MercatoNotizie auto

Incentivi esauriti, terminati i fondi dell’Ecobonus per auto ibride, benzina e diesel

È terminato il fondo per gli incentivi destinati alle auto ibride, benzina e diesel con fascia emissiva di CO2 61-135 g/km. Ancora ampia disponibilità per l’acquisto di veicoli alla spina elettrici e ibridi plug-in.

Gli incentivi per le auto benzina e diesel della fascia tra 61 e 135 g/km sono ufficialmente esauriti. I 250 milioni di euro stanziati nella Finanziaria 2021 sono terminati in 14 settimane e sono stati fondamentali per tenere in piedi il mercato auto, colpito dalla crisi economica.

Nel fondo dell’Ecobonus però ci sono ancora 170 milioni, destinati esclusivamente per l’acquisto di le auto elettriche e ibride plug-in, della fascia da 0 a 60 g/km.

Incentivi auto CO2 esauriti per auto auto ibride, benzina e diesel

Il fondo di 250 milioni destinato agli incentivi per le auto nella fascia emissiva di CO2 61-135 g/Km (quella più richiesta sul mercato ed anche quella con minori fondi), è andato ad esaurirsi in appena 14 settimane, proprio come avevano previsto a marzo le Associazioni di categoria.

Incentivi auto CO2 61-135 g/km terminati fondo ecobonus mise
“Ecobonus” sito del Mise dove vengono gestiti gli incentivi per auto, scooter e bici (Fondi residui aggiornati al giorno 08/04/2021)

Il pacchetto degli incentivi ha ancora in cassa 170 milioni di euro, destinati prevalentemente alle auto elettriche e ibride plug-in. L’ecobonus è disponibile solo per le auto con CO2 compresa tra 0 e 60 g/km e prezzo di listino inferiore a 50 mila euro, accessori compresi ma escluse Iva, Ipt e messa su strada.

Ora bisogna capire se il Governo Draghi vorrà rifinanziare il fondo oppure destinare i solidi che ancora sono in cassa per veicoli alla spina anche per l’acquisto di auto tradizionali, benzina e diesel, della fascia fino a 135 g/km di CO2.

Incentivi auto esauriti da rifinanziare

L’importanza degli incentivi alle auto tradizionali più diffuse è notevole, infatti l’Italia fino ad ora è stato il Paese europeo che ha perso meno rispetto alla Germania, Francia, Inghilterra e Spagna che al contrario hanno deciso di incentivare solo i veicoli elettrici e ibridi plug-in.

Non a caso le Associazioni di categoria prevedono che con l’utilizzazione degli incentivi prenotati fino ad ora le vendite di auto possono rimanere in aprile e per una parte di maggio sui livelli dei primi mesi del 2021, che sono comunque significativamente più bassi di quelli dell’ultimo anno esente dalla pandemia, cioè del 2019.

Governo Draghi, come cambia l'automotive?
L’automotive chiede a Draghi di rifinanziare gli incentivi per non far collassare il mercato ed il suo indotto

Per il periodo successivo, dato il persistente freno costituito dall’emergenza Covid-19 e dalle indispensabili misure per contenerlo si prevede una drastica caduta delle vendite con effetti fortemente negativi sul quadro economico generale del 2021.

Per scongiurare la nuova crisi ed in mancanza di interventi immediati il mercato dell’auto e il suo indotto sono destinati a collassare e ad influire pesantemente sull’obiettivo di ottenere nel 2021 la prevista crescita del Pil del 4% dopo il crollo dell’8,9% del 2020.

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Anfia, Federauto, Unrae appello a Draghi

👉 Incentivi auto 2021, ecobonus fino a 135 g/km di CO2

👉 10 consigli a Draghi per far ripartire l’economia ed uscire dalla crisi dell’auto

👉 Tutte le notizie sulla crisi auto

👉 Tutte le notizie aggiornate su incentivi auto ed ecobonus

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

Commenta

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto