dello smartphone.

Mazda CX-60 motori

La nuova Mazda CX-60 adotta l’architettura multi-soluzione Skyactiv di Mazda per i suoi propulsori longitudinali. La gamma dei powertrain perciò si compone di tre nuovi motori termici. Il primo PHEV Mazda: un’unità a benzina e-Skyactiv G da 2,5 litri a quattro cilindri con tecnologia di elettrificazione Plug-In Hybrid, e due motori sei cilindri in linea con tecnologia Mild Hybrid: un’unità diesel e-Skyactiv D da 3,3 litri (offerta in due varianti di potenza 200 e 249 CV e trazione posteriore o integrale) e un motore a benzina e-Skyactiv X da 3,0 litri.

Vista anteriore Mazda CX-60 PHEV ibrida plug-in su strada
Mazda CX-60 PHEV ibrida plug-in su strada

Tutti e tre i propulsori sono abbinati a un nuovo cambio automatico a otto rapporti e al sistema di trazione integrale iActiv AWD di Mazda. Il sistema Mazda Intelligent Drive Select (Mi-Drive) offre la possibilità di scelta fra quattro modalità di guida (più la modalità EV per la PHEV) per offrire controllo e piacere di guida ottimali in ogni scenario di marcia.

Mazda CX-60 ibrida plug-in, caratteristiche trazione

Il primo propulsore PHEV Mazda combina una versione modificata del motore a benzina ad iniezione diretta Skyactiv G 2.5 a quattro cilindri adottato sulla CX-5 con un potente motore elettrico da 129 kW/175 cv e una batteria agli ioni di litio ad alta capacità da 355 V e 17,8 kWh.

Vano motore Mazda CX-60 PHEV ibrida plug-in
Vano motore Mazda CX-60 PHEV ibrida plug-in

Il motore a benzina sviluppa una potenza massima di 192 CV/141 kW a 6.000 giri/min e 250 Nm di coppia. Il motore elettrico eroga 175 CV/129 kW di potenza e 271 Nm di coppia da zero giri/min. Con la normale ricarica in CA (compatibile con alimentatori 220-240V), la batteria scarica può essere ricaricata completamente in quattro ore.

Con l’aspirazione tarata per migliorare la coppia ai regimi medio-bassi di uso più frequente, da 1.500 a 3.000 giri/min, questa combinazione di motore termico e motore elettrico fornisce una potenza totale di sistema di 327 CV/241 kW e un’abbondante coppia di 500 Nm, il che la rende l’auto da strada più potente che Mazda abbia mai prodotto.

Presa di tipo 2 ricarica Mazda CX-60 ibrida plug-in
Presa di tipo 2 ricarica Mazda CX-60 ibrida plug-in

La Mazda CX-60 e- PHEV offre prestazioni davvero impressionanti, accelerando da 0-100 km/h in soli 5,8 secondi e raggiungendo una velocità massima autolimitata di 200 km/h. Viceversa, e in particolare quando viaggia con il solo motore elettrico, la nuova Mazda PHEV mostra eccezionali credenziali ambientali.

Badge Mazda CX-60 PHEV Takumi
Badge PHEV Mazda CX-60 Takumi

Il consumo di carburante dichiarato e combinato WLTP è di soli 1,5 l/100 km, e le emissioni di CO2 WLTP combinato sono di soli 33 g/km. La Mazda CX-60 e-Skyactiv PHEV offre un’autonomia di 63 km in solo elettrico con la vettura che viaggia ad una velocità massima di 100 km/h e fino a 68 km in città.

Mazda CX-60 benzina e diesel mild-hybrid

I motori sei cilindri sono stati sviluppati sulla base del concetto del “giusto dimensionamento”, che richiede l’ottimizzazione della cilindrata per migliorare l’efficienza nei consumi e nella potenza.

Combinando il cambio automatico a doppia frizione a otto rapporti con l’elettrificazione tramite il sistema M Hybrid Boost da 48V di Mazda, tutte le unità sono state progettate per migliorare notevolmente l’erogazione di potenza e il piacere di guida, migliorando nel contempo le prestazioni ambientali. I motori benzina e diesel mild hybrid MHEV arrivano in una seconda fase, con il diesel 3,3 litri a fine 2022 e il benzina 3 litri a fine 2023. Tali powertrain, inoltre, adottano un sistema coordinato di frenata ad attrito rigenerativo.

Vista di profilo Mazda CX-60 PHEV ibrida plug-in su strada
Mazda CX-60 sarà anche benzina e diesel MHEV

Questo sistema controlla l’attrito dei freni e il sistema di rigenerazione dell’energia del motore elettrico per ottenere il recupero previsto di energia dalla forza frenante senza sprechi. Utilizza un sistema Brake-by-Wire per rilevare il livello richiesto di forza frenante, generando al contempo quanta più energia possibile all’interno di questo intervallo. Quindi compensa eventuali carenze mediante la forza frenante generata dall’attrito dei freni.

Mazda CX-60, trazione integrale

La prima piattaforma con disposizione longitudinale di Mazda adotta un sistema di trazione integrale che utilizza una frizione multidisco a controllo elettronico. Sul sistema ibrido della PHEV, il sistema AWD funziona con la frenata rigenerativa coordinata per ottimizzare la distribuzione rigenerativa delle ruote anteriori e posteriori in modo che sia possibile recuperare più energia da tutte e quattro le ruote in fase di decelerazione.

Nelle modalità Sport, Off-road e Towing di Mi-Drive, il controllo integrato del sistema AWD su powertrain e sistemi frenanti ottimizza la distribuzione della forza di trazione su tutte e quattro le ruote per gestire i vari contesti di marcia.

Comandi leva del cambio console abitacolo Mazda CX-60 PHEV Takumi
Nella console centrale la manopola di comando Mi-Drive

Il sistema Mi-Drive (Mazda Intelligent Drive Select) evoluto della Mazda CX-60 offre cinque modalità commutabili di guida: Normal, Sport, Off-Road, Towing ed EV (solo per PHEV), per ottimizzare aderenza, trazione, prestazioni, maneggevolezza e sicurezza nella più ampia possibile gamma di contesti di marcia.

Mazda CX-60 caratteristiche assetto e sospensioni

Per quanto riguarda l’assetto, la nuova Mazda CX-60 è dotata di un sistema di sospensioni a doppio braccio oscillante all’anteriore e di una struttura multilink al posteriore.

Vista posteriore Mazda CX-60 Homura, Soul Red Crystal su strada
Vista posteriore della CX-60 PHEV Homura su strada

Basate sulla filosofia Jinba Ittai di Mazda, le sospensioni sono state concepite per controllare la massa sospesa (corpo vettura) in modo uniforme durante le curve e stabilizzare la postura del veicolo in un’ampia varietà di velocità. La nuova CX-60 PHEV ha anche una capacità di traino di 2.500 kg (con una pendenza fino al 12%).

Gli ADAS della Mazda CX-60

La gamma generale degli avanzati sistemi ADAS di assistenza alla guida i-Activsense della Mazda CX-60 garantisce una sicurezza attiva ai massimi livelli.

Molte le tecnologie al debutto sulla Mazda CX-60: See-Through View, un monitoraggio con vista a 360° di nuova generazione che amplia il campo di visione alle basse velocità; Descent Control (HDC), che assiste nella discesa in sicurezza dai ripidi pendii dal fondo sdrucciolevole o sterrato; Cruise Control (i-ACC), che ora integra i limiti di velocità attraverso il sistema di riconoscimento dei segnali stradali; infine il sistema Vehicle Exit Warning (BSM) che avvisa in retromarcia se si stanno avvicinando altri utenti della strada.

Vista posteriore Mazda CX-60 PHEV Homura Soul Red Crystal
Mazda CX-60 PHEV è equipaggiata con i più moderni sistemi ADAS i-Activsense

Altri sistemi i-Activsense sono: Advanced Smart City Brake Assist (Advanced SCBS) con rilevamento di pedoni e ciclisti e funzione di assistenza agli incroci, Rear Emergency Brake Assist (SBS-R) con riconoscimento dei pedoni, Lane Keeping Assist con Steering Assist, Traffic Sign Recognition (TSR) e Drowsiness Detection (DAA).

Mazda CX-60 prezzi e allestimenti

I prezzi della Mazda CX-60 PHEV ibrida plug-in partono da 49.900 euro. Quattro invece sono i livelli di allestimento proposti per la Mazda CX-60 PHEV. Il primo è denominato Prime-line, ovvero l’allestimento base, seguito dall’Exclusive-line, quello intermedio, e da Takumi e Homura che sono gli allestimenti alto di gamma.

Video nuova Mazda CX-60

Tutte le versioni sono dotate di climatizzatore a doppia zona, touch screen centrale TFT a colori da 12 pollici, radio DAB, Bluetooth, Wireless Apple CarPlay e Android Auto, navigatore satellitare e cruise control. Gli allestimenti medio e alti possono essere dotati anche di pacchetti opzionali: Driver Assistance, Convenience & Sound, Panoramic sunroof e Comfort.

  • CX-60 PHEV Prime-line: 49.900 euro
  • CX-60 Exclusive-line: 53.915 euro
  • CX-60 Homura: 56.315 euro
  • CX-60 Takumi: 57.815 euro

Foto nuova Mazda CX-60 PHEV

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

👉 Tutte le notizie su Mazda

👉 Bollo auto ibride
👉 Tutte le auto ibride 2022
👉 Classificazione auto ibride
👉 Come funziona la full hybrid
👉 Come funziona l’ibrida plug-in
👉 Come funziona la mild-hybrid

Guarda ora anche le prove di auto ibride provate, le nostre impressioni di guida a bordo di vetture con la tecnologia full, mild hybrid e anche plug-in.

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Listino prezzi MAZDA 👉 Annunci usato MAZDA

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto