EV DrivingFotogalleryGrand CherokeeJeepNotizie autoPRIMO CONTATTOTEST, PROVA AUTOVideo

Jeep Grand Cherokee 4xe, test e prova Trailhawk in off road

Come va la Jeep Grand Cherokee 4xe, test su strada e in off road con la Trailhawk. Impressioni di guida con pregi e difetti del SUV ibrido plug-in

MOTORE
2.0Turbo
CAVALLI
380
Velocità Max.
210km/h
PESO / POTENZA
6,58Kg/CV

Abbiamo provato un nuovo Suv ibrido plug-in PHEV: si tratta della nuova Jeep Grand Cherokee 4xe, giunta alla sua quinta generazione e completamente rinnovata, che abbiamo messo alla prova in allestimento “Summit Reserve“, ovvero il top di gamma, per un test su strada; a seguire siamo saliti sulla versione più specialistica “Trailhawk” per guidarla anche su sterrato grazie alla tecnologia Jeep 4xe. Le abbiamo messe a confronto su un percorso nei dintorni di Malaga dove abbiamo verificato prestazioni, tenuta di strada, comfort, consumi, spazio a bordo e capacità di guida in fuoristrada. Jeep Grand Cherokee 4xe ha 4 allestimenti, Limited, Trailhawk, Overland e Summit Reserve.

Nuova Jeep Grand Cherokee 4xe
Nuova Jeep Grand Cherokee 4xe, la prova

Nuova Jeep Grand Cherokee 4xe, test della prima ibrida

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche della nuova Jeep Grand Cherokee 4xe, ricordiamo che si tratta di un Suv ibrido Plug-In a trazione integrale con powertrain ereditato dalla Wrangler 4xe con un motore 2.0 litri turbo da 272 CV, un motogeneratore elettrico da 44 CV e un motore elettrico che sviluppa una potenza di picco di 106 kW (145 CV), con una batteria agli ioni di litio da 17,3 kWh, posta sotto il pianale, da 96 celle e 400 volt.

Nuova Jeep Grand Cherokee Trailhawk 4xe in ricarica
Nuova Jeep Grand Cherokee Trailhawk 4xe plug-in durante una ricarica con energia dal sole

La potenza complessiva è pari a 380 cavalli con ben 647 Nm di coppia!
Lo spazio a bordo è notevole per i passeggeri, mentre il bagagliaio offre 580 litri in configurazione standard. L’autonomia dichiarata in elettrico è di 51 km secondo il ciclo di omologazione WLTP.
Apprezzabile la presenza del caricatore di bordo di serie da 7,4 kW su tutti gli allestimenti che consente una ricarica completa in circa 3 ore.

Jeep Grand Cherokee 4xe, come è fuori il design italiano

Il design di questa Jeep Grand Cherokee 4xe è italiano, ne ingentilisce le forme rispetto al modello precedente, ma allo stesso tempo conserva le caratteristiche tipiche del marchio Jeep. Si parte dalla griglia con 7 elementi, adesso più sottile rispetto alla precedente, che ingloba alcuni dei 110 sistemi ADAS di sicurezza come la telecamera anteriore, il radar del Cruise Control Adattivo o la camera a infrarossi per il sistema Night Vision. Di lato spiccano i passaruota trapezoidali, e la linea del tetto ribassata con la zona vicino al terzo finestrino ispirata alla Grand Wagoneer del passato. Ovviamente ci sono fari Full Led di serie, anche questi più sottili, e Led anche al posteriore con una fascia scura che li unisce da parte a parte sul portellone elettro attuato.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve anteriore 3/4
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve anteriore 3/4

Ho scelto di provare su strada l’allestimento Top di gamma “Summit Reserve” in configurazione bicolore con carrozzeria bianca e tetto nero oltre a cerchi cromati da 21″, una combinazione che trovo molto elegante e adeguata allo status del veicolo.

Come va su strada la Grand Cherokee 4xe, il Suv Jeep ibrido

L’apertura delle portiere anteriori è notevole, mentre più limitata è quella posteriore, ma la bocca di accesso garantisce di salire a bordo agevolmente. Mi piace la posizione di guida che posso regolare a mio piacimento, grazie alle 16 regolazioni dei sedili elettrici che sono molto comodi ma anche profilati quanto basta. Sono rivestiti in pelle nera con impunture di colore cognac, e abbinati a inserti in legno di noce sul cruscotto completamente ridisegnato e sui pannelli porta, anch’essi rivestiti completamente in pelle. La qualità percepita a bordo è notevole. La chiave si può tenere in tasca o si può inserire in un apposito spazio ricavato nel porta-bicchieri posto davanti al bracciolo. A questo punto basta premere il pulsante di accensione per avviare il motore, con l’auto che si sposta in elettrico durante la manovra.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve anteriore 3/4 su strada
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve anteriore 3/4 su strada

Particolare la leva del cambio, si tratta di un rotore di colore argento che per la tipologia di lavorazione ricorda la corona di un orologio e ben si sposa con l’atmosfera di lusso che c’è in abitacolo. Lo ruoto verso la posizione “D” per partire e il freno di stazionamento elettrico si disinserisce automaticamente al premere del pedale dell’acceleratore. Per inserirlo c’è un tastino dedicato su una plancetta a sinistra del grande volante rivestito in pelle e legno.
Da qui possiamo anche selezionare le 3 modalità di guida: Hybrid, Electric ed e-Save (per mantenere carica la batteria).

Modalità di guida su strada e fuoristrada

Parto quindi per un giro di circa 75 km nei dintorni di Malaga, con un breve tratto in città dove lascio questa Jeep con il programma “Auto” e in “modalità di guida Hybrid“. In questo caso la vettura privilegia la guida in elettrico alle basse velocità, tipiche dell’ambiente urbano. Con il 96% di carica della batteria viene indicata un’autonomia in elettrico di 41 chilometri.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve volante abitacolo
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve volante abitacolo

Affronto subito una serie di dossi artificiali a 30-40 km/h e apprezzo lo smorzamento delle sospensioni pneumatiche che, nonostante il cerchio da 21″ e la massa di 2.500 kg, smorzano molto bene le asperità del terreno. La risposta del pedale dell’acceleratore è ben calibrata, non sembra neanche di guidare una vettura Plug-In Hybrid talmente è messo a puntino il sistema. La spinta complessiva del powertrain da 380 CV è notevole, ma anche i “soli” 145 cavalli del motore elettrico spingono con disinvoltura questo SUV. Si trova a suo agio anche in ambiente cittadino, complice anche l’ottima visibilità anteriore dove il cofano squadrato aiuta a percepire gli ingombri, e le telecamere a 360° che aiutano in manovra, compreso lo specchietto retrovisore digitale che migliora la visuale.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve posteriore 3/4 durante la prova su strada
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve posteriore 3/4 durante la prova su strada

Oltre alle tre modalità di guida citate, denominate E Selec, sono presenti altri programmi di guida che si possono scegliere per avere maggiore controllo in fuoristrada. Questi sono “Roccia”, “Sabbia/Fango”, “Neve”, “Auto” che sto usando su strada e “Sport” che proverò più avanti in un tratto di misto guidato.

Jeep Grand Cherokee Trailhawk manopola cambio automatico
Jeep Grand Cherokee Trailhawk manopola cambio automatico

Frenata rigenerativa per recupero di energia

Anche questa Grand Cherokee 4xe vanta il sistema di frenata rigenerativa, ma è assente la possibilità di regolare l’intensità della frenata rigenerativa in fase di rilascio come su altri modelli. In compenso la frenata è decisamente modulabile e molto pronta, quindi adeguata alla stazza del mezzo che sto guidando.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve comandi modalità di guida
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve comandi modalità di guida

Grand Cherokee 4xe, comfort di bordo

La sensazione di comfort a bordo, anche su fondi dissestati, su questa Grand Cherokee 4xe è davvero ai massimi livelli. Ottima l’insonorizzazione anche a velocità autostradale, praticamente assenti gli spifferi grazie al design migliorato della carrozzeria.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve sedili anteriori
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve sedili anteriori

Solo se si accelera a fondo il rumore del 4 cilindri turbo si fa sentire per qualche breve momento, anche perché il cambio automatico a 8 rapporti tende a farlo girare basso di giri, ad esempio siamo 1.500 g/m in ottava marcia a 110 km/h. Peccato che in modalità “Sport” la sonorità del motore non cambia, mentre si indurisce il carico sul volante e le sospensioni si abbassano.
Guidando tra le curve più strette si manifesta un leggero sottosterzo perfettamente controllabile, ma quello che stupisce è la velocità di percorrenza in curva, l’assenza di rollio e beccheggio che migliorano la tenuta di strada e il comfort a bordo. Gli amanti della guida sportiva non resteranno delusi.

Infotainment ai massimi livelli su Grand Cherokee 4xe

Ovviamente mi è piaciuto molto come suona l’impianto McIntosh MX950 Entertainment System, da ben 19 altoparlanti con amplificatore a 17 canali da 950 W e subwoofer da 10″. Ha una timbrica cristallina, una scena sonora ben ricostruita davanti all’ascoltatore anche a volumi elevati. Per il resto si viaggia decisamente comodi in 4, e il passeggero può beneficiare di uno schermo da 10.25″ dedicato con ingresso HDMI e collegamento Bluetooth per cuffie. Le bocchette al posteriore sono anche sul montante e ci sono le prese USB-C e USB-A, oltre al controllo per la climatizzazione separata anche per chi siede dietro. Troviamo altre 2 prese USB nel braccio e all’anteriore nonché un pad di ricarica wireless.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve display infotainment
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve display infotainment

Di serie il sistema Uconnect 5 con schermo da 10,1 pollici che integra anche alcuni tasti virtuali, mentre quelli per la climatizzazione restano fisici. Ovviamente non mancano i comandi vocali, e l’integrazione con gli smartphone tramite Android Auto e Apple CarPlay. Ben leggibile e personalizzabile la strumentazione digitale da 10,25″ che consente di visualizzare la cartina del navigatore oltre a svariante informazioni di marcia comprese le temperature olio di motore e trasmissione.

Jeep Grand Cherokee 4xe test TrailHawk su sterrato

Per la prova su sterrato ho scelto l’allestimento TrailHawk che ha cerchi da 18″ e la possibilità di sganciare la barra stabilizzatrice anteriore, tramite un tasto, per avere maggiore escursione in fuoristrada. L’ho messa alla prova prima su fondo sterrato tra rocce e arbusti vari e poi in un percorso dedicato con twist e buche di ogni tipo che ha superato agevolmente anche in modalità 100% elettrica. La vettura ha un angolo di attacco di 35,5°, dosso di 22.2°, mentre quello di uscita è di 29,8°. L’altezza da terra è di 28,7 cm con le sospensioni pneumatiche rialzate e l’altezza di guado è di 61 cm.

Tra i vari ADAS che consentono la guida autonoma di livello 2, oltre al Cruise Control Adattivo che si comporta bene in autostrada, ho provato su sterrato il sistema Hill Descent Control che frena automaticamente l’auto in discesa, partendo anche da 1-2 km/h avendo così il massimo controllo sugli ostacoli. Utile anche il differenziale posteriore elettronico autobloccante a slittamento limitato (eLSD).

Jeep Grand Cherokee Trailhawk anteriore 3/4 sullo sterrato
Jeep Grand Cherokee con sospensioni rialzate sullo sterrato

Ho utilizzato la “modalità Roccia” per alzare al massimo le sospensioni e affrontare una salita impegnativa dove poco prima di scollinare mi sono fermato per saggiare la trazione che si è dimostrata impeccabile anche con ripartenza da fermo. Approvo la scelta dei pneumatici Goodyear Wrangler A/T 265/60 da 18 pollici che fanno presa su questo tipo di terreno, ma si comportano bene anche su strada dove la vettura sembra anche più sincera in curva grazie alla spalla generosa rispetto al cerchio da 21″. Ottima la presenza delle telecamere a 360° che migliorano la visuale specie in presenza di rocce o altri ostacoli lungo il terreno. Restano attive fino a circa 30 km/h e si possono anche pulire dallo sporco tramite un apposito spruzzino.

Jeep Grand Cherokee Summit Reserve laterale sullo sterrato
Jeep Grand Cherokee Summit Reserve laterale sullo sterrato

Prestazioni e consumi Jeep Grand Cherokee 4xe

Per quanto riguarda le prestazioni dichiarate per questa Jeep Grand Cherokee 4xe, abbiamo registrato una velocità massima di 210 km/h e uno scatto da fermo in 6,3 secondi. I consumi rilevati durante la prova hanno oscillato tra 7,5 e 15,0 km/l con una media di 12,8 km/l in autostrada a 110 km/h.

PREZZI e CARATTERISTICHE tecniche Jeep Grand Cherokee 4xe

FOTO Jeep Grand Cherokee 4xe

VIDEO Prova Grand Cherokee 4xe

Jeep Grand Cherokee 4xe suv plug-in hybrid video prova su strada e sterrato

Annunci auto usate JEEP | Listino prezzi Grand Cherokee 4xe

Tutto sulla Jeep 4Xe
→ Tutte le novità, prove auto su JEEP

Bollo auto ibride
Tutte le auto ibride 2024
Classificazione auto ibride
Come funziona la full hybrid
Come funziona l’ibrida plug-in
Come funziona la mild-hybrid

Guarda ora anche le prove di auto ibride provate, le nostre impressioni di guida a bordo di vetture con la tecnologia full, mild hybrid e anche plug-in.

EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
→ Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

POSITIVO

– Piacevolezza di guida
– Agile anche su percorsi tortuosi
– Ottima trazione anche in elettrico
– Spinta notevole powertrain
– Qualità percepita a bordo
– Infotainment ai massimi livelli
– Comfort su ogni terreno

NEGATIVO

– Frenata rigenerativa non regolabile
– Bagagliaio potrebbe essere più capiente
– Diametro volante grande

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto