296 GTBFerrariFotogalleryNotizie autoVideo

Ferrari 296 GTB, berlinetta ibrida plug-in 830 CV, caratteristiche

Nuova 296 GTB, berlinetta ibrida-plug-in Ferrari a motore centrale-posteriore V6 turbo 3 litri, 830 cv di cui 167 dal motore elettrico. La Ferrari PHEV percorre 25 km in full-electric.

Arriva una nuova Ferrari ibrida plug-in con motore elettrico, si tratta della 296 GTB, la più recente evoluzione del concetto di berlinetta sportiva a 2 posti a motore centrale-posteriore della Casa di Maranello. La vettura rappresenta una vera rivoluzione per Ferrari in quanto introduce una nuova motorizzazione, ovvero un V6 turbo a 120° da 663 cv accoppiato a un motore elettrico in grado di erogare ulteriori 122 kW (167 cv). La potenza totale è di 830 CV.

La Ferrari ibrida alla spina prevede una trazione plug-in PHEV, che si caratterizza da un motore elettrico che garantisce 25 km di autonomia in full-electric. Anche la 296 GTB, come già la SF90 Stradale, è disponibile in allestimento Assetto Fiorano per chi desidera incrementarne ulteriormente le prestazioni, specialmente in pista, grazie a contenuti di riduzione di peso e modifiche aerodinamiche.

Motore ibrido plug-in sulla Ferrari 296 GTB, caratteristiche

Per la prima volta su una vettura stradale Ferrari l’architettura della 296 GTB è caratterizzata da un motore turbo a 6 cilindri disposti secondo un angolo di 120°, accoppiato a un motore elettrico plug-in.

Frontale Ferrari 296 GTB ibrida plug-in
Nuova Ferrari 296 GTB ibrida plug-in PHEV

Il V6, progettato e sviluppato da zero per la 296 GTB dai tecnici di Maranello, prevede l’alloggiamento dei turbocompressori all’interno della ‘V’: ciò, oltre ad apportare significativi benefici in termini di compattezza, abbassamento del baricentro e riduzione di massa, favorisce il raggiungimento di elevatissimi livelli di potenza. Il nuovo V6 Ferrari stabilisce infatti il record assoluto per una vettura di serie in termini di potenza specifica: ben 221 cv/l.

L’integrazione con il motore elettrico al posteriore eleva a 830 cv la potenza massima della 296 GTB e gli consente di circolare per 25 km in modalità full-electric.

Presentazione Ferrari 296 GTB ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB caratteristiche trazione ibrida plug-in

Il gruppo motopropulsore è composto da un motore endotermico V6 turbo, dal cambio DCT a 8 rapporti con Ediff e dalla macchina elettrica MGU-K posizionata tra motore e cambio e in asse con il motore termico. Il MGU-K è un motore a flusso assiale a doppio rotore e statore singolo.

La frizione, posta tra motore termico ed elettrico, si occupa del disaccoppiamento dei due elementi in condizioni di marcia elettrica.

Motore V6 Ferrari 296 GTB ibrida plug-in
Motore V6 Ferrari da 663 CV

Completano il powertrain della vettura la batteria ad alto voltaggio da 7,45 kWh e l’inverter che gestisce i motori elettrici.

L’inverter si basa su due moduli siliconici in parallelo la cui modalità di erogazione di potenza è stata ottimizzata per ottenere l’incremento di coppia della MGU-K a 315 Nm. Questo componente converte la potenza elettrica con un’efficienza altissima (superiore al 94%) ed è in grado di fornire l’energia necessaria all’accensione del V6 anche in situazioni di massima richiesta di potenza elettrica.

Motore V6 Ferrari 296 GTB ibrida plug-in
Il powertrain ibrido plug-in sviluppa una potenza totale di 830 CV

Grazie ai suoi 663 cv e 221 cv/l, il motore termico V6 3.0 litri della 296 GTB stabilisce il nuovo record di potenza specifica per una vettura stradale di serie. Per ottenere un simile risultato è stata centrale l’introduzione della configurazione a ‘V’ da 120° con combustioni equispaziate, nonché il posizionamento dei turbo all’interno della ‘V’ che aumenta la compattezza dell’assieme e distribuisce in modo ottimale le masse.

Ferrari 296 GTB caratteristiche aerodinamica

La 296 GTB irrompe nel segmento delle berlinette sport con scelte aerodinamiche radicali e innovative: il turbocompressore nella ‘V’ del basamento consente di concentrare nella parte alta e centrale del cofano i componenti di generazione di calore critici, per una migliore gestione termica di vano motore e componenti elettrici.

La discontinuità è evidenziata anche dal rovesciamento di un paradigma dell’aerodinamica attiva Ferrari consolidato sin dalla 458 Speciale: sulla 296 GTB l’impiego di un dispositivo attivo non è infatti volto alla gestione della resistenza all’avanzamento, bensì alla generazione di carico aggiuntivo. Lo spoiler attivo del paraurti posteriore della 296 GTB, ispirato alla LaFerrari, genera al bisogno un elevato carico posteriore, pari a un massimo di 360 kg a 250 km/h in configurazione High Downforce e allestimento Assetto Fiorano.

Vista di profilo Ferrari 296 GTB Assetto Fiorano
Ferrari 296 GTB in Assetto Fiorano

Dal punto di vista telaistico si segnala il passo ridotto di 2600 mm, -50 mm rispetto alle precedenti berlinette Ferrari a motore centrale-posteriore, a tutto vantaggio dell’agilità dinamica. Tra le altre soluzioni volte ad aumentare la maneggevolezza della 296 GTB spiccano il sistema brake-by-wire e la pinza freni ‘Aero’; il servosterzo elettrico e il dispositivo di aerodinamica attiva posteriore; nonché gli ammortizzatori magnetoreologici SCM-Frs.

Quanto pesa la Ferrari ibrida plug-in

È stata inoltre posta particolare attenzione al contenimento del peso, fondamentale per garantire le massime emozioni alla guida: l’introduzione del sistema ibrido è stata compensata da diversi elementi, tra cui il peso del nuovo V6 (-30 kg rispetto al V8 Ferrari di precedenti applicazioni simili) e un ampio utilizzo di materiali leggeri. Tali soluzioni tecniche hanno portato al raggiungimento di un peso a secco di soli 1.470 kg, ai vertici della categoria per quanto riguarda il rapporto peso/potenza (1,77 kg/cv).

La presenza di un solo motore elettrico fa sì che la trazione sia distribuita solo alle ruote posteriori. Molto su questa vettura è la transizione tra la modalità elettrica e quella ibrida, a causa dell’assenza dell’assale anteriore elettrico (RAC-e) della SF90 Stradale.

Vista posteriore Ferrari 296 GTB ibrida plug-in
La Ferrari ibrida plug-in pesa 1.470 kg, con un rapporto peso/potenza di 1,77 kg/cv

Per quanto riguarda le principali funzionalità di ricarica, da sottolineare la frenata rigenerativa al posteriore in condizioni standard e in presenza di ABS, il recupero in rilascio acceleratore (overbraking) sull’assale posteriore e la funzione di ricarica della batteria mediante una gestione combinata di motore termico e macchina elettrica.

Ferrari 296 GTB eManettino per la modalità ibrida

Come sulla SF90 Stradale, anche sulla 296 GTB è stato installato un selettore per la gestione dei flussi energetici denominato eManettino accanto al tradizionale Manettino dei controlli di dinamica veicolo.

Plancia strumenti abitacolo Ferrari 296 GTB ibrida plug-in
Plancia strumenti con l’eManettino per le funzioni ibride

L’eManettino comprende quattro modalità di funzionamento selezionabili tramite comandi al volante:

  • eDrive: il motore termico è spento e la trazione è affidata all’ assale posteriore; con batteria carica permette di percorrere un massimo di 25 km a una velocità non superiore a 135 km/h;
  • Hybrid (modalità predefinita all’accensione): i flussi di potenza ottimizzano l’efficienza del sistema e la logica di controllo decide autonomamente se accendere o spegnere il motore termico. Se acceso, quest’ultimo è in grado di erogare la massima potenza e prestazioni:
  • Performance: il motore endotermico è sempre acceso e favorisce il mantenimento di carica all’efficienza, così da garantire piena disponibilità di potenza. È la modalità da preferire quando si vogliono privilegiare le emozioni di guida;
  • Qualify: privilegia le massime prestazioni al mantenimento della carica della batteria.

Ferrari 296 GTB ibrida plug-in, com’è fatta

Il design della 296 GTB nasce dalla volontà dei designer del Centro Stile Ferrari. Grazie al passo corto e al suo aspetto monolitico, rappresenta la berlinetta della Casa di Maranello più compatta dell’ultimo decennio. La tipica impostazione fastback è stata abbandonata per concentrarsi su un abitacolo che risultasse incastonato in una volumetria possente.

Pulizia formale e incastri netti esaltano la sportività della vettura. Uno degli elementi più connotativi della 296 GTB è l’abitacolo che si distingue rispetto alle altre sportive Ferrari per la sua architettura a visiera. Il tema, già sperimentato su alcune vetture in edizione limitata come la J50 e su One-Off come la P80/C.

Vista laterale Ferrari 296 GTB Assetto Fiorano
Vista laterale della 296 GTB in Assetto Fiorano

La fiancata lascia trasparire l’eleganza della 296 GTB e la sinuosa muscolatura dei parafanghi. Il frontale della 296 GTB è più affusolato; in vista dall’alto. I gruppi ottici traggono ispirazione dalla caratteristica forma a goccia dei proiettori del passato: sulla 296 GTB tale stilema viene reinterpretato con due gocce carenate incastonate sul frontale e trova compiutezza nella composizione formale di proiettore, DRL e presa d’aria dei freni. Il tema monobocca della griglia centrale è stato invece interpretato per scomposizione: ne deriva una forma a bilanciere che sottende la presenza dei due radiatori. Nella parte centrale è stata ricavata un’aletta sospesa di dimensioni contenute che richiama soluzioni adottate in Formula 1.

Il modernissimo posteriore è dominato da un arco rampante ad anello che accoglie alla base la copertura del vano motore, sviluppata su un’inedita superficie tridimensionale di vetro: spicca nella sua parte centrale un elemento in tinta carrozzeria che rappresenta uno stilema caro alla Casa di Maranello, rintracciabile già sulle Ferrari Testarossa e F355 GTB.

Posteriore Ferrari 296 GTB ibrida plug-in
Posteriore della 296 GTB ibrida plug-in

Altra caratteristica della 296 GTB è la coda tronca. La presenza di un unico scarico centrale rappresenta un elemento di modernità. Il cerchio della 296 GTB presenta un trattamento plastico delle razze che accentua l’effetto scultoreo della forma a stella. Sono stati disegnati anche specifici cerchi forgiati a cinque razze la cui parte scolpita è evidenziata da una diamantatura. A ciascuna razza se ne combina una seconda volvente che migliora l’estrazione dell’aria dal vano ruota. Grazie a una riduzione di peso di 8 kg rispetto ai cerchi forgiati, i cerchi in fibra di carbonio opzionali costituiscono poi un riferimento assoluto in termini prestazionali.

Ferrari 296 GTB abitacolo, dentro com’è?

L’abitacolo della 296 GTB si sviluppa intorno all’interfaccia full-digital introdotta sulla SF90 Stradale. Gli interni della 296 GTB rimarcano il concetto di pulizia formale tramite una semplificazione delle forme che integra i contenuti tecnologici all’interno di rivestimenti sobri. Anche i display dell’abitacolo amplificano l’effetto minimalista della cabina, i cui protagonisti indiscussi sono gli arredi. Le finiture, in pregiata selleria italiana, sono impreziosite da materiali tecnici nobili per i componenti funzionali.

All’accensione la 296 GTB mostra un’interfaccia moderna, ergonomica e interamente digitale. La zona passeggero ha un aspetto minimalista; il display, di serie sulla 296 GTB, offre la possibilità di vivere il viaggio in modo partecipe, quasi come un copilota.

Abitacolo Ferrari 296 GTB Assetto Fiorano
Abitacolo Ferrari 296 GTB in Assetto Fiorano

Il tunnel, dall’impostazione analoga a quella della SF90 Stradale, incorpora il selettore del cambio dalla caratteristica forma a cancelletto e l’alloggiamento della chiave. Per la 296 GTB sono stati pensati sedili dallo specifico disegno a diapason, ottenuto attraverso l’impiego di canaline a contrasto.

Un’applicazione della filosofia di massima pulizia formale è rappresentata dall’HUD (Head-Up Display) integrato nella sellatura. Anche la progettazione degli speaker segue lo stesso principio: alla soluzione in metallo si è preferita quella in materiale termoplastico, in tinta con la plancia.

Ferrari 296 GTB SCHEDA TECNICA

Trazione ibrida plug-in

  • Tipo: V6 – 120° – Turbo – Carter secco
  • Cilindrata totale: 2992 cm3
  • Alesaggio e corsa: 88 mm x 82 mm
  • Potenza massima motore termico: 663 cv a 8000 giri/min.
  • Potenza massima sistema ibrido: 610 kW (830 cv) a 8000 giri/min.
  • Coppia massima: 740 Nm a 6250 giri/min.
  • Regime massimo: 8500 giri/min.
  • Rapporto di compressione: 9,4:1
  • Capacità batteria ad alto voltaggio: 7,45 kWh

Dimensioni e pesi

  • Lunghezza: 4565 mm
  • Larghezza: 1958 mm
  • Altezza: 1187 mm
  • Passo: 2600 mm
  • Carreggiata anteriore: 1665 mm
  • Carreggiata posteriore: 1632 mm
  • Peso a secco: 1470 kg
  • Rapporto peso a secco/potenza: 1,77 kg/cv
  • Distribuzione dei pesi: 40,5 % ant. / 59,5 % post.
  • Capacità serbatoio: 65 litri

Pneumatici e cerchi

  • Anteriore: 245/35 ZR 20 J9.0
  • Posteriore: 305/35 ZR 20 J11.0

Freni

  • Anteriore: 398 x 223 x 38 mm
  • Posteriore: 360 x 233 x 32 mm

Trasmissione e cambio

  • Cambio: F1 a doppia frizione e 8 rapporti

Controlli elettronici

  • eSSC: eTC, eDiff, SCM, FDE2.0, EPS, ABS Evo, sensore 6w-CDS; ABS/EBD prestazionale con recupero di energia

Prestazioni

  • Velocità massima: > 330 km/h
  • 0-100 km/h: 2,9 s
  • 0-200 km/h: 7,3 s
  • 200-0 km/h: 107 m
  • Tempo sul giro di Fiorano: 1’ 21”

Foto nuova Ferrari 296 GTB ibrida plug-in

Potrebbe interessarti, anzi te lo consiglio!

👉 Ferrari SF90 Stradale, la supercar ibrida da 1000 CV

👉 Ferrari elettrica, data di uscita e caratteristiche

👉 Listino prezzi FERRARI 👉 Annunci usato FERRARI

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!

Commenta

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto