GUIDE CONSIGLINews

Tasso Alcolemico, valori limiti e sanzioni

La guida in stato di ebbrezza può diventare reato con la confisca e perdita di possesso del veicolo, oltre al pericolo su strada.

Attenzione alla guida in stato di ebbrezza perché è un reato punito con diverse sanzioni a seconda del tasso alcolemico riscontrato al conducente al momento del fermo. Impariamo a conoscere bene quale è questo limite e in che modo donne e uomini lo superano in base alla quantità e tipologia della bevanda assunta e soprattutto le sanzioni. Il consiglio è quello di fare molta attenzione sia per la sicurezza alla guida sia per le elevate sanzioni con rischio di perdita di possesso del veicolo per confisca.
La legge stabilisce attualmente il limite di 0,5 grammi/litro di alcol nel sangue, limite oltre il quale il conducente viene definito in stato di ebbrezza e quindi soggetto a provvedimenti sanzionatori.
La guida con un tasso di alcol nel sangue superiore a 0,5 grammi/litro limite viene punita con sanzioni elevate, decurtazione di 10 punti della patente e multe severe. Se poi il tasso è oltre 0,8 grammi/litro guidare diventa reato.

Il nuovo codice della strada, stabilisce tolleranza zero per i conducenti con meno di 21 anni, per i neopatentati che hanno la patente da meno di 3 anni e per i conducenti professionali o di autoveicoli con patente C, D, E. Queste categorie non possono bere alcol quando guidano mentre per gli altri vale ancora il limite alcol-emico di 0,5 grammi/litro.

Tasso alcolemico e sanzioni

Il rilevamento del tasso alcolemico viene effettuato con l’etilometro da parte degli organi di controllo (Polizia, Carbinieri, Polizia Municipale, ecc) al conducente di una vettura che deve soffiare l’aria espirata all’interno della sonda rilevatrice dello strumento. L’alcool test viene solitamente ripetuto due volte a distanza di 5 minuti l’una dall’altra. Analizziamo le sanzioni in merito.

Tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 g/litro

In caso di tasso alcolemico variabile tra 0,5 e 0,8 g/litro la sanzione pecunaria amministrativa prevista varia da 532 a 2.127 €. La violazione entro questi valori prevede anche sospensione della patente da 3 a 6 mesi. 

Tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/litro

Quando il tasso alcolemico misurato con l’etilomentro risulta tra 0,8 e 1,5 g/litro allora bisogna iniziare a preoccuparsi seriamente: la violazione diventa reato e si è puniti con una ammenda che va da 800 a 3.200 euro, arresto fino a un massimo di 6 mesi e sospensione della patente da 6 mesi a un anno;

Tasso alcolemico oltre 1,5 g/litro, sanzioni

Quando il valore del tasso alcolemico misurato supera i 1,5 g/litro, ovviamente la pena è ancora più grave:
ammenda da 1.500 a 6.000 euro, arresto da 6 mesi a un anno, sospensione della patente da uno a due anni, periodo raddoppiato nel caso in cui il veicolo appartenga ad una persona diversa.
Ciao ciao alla patente nel caso in cui l’infrazione di ebrezza alla guida è recidiva nell’arco di due anni: la patente viene revocata.

Tasso alcolemico sequestro / confisca veicolo oltre i 1,5 g/litro

Quando il tasso alcolemico misurato supera 1,5 g/litro, l’auto può essere sottoposta a sequestro e, con la sentenza di condanna, viene definitivamente confiscata dallo Stato), almeno che non appartenga a persona estranea al reato.

Multe e sanzioni per guida in stato d’ebrezza

Tasso alcolemico

Sanzione

tra 0,5 g/l a 0,8 g/l

ammenda da 500 a 2.000 euro. Sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

tra 0,8 e 1,5g/l

ammenda da 800 a 3.200 euro e arresto fino a 6 mesi. Sospensione della patente per un periodo di tempo compreso tra 6 mesi e 1 anno.

oltre 1,5 g/l

ammenda tra 1.500 e 6.000 euro e arresto da 6 mesi ad 1 anno, con un minimo di 6 mesi. Sospensione della patente da 1 a 2 anni. Confisca del veicolo con la sentenza di condanna.

Guida in stato di ebrezza cosa fare

Se si supera il limite – Quando si viene fermati con tasso alcolemico sopra il limite previsto dalla norma, il veicolo non può essere condotto dalla persona in stato di ebbrezza, per cui se non è possibile affidarlo ad altra persona lo stesso può essere fatto recuperare da un soggetto autorizzato ad esercitare l’attività di soccorso stradale e deposito per trasportarlo presso un luogo indicato dallo stesso trasgressore, oppure, in mancanza presso l’autorimessa del soggetto che ha proceduto al recupero stesso.Birra bionda come la ragazza bionda alcol alla guida

TASSO ALCOLEMICO NEOPATENTATI

Per neopatentati (patente da meno di tre anni), per chi ha meno di 21 anni e per i guidatori professionali o chi conduce veicoli che superano le 3,5 tonnellate vale la regola del tasso zero. Ovvero al momento dell’alcol test non deve risultare nulla.
Leggi anche “Omicidio stradale è reato” QUI 
Birra alcol partita a dama pericolo alla guida

RIFIUTARSI DI FARE L’ALCOLTEST?

In cado di guida in stato di ebrezza, la norma prevede che il conducente possa essere sottoposto ad un accertamento alcolimetrico attraverso uno strumento chiamato etilometro che misura la quantità di alcol contenuta nell’aria espirata. L’esame viene ripetuto due volte a distanza di 5 minuti l’una dall’altra. Chi senza giustificato motivo rifiuta di sottoporsi al controllo etilometrico commette un illecito penale con le seguenti sanzioni: a) arresto da tre mesi ad un anno; b) ammenda da 1.500 a 6.000 euro; c) sospensione della patente per un periodo da 6 mesi a 2 anni e la revoca nel caso in cui il conducente sia stato condannato per il medesimo reato nei due anni precedenti; d) confisca del veicolo, salvo che lo stesso appartenga a persona estranea al reato.

Con l’ordinanza di sospensione il Prefetto ordina al conducente di sottoporsi a visita medica di revisione della patente di guida presso la commissione medica provinciale. Per la violazione, inoltre, è prevista la decurtazione di 10 punti dalla patente.donna-girl-birra (2)
LIMITE TASSO ALCOLEMICO troppo basso?

Il limite del tasso alcolemico di 0,5 grammi/litro viene talvolta ritenuto troppo basso e criticato da molti conducenti di veicoli. Alcuni studi dimostrano tuttavia che basta una piccola percentuale di alcol nel sangue per alterare il sistema nervoso, rallentare i riflessi, ridurre il campo visivo e la capacità di percepire gli stimoli.

Sintomi ebbrezza in base alla concentrazione di alcol nel sangue

Tasso alcolemico compreso tra 0,1-0,2: iniziale sensazione di ebbrezza con affievolimento del livello di attenzione e controllo;
Tasso alcolemico 0,3-0,4: sensazione di ebbrezza e diminuzione delle inibizioni, accompagnate da nausea, riduzione del coordinamento motorio e del livello di attenzione;
Tasso alcolemico 0,5-0,8: stato di ebbrezza, cambiamento di umore, nausea, sonnolenza, stato di eccitazione emotiva che comportano minor capacità di giudizio, riflessi rallentati e vomito;
Tasso alcolemico 0,9-1,5: stato di ebbrezza, umore alterato, confusione, disorientamento con conseguente riduzione dell’autocontrollo, alterazione dell’equilibrio, linguaggio male articolato e vomito;
Tasso alcolemico 1,6-3,0: stordimento, aggressività, stato depressivo con grave alterazione dello stato psicofisico, stato di inerzia generale, ipotermia e vomito;
Tasso alcolemico 3,1-4,0: stato di incoscienza accompagnato da allucinazioni, riflessi annullati, coma e possibilità di morte per soffocamento da vomito;
Tasso alcolemico oltre 4: problemi respiratori, sensazione di soffocamento con conseguente battito cardiaco rallentato, coma e possibile morte per arresto cardiaco.

Quanto posso bere per non superare i limiti alcolici?

Non è possibile definire un criterio univoco che valga per tutti, il limite dipende da diversi fattori quali il sesso della persona, il peso, l’età, la gradazione degli alcolici, stomaco vuoto o pieno, il tempo che intercorre tra l’uso di alcol e il mettersi al volante e così via. Esistono della tabelle indicative definite dal governo (puramente indicative e senza alcun valore legale) che, in relazione ad alcuni criteri, definiscono le quantità di alcol ingeribile per non superare il tasso alcolemico di 0,5 e non essere colti in stato di ebbrezza.

Le tabelle indicative di seguito riportate sono spesso appese in pub, discoteche, ristoranti ovvero nei luoghi in cui avviene prevalentemente il consumo di bevande alcoliche (i valori si riferiscono ad un’assunzione di alcol effettuata entro 60-100 minuti).La Legge 120/2010 ha reso obbligatorio dal 13 novembre 2010 per tutti i locali che somministrano alcolici, la cui attività si protrae oltre la mezzanotte, di esporre le tabelle alcolemiche anche se non effettuano attività di spettacolo e di intrattenimento. Le tabelle devono essere affisse all’entrata, all’interno e all’uscita del locale. I gestori dei locali dovranno tenere a disposizione dei clienti almeno presso un’uscita uno strumento precursore per la misurazione del tasso alcolemico.

Tabella principali sintomi correlati al tasso alcolemico

Questa tabella contiene i principali sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica. Vengono identificati otto raggruppamenti di valori alcolemici, per ciascuno dei quali sono riportati in un linguaggio comprensibile i principali sintomi ed effetti psico-fisici correlati. Per sottolineare adeguatamente che anche un’alcolemia considerata bassa (da 0,1 a 0,3 grammi per litro) può avere, in particolare per alcuni soggetti, effetti concreti sulla guida, si parte dal tasso alcolemico pari a zero, l’unico che può essere considerato veramente sicuro per la guida.tabella-alcolemiche
LINK scarica pdf:  tabella sintomi guida stato ebrezza

Tabella di stima delle quantità di bevande alcoliche

Questa tabella contiene la stima delle quantità di bevande alcoliche che determinano il superamento del tasso alcolemico legale per la guida in stato di ebbrezza, pari a 0,5 grammi per litro. Si utilizza come dato di base il tasso alcolemico derivante dalla assunzione di una unità standard di bevanda alcolica. Tale unità standard fa riferimento ai bicchieri, lattine o bottiglie più comunemente serviti nei locali interessati dalla legge 160/2007. Per il calcolo dei valori di tasso alcolemico è stata utilizzata la formula di Widmark corretta. Per consentire una stima adeguata dei suddetti valori si è fatto riferimento, oltre che al peso corporeo, secondo le indicazioni della legge 160/2007, anche al sesso e alla condizione dello stomaco (pieno o digiuno), secondo le indicazioni degli esperti della Commissione ministeriale.tabella-alcolemiche Tabella di stima delle quantità di bevande alcoliche

L’etilometro come funziona

L’etilometro è uno strumento di misurazione utilizzato per determinare il valore dell’alcool, ovvero dell’etanolo contenuto nel sangue. Da noi in Italia sono omologati gli apparecchi in grado di misurare tale concentrazione attraverso l’analisi dell’aria alveolare espirata.

Alcol ed etanolo

L’etanolo viene rapidamente assorbito dallo stomaco e dall’intestino tenue; si distribuisce in tutta l’acqua corporea (che, per l’organismo umano, ammonta a circa 0,55 l/kg). La maggior parte (circa il 90%) dell’etanolo viene metabolizzato nell’organismo, mentre una piccola parte viene eliminato nelle urine, nel sudore e nell’aria espirata: il rapporto di etanolemia (concentrazione di etanolo nel sangue) e aria alveolare è relativamente costante, 80 mg di etanolo per 100 ml di sangue producono 35 µg/100ml di etanolo nell’aria espirata. La concentrazione alcoolemica viene indicata in g/l, in modo da determinare il superamento dei limiti fissati dal codice della strada attualmente pari a 0,5 g/l.Alcol test, Tasso alcolemico Test etilometro Polizia stradale
L’alcol nel sangue come si misura correttamente

Per poter misurare correttamente il livello di alcol, bisogna tenere in considerazione che il nostro organismo assorbe tutto l’alcol ingerito dopo circa 1 ora e che, essendo molto lento il suo metabolismo, resta in circolo per molte ore diminuendo pian piano (10 – 15 ml di alcol all’ora). La proprietà più importante dell’etanolo per cui può essere rilevato nell’espirazione umana è che quando il sangue contenente l’alcol attraversa la zona dei polmoni espelle attraverso la respirazione parte di esso, che è sempre proporzionale alla quantità presente in quel momento nel sangue. Per questo motivo analizzando la quantità di alcool etilico espulso con la respirazione si può misurare il livello di alcolemia.

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo con Peugeot e nei monomarca con Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Simili

Close