Alfa RomeoEV DrivingMilanoNotizie autoVideo

Anteprima dell’Alfa Romeo Milano, come potrebbe essere

Arriva la prima auto della storia Alfa Romeo sotto Stellantis. La B-SUV si chiama "Milano", in onore alla città dove è nato il Biscione Alfa.

Alfa Romeo Milano è il nuovo modello Alfa Romeo che sarà presentato il 10 aprile 2024 alle ore 17:00, ovviamente nel capoluogo lombardo. Alfa Romeo è molto attiva nel segmento dei B-SUV; dopo il debutto di Tonale, nonché primo modello ibrido Alfa, ha lanciato un nuovo B-SUV che rappresenta il primo modello del Biscione sotto la guida del gruppo Stellantis il cui arrivo nelle concessionarie è programmato nei prossimi mesi.

→ SCOPRI TUTTE LE INFORMAZIONI PREZZI MOTORI CARATTERISTICHE dell’Alfa Romeo Milano!

Alfa Romeo Milano Speciale frontale
Alfa Romeo Milano Speciale frontale

Alfa Romeo Milano

La nuova Alfa Romeo si chiama Milano, in omaggio alla città dove è nato il Biscione, esattamente il 24 giugno 1910. Lo stemma di Alfa Romeo, fin dal 1910, rappresenta due simboli distintivi di Milano: la croce, simbolo storico della città, e il biscione, emblema della casata nobiliare viscontea.

Una delle prime immagini dell'Alfa Romeo Milano diffuse in anteprima sui social
Una delle prime immagini dell’Alfa Romeo Milano diffuse in anteprima sui social

Il nome “Milano” è stato presente nel logo di Alfa Romeo per oltre 60 anni (1910-1972), inizialmente accompagnato dall’acronimo “A.L.F.A.” (Anonima Lombarda Fabbrica Automobili) fino al 1918, e successivamente da “ALFA ROMEO” dal 1919 in poi.

Alfa Romeo B-SUV, anteprima, come sarà

Le prime immagini della tanto attesa Alfa Romeo elettrica sono trapelate su Instagram e forniscono un’anteprima del design B-SUV. A differenza dei SUV Alfa Romeo più grandi, questo modello non sembra essere una semplice versione in scala ridotta, con una lunghezza di circa 4,2 metri.

La prima immagine del B-SUV Alfa Romeo

Il nuovo frontale presenta il simbolo del Biscione in formato tridimensionale e una reinterpretazione del classico trilobo tipico delle Alfa.

I proiettori a LED sono sottili e divisi su due livelli. La firma luminosa è creata dalle luci diurne su tre strisce superiori e una inferiore, anche se potrebbe non essere definitiva, dato che si tratta di un concept. Inoltre, la targa sembra essere posizionata centralmente.

Alfa Romeo Milano
L’Alfa Romeo elettrica si chiama Milano

La fiancata ha un design lineare con maniglie tradizionali sulle porte anteriori e maniglie “nascoste” nel rivestimento superiore delle finestre, richiamando elementi di alcuni modelli Alfa Romeo passati.

Motore, batteria e autonomia dell’Alfa Romeo elettrica

Il nuovo B-SUV Alfa Romeo è il primo modello elettrico della storia del Biscione. La fusione che ha dato vita a Stellantis ha aperto a nuove opportunità tecnologiche, con Alfa Romeo che può usufruire della piattaforma multienergia E-CMP dell’ex Groupe PSA, condivisa con Jeep Avenger, Fiat 600, DS 3 E-Tense, Peugeot e-2008 e Opel Mokka.

La nuova Alfa Romeo nasce sulla base tecnica della Fiat 600 e Jeep Avenger

Similmente alla Jeep Avenger e alla Fiat 600, il veicolo potrebbe vantare un motore elettrico da 156 CV e 260 Nm, alimentato da una batteria al litio da 54 kWh che funziona a 400 Volt. Probabilmente avrà anche un’unità termica 1.2 hybrid da 136 CV con cambio automatico doppia frizione e-Dct 6 o benzina da 1.2 litri turbo con una potenza di 100 CV. Dalla foto si evince anche che beneficerà di una architettura 4×4 full electric.

Alfa Romeo Milano test di sviluppo

Lo sviluppo della Milano è nelle fasi finali di validazione presso la pista Stellantis di Balocco. Una squadra di ingegneri italiani sta perfezionando il veicolo in vista dell’avvio della produzione in serie. I tecnici coinvolti hanno contribuito a progetti come le Giulia e Stelvio Quadrifoglio, la 8C Competizione, la 4C e la nuova 33 Stradale. L’obiettivo ambizioso del marchio italiano è creare un SUV con “handling e dinamica di guida migliori della categoria”.

La messa a punto della Milano, guidata da Domenico Bagnasco, punta all’eccellenza tipica di Alfa Romeo. Concentrandosi sulla dinamica di guida distintiva, la squadra interviene specificamente sulle sospensioni per assicurare uno sterzo diretto e preciso in curva.

Team di sviluppo sulla nuova Alfa Romeo Milano sulla pista di Balocco
Il team di sviluppo sulla nuova Alfa Romeo Milano

Stefano Cereda, a capo del progetto, è noto per il suo ruolo chiave nei progetti Alfa Romeo, mentre Luigi Domenichelli gestisce lo sviluppo tecnico del veicolo con l’obiettivo di garantire prestazioni, durabilità e comfort di alto livello, insieme a un’ergonomia all’avanguardia.

Come si chiama l’Alfa Romeo elettrica, quando arriva

Il nome ufficiale del nuovo modello Alfa Romeo è Milano. La presentazione ufficiale è stata programmata per il 10 aprile 2024, proprio nella città di Milano. Nonostante sia chiamata come il capoluogo lombardo, la Milano verrà prodotta in Polonia, nello stabilimento di Tichy, dove Stellantis già produce la Jeep Avenger e la Fiat 600. Il prezzo supererà i 40.000 euro, con l’eventuale versione ibrida che costerà di meno.

Il video della presentazione dell’Alfa Romeo Milano

La prima Sport Urban Vehicle della storia di Alfa Romeo sarà infatti sia elettrica che ibrida, mentre nel 2025 sarà presentato il primo veicolo Alfa Romeo venduto esclusivamente in versione 100% elettrica. Dal 2027, l’intera gamma Alfa sarà 100% elettrica. Per ulteriori notizie ufficiali occorre attendere, rimanete sintonizzati su NewsAuto.it.

SCOPRI TUTTE LE INFORMAZIONI SULLA NUOVA Alfa Romeo Milano

Leggi anche:

→ Tutte le novità, prove auto su ALFA ROMEO
Video auto Alfa Romeo provate
Listino prezzi Alfa Romeo

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto