GUIDE CONSIGLINews auto

Ecobonus auto, è arrivato il Decreto attuativo per gli incentivi auto

Gli ecobonus auto sono ufficialmente operativi, è arrivato il tanto atteso Decreto attuativo. Come funzionano e come richiedere gli incentivi per l'acquisto di auto ecologiche e l'installazione di ricariche elettriche presso la propria abitazione.

Gli Ecobonus auto 2019 sono arrivati: con un mese di ritardo rispetto alla tabella di marcia (1° marzo) è arrivato finalmente il Decreto Attuativo. Ci sono voluti 40 giorni di attesa e finalmente lunedì 8 aprile gli incentivi per l’acquisto di auto “green” sono disponibili. Il provvedimento è stato registrato dalla Corte dei Conti ed ora è atteso in Gazzetta Ufficiale.

Ora, come da prassi, sarà attivata e resa operativa la piattaforma telematica da Invitalia sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (https://ecobonus.mise.gov.it/) che utilizzeranno le concessionarie auto per la prenotazione dell’incentivo. Questo provvedimento era molto atteso ed è arrivato in notevole ritardo mettendo in crisi le vendite auto a marzo 2019 con declino del-9,6%.

COME FUNZIONANO Il decreto attuativo rende operativi gli Ecobonus auto e chi avrà già acquistato un’auto elettrica nel mese scorso può accedere lo stesso agli incentivi. L’acquisto dovrà essere registrato sul portale del Mise dalla concessionaria dove si è acquistata l’auto. L’Ecobonus sarà concesso dal concessionario sotto forma di sconto il quale poi a sua volta sarà rimborsato dalla Casa che lo recupererà come credito d’imposta. Gli incentivi auto statali inoltre potranno cumularsi con eventuali sconti che il concessionario deciderà di applicare sul veicolo che si vuole comprare.

Gli econbonus auto 2019 prevedono anche che entro 15 giorni, dalla data di consegna del veicolo nuovo, gli operatori dovranno consegnare a demolitori autorizzati l’eventuale mezzo usato da rottamare. Entro 180 giorni dalla prenotazione, gli operatori dovranno confermare l’operazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato ed il codice fiscale dell’impresa costruttrice o importatrice del veicolo. Invece, per quanto riguarda le auto km zero, non è ancora chiaro nel decreto se godono degli ecobonus.

Gli ecobonus auto sono ufficialmente operativi, è arrivato il tanto atteso Decreto attuativo. Come funzionano e come richiedere gli incentivi.
Tabella incentivi ecobonus auto

SOGLIA INCENTIVI AUTO Ricordiamo che gli ecobonus auto 2019 vengono erogati per l’acquisto di veicoli ecosostenibili nuovi che non costano oltre 54.900 euro, IVA inclusa ed emettono CO2 sotto ai 70 g/km.

Nel dettaglio gli incentivi auto vengono dati 6.000 euro per il range di emissioni da 0 a 20 g/km, rottamando una vettura Euro 1 Euro 2, Euro 3 o Euro 4. E 4.000 euro per comprare un’auto nuova senza rottamare la vecchia.  Se non si ha un’auto da dare indietro l’incentivo è di 4.000 euro. Il bonus scende a 2.500 euro se si opta per un veicolo con emissioni tra i 21 e 70 g/km, che diventano 1.500 senza rottamazione.
Dell’Ecobonus prezzi e soglie ne avevamo anticipato la notizia lo scorso mese di gennaio.

Peugeot e-208 elettrica, ricarica

INCENTIVI PER INFRASTRUTTURE PRIVATE DI RICARICA Nel testo del DM sono elencati anche altri dettagli sulla mobilità elettrica, contenuti nella Legge di Bilancio 2019. Ad esempio si possono usufruire delle detrazioni fiscali per infrastrutture private ovvero per la installazione di impianti di ricarica per auto elettriche con potenza addizionale fino a 7 kiloWatt, in base a spese documentate sostenute dal primo marzo da soggetti passivi dell’imposta sul reddito sia delle persone fisiche (condomìni compresi) sia delle società.

Ricarica Volkswagen_e-up

GUIDA agli incenti auto per auto elettriche

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Close
Close