CeedFotogalleryKiaPRIMO CONTATTOVideo

Kia ceed 2019, prova nuovo motore diesel 1.6 136 CV

Kia si fa largo nell’affollato segmento C con la nuova ceed, nelle versioni Berlina e Sportwagon. Su questo modello debutta la guida autonoma di Livello 2. La prova su strada del diesel 1.6 da 136 CV

MOTORE
1.6 Turbo
CAVALLI
136
Velocità Max.
200 km/h
PESO / POTENZA
9,85 Kg/CV

KIA CEED 2019 – Dopo l’anteprima di Ginevra 2018 Kia abbiamo provato la nuova ceed, che si fa strada nell’affollato segmento C. Le sue armi per battere mostri sacri come ad esempio la Volkswagen Golf, la regina delle vendite nel segmento, sono il suo nuovo design accattivante, la tecnologia di bordo ed i nuovi sistemi ADAS, che permettono la guida autonoma di Livello 2.

Ci sarà da sgomitare ma intanto parte da alcuni punti fermi ovvero dalle diverse declinazioni con cui si presenta agli automobilisti italiani: Berlina a 5 porte, Station Wagon, Shooting Brake (novità al recente Salone di Parigi 2018) e CUV. Quest’ultima versione crossover sarà presentata nel 2019.Kia_ceed 2019 berlina, vista di profilo Stadio San Siro

Kia ceed 2019 caratteristiche

Prima di passare alla prova su strada, che abbiamo effettuato sulle strade di Milano zona San Siro, parliamo velocemente delle principali caratteristiche della Kia ceed 2019 (minuscolo) Dall’arrivo sul mercato della prima generazione nel dicembre 2006 ne sono state costruite oltre 1,28 milioni di unità. La seconda generazione, nata nel 2012, con 640.000 unità vendute ha raccolto il testimone e ulteriormente consolidato la presenza sul mercato.

La sua terza evoluzione è un altro salto in avanti notevole. A partire dal nome, non più cee’d ma ceed (Community of Europe, with European Design), a sottolineare il forte legame con l’Europa.Kia_ceed 2019 berlina, vista posteriore Stadio San Siro

Kia ceed 2019 guida autonoma di Livello 2

La novità più grande della Kia ceed 2019 è rappresentata dai nuovi sistemi di aiuto alla guida (ADAS), che consentono la guida autonoma di Livello 2. Grazie una serie di sensori esterni, il sistema tiene sotto controllo il traffico e verifica la posizione degli altri veicoli, consentendo di cambiare corsia in tutta sicurezza. Con questa tecnologia l’auto sterza, accelera o frena mantenendo sempre il centro della corsia, a una velocità compresa da 0 a 180 Km/h.

Di seguito invece gli altri sistemi di aiuto alla guida presenti sulla Kia ceed: High Beam Assist, Driver Attention Warning, Lane Keeping Assist Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind Spot Collision Warning, Rear Cross-Traffic Collision Warning.e Forward Collision Warning. Quest’ultimo è un optional e può essere associato al Forward Collision-Avoidance Assist che riconosce anche pedoni e ciclisti e avvisa il guidatore attraverso segnali tattili sul volante.Kia_ceed 2019 Sportwagon, vista posteriore

Motori benzina e diesel Euro 6d-Temp

Sulla nuova Kia ceed 2019 debutta un’ampia gamma di propulsori Euro 6d-Temp, progettati per consumare poco e per rispettare l’ambiente. Fra le motorizzazioni a benzina, con filtro antiparticolato, abbiamo il turbo 1.0 a iniezione diretta T-GDi da 120 CV, con una coppia di 172 Nm ed emissioni di 122 g/km, il nuovo 4 cilindri T-GDi da 1,4 litri e 140 CV, che sostituisce il precedente GDI 1.6.

Si tratta di un motore più piccolo ma che offre il 4% di potenza in più, grazie al turbocompressore che assicura un’erogazione di coppia più ampia rispetto al precedente 1.6 litri. Completa la gamma benzina la versione da 100 CV dell’1.4 litri MPi (124 Nm).Kia_ceed 2019 Sportwagon, vista di profilo

Ampia anche l’offerta di motori diesel Euro 6d Temp, ad iniziare dal nuovissimo common rail a iniezione diretta CRDi da 1.6 litri, nelle versioni da 115 e 136 CV, con valori di coppia di 280 Nm ed emissioni al di sotto dei 110 g/km misurati già con la nuova procedura di omologazione WLTP (Worldwide Harmonised Light Vehicle Test Procedure).
Tutte le motorizzazioni sono abbinate ad un cambio manuale a 6 rapporti, con eccezione dei nuovi motori 1.4 T-GDi e 1.6 CRDi (sia 115 che 136 CV) che sono disponibili anche con la trasmissione DTC a doppia frizione a 7 marce.

Il motore diesel è quello che secondo le vendite va per la maggiore ed è la motorizzazione che abbiamo scelto per la nostra prova su strada. In particolare ci siamo concentrati su come va il CRDi da 1.6 litri da 136 CV a cambio manuale a 6 rapporti prima sulla versione wagon e poi automatico a doppia frizione sulla berlina.Kia_ceed 2019 Sportwagon, vista frontale

Come va su strada?

La Kia ceed Sportwagon sulle strade dell’hinterland milanese si è fatta apprezzare per il confort generale di bordo. La visuale è ottima ed i comandi sono a portata di mano. I sedili sono regolabili elettricamente ed in pochi istanti si trova la propria posizione di guida ideale. Quando si spegne l’auto il sedile torna in una posizione che permette di uscire facilmente dall’auto. Successivamente appena si accende il motore ritorna in quella impostata per la guida.

Il quadro strumenti è ancora della vecchia scuola ovvero analogico con un piccolo schermo digitale fra i due quadranti dei giri motori e della velocità. Sulla plancia abbiamo materiali di buona qualità al tatto, l’unica cosa da rivedere è il tunnel centrale all’altezza della leva del freno a mano manuale (quello elettrico è un optional), abbastanza spoglio e contraddistinto da plastiche dure.Kia_ceed 2019, abitacolo

Su strada in particolare ci ha colpito l’assetto morbido, che ben assorbe le asperità del manto stradale. Sotto ci sono pneumatici Michelin Primacy 3 225/45 R17. La sospensione anteriore infatti impiega un nuovo sistema di valvole di smorzamento in grado di assorbire anche le vibrazioni più piccole. Le molle posteriori adottano invece una taratura più morbida del 10%.

Nel breve tragitto della prova inoltre si è fatto apprezzare anche lo sterzo morbido nel traffico e nelle manovre e rigido quando la velocità è aumentata. Schiacciando a fondo il pedale dell’acceleratore, per brevissimi momenti considerando che parliamo di una prova prettamente cittadina, il motore non si è fatto pregare ed ha risposto bene. Il cambio manuale ha innesti rapidi e precisi e va bene anche in città.

Nella seconda parte della prova le sensazioni al volante della versione 5 porte sono state pressoché simili a quelle provate sulla wagon. L’unica grande differenza riguarda la taratura dello sterzo, che risulta un po’ più duro sulla berlina e meno adatto ad una guida cittadina. Paradossalmente nelle rotatorie milanesi è stata più agile la wagon rispetto alla berlina. Per quanto riguarda il cambio automatico ha confermato le buone impressioni che ci ha fatto sulla sorella maggiore Sportage. Al semaforo il guidatore avrebbe bisogno dell’ausilio del freno di stazionamento elettrico ma che purtroppo non è di serie.Kia_ceed 2019 Sportwagon, primo contatto con Marco Savo

Kia ceed #BellaMossa

Ad accompagnare il lancio della nuova Kia ceed 2019 c’è la nuova campagna di comunicazione #BellaMossa che vede la partecipazione di due volti noti come il come il campione del mondo Alessandro Del Piero e la presentatrice Diletta Leotta. Attraverso video virali i due alla guida della ceed cercano di trasformare le “cattive mosse” degli automobilisti in “belle mosse”, grazie alla tecnologia dell’auto e dei suoi sistemi ADAS di aiuto alla guida.

Kia ceed Bellamossa Del Piero-Leotta

Kia ceed prezzi

La Kia ceed 2019 debutta sul mercato con un prezzo di listino che parte da 19.750 euro. Gli allestimenti disponibili sono tre: Pure Business Class ed Evolution. Il primo è il livello entry level, il secondo quello intermedio da 22.500 ed il terzo top di gamma da 26.000 euro. La configurazione Sportwagon costa 1.000 euro in più rispetto a quella berlina. Anche la ceed beneficia dell’esclusiva garanzia estesa Kia 7anni/150.000 km.Kia_ceed 2019 berlina, vista laterale

COM’È FATTA LA NUOVA CEED

ANNUNCI USATO CEED – LISTINO PREZZI CEED

POSITIVO

– Sedili regolabili elettricamente
– Confort di bordo
– Assetto che neutralizza le imperfezioni del manto stradale
– Design accattivante
– Sistemi ADAS di aiuto alla guida

NEGATIVO

– Di serie non c'è il freno di stazionamento elettrico
– Plastiche dure e aspetto "povero" nel tunnel centrale
Tags

Marco Savo

Classe 1983, giornalista, grandissimo appassionato di motori e calcio... !
Close