GUIDE CONSIGLI AUTONotizie auto

Cinghia distribuzione, pro e contro per quella a bagno d’olio

Come allungare la vita alla cinghia di distribuzione in gomma a bagno d'olio. Pro e contro rispetto alla cinghia tradizionale "a secco" e catena.

La cinghia della distribuzione in gomma a bagno d’olio viene utilizzata nei motori a benzina di piccole dimensioni, con cilindrate comprese tra 1,0 e 1,6 litri, perché offre diversi vantaggi. Una soluzione tecnica innovativa impiegata sia da Ford sia sui propulsori 3 cilindri a benzina 1.2 PureTech montati su molte auto come la Peugeot 208, la Citroën C3, l’Opel Corsa ed altre che in alcuni casi ha fatto registrare problemi di affidabilità con questo motore in particolare.

Cerchiamo di capire qualcosa in più sulla cinghia di distribuzione in gomma a bagno d’olio montata su alcuni motori di Peugeot, Citroën, DS ed Opel che è già stata modificata sulle ultime versioni, sostituita con una più robusta.

Cinghia di distribuzione in gomma a bagno d’olio

La cinghia di distribuzione in gomma a bagno d’olio presenta alcuni vantaggi rispetto alla cinghia in gomma tradizionale:

  • Durata: le cinghie di distribuzione in gomma a bagno d’olio hanno una durata superiore alle cinghie di distribuzione in gomma tradizionali. Possono essere sostituite ad un chilometraggio superiore a quello solito delle cinghie in gomma tradizionali “a secco” per le quali i costruttori consigliano la sostituzione tra 90.000 e 110.000 km e massimo entro i 5/6 anni per il degradamento della gomma. La cinghia a bagno d’olio dovrebbe quasi raddoppiare il chilometraggio ed allungare il periodo temporale.
  • Resistenza: le cinghie di distribuzione in gomma a bagno d’olio sono più resistenti delle cinghie di distribuzione in gomma tradizionali.
  • Risparmio di carburante, emissioni ridotte di CO2.
  • Minore rumorosità rispetto ai tradizionali componenti delle trasmissioni a catena.

La cinghia viene costruita per essere in grado di sopportare costanti esposizioni a vari tipi di olio e additivi che potrebbero essere impiegati nei motori, operare in una diversificata gamma di condizioni come temperature elevate fino a 150 °C (e superiori) e ambienti in tutto il mondo. Nella progettazione di una cinghia in gomma a bagno d’olio viene effettuata anche un’analisi delle possibili variazioni chimiche presenti nell’olio motore nel corso della sua vita utile, valutando anche il loro impatto sui materiali e sulle proprietà fisiche delle cinghie.

Cinghie di distribuzione in gomma a bagno d’olio. La spiegazione in tributo al nostro amico EMA.

Per garantire una lunga vita alla cinghia in distribuzione in gomma a bagno d’olio è fondamentale rispettare i tagliandi e soprattutto utilizzare l’olio con le specifiche previste dal costruttore. Purtroppo si tende spesso a risparmiare sul lubrificante: questo comporta l’utilizzo di un olio più scadente con additivi che potrebbero essere più aggressivi sulla gomma della cinghia e, in altri casi, con specifiche non conformi che causano anche un consumo anomalo dello stesso.

Alcuni motori che impiegano la cinghia in gomma a bagno d’olio:

  • Motori PureTech di PSA Peugeot Citroën serie EB (distribuzione)
  • Motori 1.0 EcoBoost di Ford (distribuzione)
  • Motori Ford diesel Common Rail 1.800 (per azionamento pompa gasolio)
  • Motori Volkswagen diesel common rail TDI da 1,6 e 2,0 litri VW (per azionamento pompa olio)

Problemi cinghia distribuzione a bagno d’olio

Il problema riscontrato, in alcuni casi, sulla cinghia in gomma a bagno d’olio si è presentato con l’usura precoce della stessa che tende a creare delle micro spaccature della superfice esterna. Il rischio ipotizzato è l’intasamento dei condotti sulla pompa dell’olio nei casi in cui non si provvede alla sostituzione periodica del lubrificante.

Questa situazione potrebbe influire sulla pompa dell’olio a causa dei residui gommosi, compromettendone il corretto funzionamento. In realtà queste micro fessure sono presenti anche sulle cinghie di distribuzione che lavorano “a secco”, esse sono solo superficiali e non interessano la struttura delle tele che garantiscono la resistenza meccanica.

Nuovi motori Euro 6.2 Groupe PSA
Motore benzina PureTech 3 cilindri che utilizza la cinghia di distribuzione in gomma a bagno d’olio

I nostri riparatori autorizzati sono perfettamente formati per fare la diagnosi corretta e proporre le migliori soluzioni in questa situazione ben specifica”, ha assicurato Stellantis in Francia, spiegando anche che “in alcune condizioni di guida, alcuni clienti possono notare un deterioramento della cinghia di distribuzione dovuto a un invecchiamento prematuro dell’olio“. Stellantis aggiunge anche che “Il rispetto dell’intervallo di manutenzione dell’olio e l’uso dell’olio adeguato sono essenziali per preservare lo stato della cinghia di distribuzione“, afferma il gruppo industriale. Nel 2020 e nel 2022, sono comunque state organizzate campagne di richiamo.

Per risolvere il problema anche nei casi registrati sull’usura precoce della cinghia di distribuzione, Stellantis sembra essere prossima ad annunciare la sostituzione gratuita della cinghia per i modelli interessati entro 5 anni o 100.000 km. Per le vetture con un’età compresa tra i 5 e gli 8 anni (massimo 150.000 km), i costi dei ricambi dovrebbero essere coperti.

Nuove cinghie di distruzione a bagno d’olio più resistenti

Sui nuovi motori PureTech viene utilizzata una nuova cinghia di distribuzione più robusta che dovrebbe assicurare un chilometraggio ancora più elevato ed una maggiore sicurezza per tutti.

Cinghia distribuzione in gomma Dayco a bagno d'olio
Cinghia distribuzione in gomma a bagno d’olio Dayco per un motore monoalbero (1 albero a cammes)

Peugeot sconto per sostituzione kit distribuzione e pompa acqua fuori garanzia

Segnaliamo che è attiva una campagna di sconti Peugeot (offerta valida fino al 31/03/2024 presso tutti i Riparatori Autorizzati) del 20% valida sui questi ricambi: cinghia di distribuzione, tendicinghia mobile e fisso (se previsto), pompa dell’acqua e minuteria, per le vetture con anzianità superiore ai 36 mesi.

cinta di distruzione a bagno d'olio motore benzina Puretech 3 cilindri
La nuova cinghia a bagno d’olio sarà più robusta

Sotto un esempio delle perfette condizioni della cinghia sul motore di una Peugeot 208 di un utente che ha regolarmente effettuato il cambio olio con le specifiche del lubrificante prescritte dalla Casa, rispettando anche il chilometraggio.

Condizione di una cinghia di distribuzione a bagno d’olio dopo 70.000 e 4 anni e mezzo.

Leggi altri contenuti simili

Tecnica automobilistica
Sottosterzo
Tutto sui freni
Tutto sul cambio di velocità
Tutto sul cambio automatico
SCHEDE TECNICHE
Caratteristiche tecniche

Tutto sul turbocompressore

→ Cosa ne pensi? Fai un salto sulla discussioni sul FORUM!






ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Seleziona lista (o più di una):

Informativa sulla privacy

Pulsante per tornare all'inizio
error: © Contenuti coperti da Copyright

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto