Notizie auto

Fermo amministrativo proposta di legge

Un emendamento al Dl Infrastrutture elima il rischio di acquistare un’auto usata sui cui grava il fermo amministrativo, con la notifica di sequestro di un veicolo che dovrà essere iscritta obbligatoriamente al PRA.

Prosegue alla Camera la discussione sul Decreto Infrastrutture, che introduce importanti novità nel Codice della Strada. Fra i vari emendamenti ce n’è uno, una proposta di legge sul fermo amministrativo, che si rivolge al mercato dell’usato e punta a risolvere alcuni problemi burocratici nell’acquisto di un veicolo di seconda mano, evitando soprese come scoprire bolli non pagati o fermi amministrativi.

Auto con fermo amministrativo, rischio nell’acquisto

Il fermo amministrativo rende un auto in vendita inutilizzabile, creando un bel problema all’automobilista ignaro che l’acquista, Inoltre si va incontro al rischio, in caso di incidente, di non ricevere nemmeno un euro di indennizzo.

Questo rischio, fino ad ora concreto ora sembra destinato a scomparire, grazie all’emendamento approvato al Dl infrastrutture, dalla deputata Lucia Scanu del Movimento 5 Stelle.

Auto con fermo amministrativo in vendita
Il fermo amministrativo rende inutilizzabile un’auto usata acquistata

Il provvedimento infatti prevede che la notifica di sequestro di un veicolo dovrà essere iscritta obbligatoriamente al PRA, affinché gli acquirenti possano verificarne preventivamente lo stato.

Fermo amministrativo proposta di legge

C’è una proposta di legge sul fermo amministrativo delle auto. L’emendamento perciò propone di integrare l’attuale articolo 213 comma 10 del Codice della Strada, il quale prevede che a notificare al P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) il fermo amministrativo sia il Prefetto.

Cosa è il “fermo amministrativo”

Inoltre come si legge nella documentazione dell’ACI in materia di sequestri e fermi amministrativi: non si rileva ai fini della trascrizione e non deve essere, pertanto, oggetto di valutazione da parte del PRA, l’efficacia di tale provvedimento, dal momento che la richiesta di annotazione può essere effettuata anche in un momento successivo a quello di avvenuta esecuzione e perciò anche dopo che è scaduto il termine di esecuzione.

Fermo amministrativo proposta di legge, il problema della notifica del fermo amministrativo al PRA

Dunque secondo l’attuale legiferazione il fermo amministrativo potrebbe essere notificato anche a provvedimento scaduto, senza che quindi un eventuale compratore ne sia a conoscenza.

La modifica proposta invece prevede che il sequestro del veicolo sia comunicato dalle Forze dell’Ordine ai competenti uffici del Dipartimento per la mobilità sostenibile di cui al comma 10 per l’annotazione al P.R.A.

Notifica fermo amministrativo al PRA
Con la modifica al CdS la notifica di sequestro di un veicolo dovrà essere iscritta obbligatoriamente al PRA

In caso di dissequestro, il medesimo organo di polizia provvede alla comunicazione per la cancellazione dell’annotazione nell’Archivio nazionale dei veicoli e al PRA.

Leggi anche:

Fermo amministrativo auto: cos’è, verifica

Come sospendere o cancellare il fermo amministrativo

Codice della Strada, riforma, le nuove regole

→ AVVISO CODICE DELLA STRADA Resta aggiornato su tutte le novità che riguardano il Codice della Strada.

Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto

→ Se hai avuto una esperienza con il FERMO AMMINISTRATIVO della tua auto e vuoi aggiungere una nota o un consiglio puoi scrivere qui sotto o meglio sarebbe sul nostro FORUM nella discussione FERMO AMMINISTRATIVO!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto