BroncoFordFotogalleryNotizie autoPROVA COMPLETATESTVideo

Ford Bronco Sport, impressioni dalla prova e test GOAT

Il SUV compatto che sta facendo impazzire l’America sbarca in Italia. Grazie all’importatore parallelo Fioravanti Motors di Castelmassa di Rovigo, abbiamo guidato in anteprima il Ford Bronco Sport per capire se il carattere offroad lo abbia davvero. Curiosi di saperlo?

MOTORE
2.0
Turbo ecoboost

CAVALLI
249

Velocità Max.
200
km/h

PESO / POTENZA
6,75
Kg/CV

Alzi la mano chi ricorda come il Ford Bronco divenne celebre in tutta l’America e pure nel resto del mondo. Se non siete fra questi, niente paura, ve lo diciamo noi. Era il 1994 quando le televisioni a stelle e strisce trasmisero in diretta l’inseguimento di un Bronco bianco. Su questo viaggiava l’ex campione di football americano e attore O.J. Simpson, in fuga con l’accusa di duplice omicidio.

Ford Bronco Sport, come va

Come va il Bronco Sport? A sentir parlare di Bronco qualcuno avrà subito pensato invece alla parola “broncos”, in italiano “scontroso”, usata per i cavalli ancora da addestrare. Una cosa è certa: di “horses power” il protagonista del nostro test drive ne ha ben 249, sprigionati da un 2.0 turbo EcoBoost (in alternativa c’è anche il 1.5 da 181 CV).

Video prova Ford Bronco Sport

Definito il crossover che “non teme il fuoristrada”, il look del Ford Bronco Sport in allestimento Badlands, è un remake del Bronco originale. Forme sinuose senza tanti fronzoli, frontale riconoscibile con la scritta al centro della mascherina, fari tondeggianti a LED (con il caratteristico logo del cavallo imbizzarrito) e pneumatici tutto terreno 235/65 su cerchi in lega da 17”.

Vista posteriore Ford Bronco Sport sullo sterrato durante la prova
Vista posteriore Ford Bronco Sport sullo sterrato durante la prova

E poi? Blocco differenziale centrale e posteriore, controllo automatico della trazione e sospensioni alte, a sottolinearne l’indole votata all’offroad. Ma questo made in USA che sta dilagando fra i nostalgici del Ford Bronco, prodotto in 5 serie dal 1965 al 1996, è davvero in grado di affrontare terreni impervi?

Per rispondere a questa e altre domande siamo andati a Castelmassa, in provincia di Rovigo, dove ha sede la Fioravanti Motors, che si occupa d’importazione, personalizzazione, assistenza e vendita accessori per auto americane. Qui abbiamo portato “a spasso” il Ford Bronco del nostro test, mettendolo alla prova lungo le golene del fiume Po.

Ford Bronco, un mito per gli americani

Che il pubblico degli States abbia apprezzato le varie versioni del Bronco nei trent’anni di produzione lo si capisce dall’entusiasmo con cui lo stesso ha accolto la decisione della Casa di Detroit di rilanciare un SUV che richiama questo fuoristrada “vecchia maniera”, evocando il passato con uno sguardo al presente.

Vista posteriore Ford Bronco Sport durante il test in off road
Vista posteriore Ford Bronco Sport durante il test in offroad

Se in USA i numeri di vendita si preannunciano già importanti, in Italia, almeno per il momento, il Bronco Sport lo si potrà avere solo rivolgendosi al mercato parallelo, nello specifico grazie a Fioravanti Motors, azienda specializzata dal 1985 nell’import-export di auto americane e pick-up, nonché distributore per l’Italia, oltre a Ford, dei marchi GMC, Dodge, Chevrolet, Shelby, Chrysler e Lincoln (il loro showroom a Castelmassa di Rovigo, in via San Martino, è da non perdere!).

Bronco Sport, quanto costa portarla in Italia?

Certo, i costi sostenuti dalla concessionaria per importare il veicolo dagli Stati Uniti all’Italia non sono irrisori: ai circa 38.500 dollari (31.500 €) del prezzo netto di acquisto in America se ne devono aggiungere altri 5.000 $ per tasse statali, immatricolazione di un giorno, trasporto al porto più vicino e margine dell’agenzia (per la ricerca del mezzo e dell’esportazione) e poco più di 2.000 $ per il trasporto navale e l’assicurazione.

Oltre ai 45.500 dollari (circa 37.300 €) per far salpare il Bronco dall’America, in Europa bisogna pagare il dazio del 10% sui beni importati, circa 1.000 € per pratiche doganali, scarico container e trasporto al deposito. In più 2.200 € di omologazione in esemplare unico con emissione di libretto tedesco, 700 € per fari omologati EU e altrettanti per navigatore con cartografia europea. E arriviamo a circa 45.000 € con il cambio odierno.

Plancia strumenti abitacolo Ford Bronco Sport
Plancia strumenti abitacolo Ford Bronco Sport

Ma non è finita qui, ai 45.000 € si deve sommare l’IVA del 22% e i servizi della concessionaria (garanzia per 2 anni, immatricolazione italiana e costi fissi dell’azienda per 4 mesi, cioè dall’ordine sino alla messa su strada).

Per farla breve, alla concessionaria (e non al cliente finale) il Ford Bronco costa oltre 61.000 euro. Chi desidera quindi parcheggiare questo crossover nel proprio garage di casa è avvisato: bisogna mettere mano al portafoglio!

Ford Bronco Sport, SUV compatto dal design urbano

Che sia il compagno ideale per combinare viaggi su asfalto e un minimo di fuoristrada è subito evidente: le dimensioni più contenute rispetto allo storico modello a 5 porte di Casa Ford lo rendono agile in città quanto sui percorsi extraurbani più stretti e tortuosi.

Vista anteriore Ford Bronco Sport
Vista anteriore Ford Bronco Sport

La versione Sport, più corto di 40 cm (4.387 mm) e più stretto di una decina (1.887 mm) rispetto al Bronco standard, più incline all’offroad, è perfetto per chi cerca un veicolo pratico ed estremamente versatile: le stradine che fiancheggiano l’argine del Po nei dintorni di Castelmassa ce ne hanno dato conferma.

Test Bronco Sport, com’è fatto fuori? Gli esterni

Il look di questo 2.0 di cilindrata richiama il passato con un occhio puntato al presente: la linea è quella che gli americani chiamerebbero “boxy”, squadrata. La carrozzeria del Ford Bronco Sport a disposizione ha una colorazione fra il grigio e l’azzurro, con vetri posteriori oscurati e tetto nero.

A gusto nostro, un colore più acceso, tipo un arancione risulterebbe meno “smorzato” dal total black superiore, ma l’aspetto è comunque gradevole. Le fiancate alte hanno pneumatici “tout terrain” da 235/65 R17 abbinate a cerchi in lega; sul tetto due barre longitudinali permettono di alloggiare il portapacchi o di caricare biciclette e altro.

Cerchi in lega Ford Bronco Sport
Cerchi in lega Ford Bronco Sport

A piacerci molto è la duplice apertura del portellone posteriore: sulla sinistra dell’incavo che ospita la maniglia centrale, lo sgancio “glass” permette di aprire solo il lunotto superiore. Se invece abbiamo la necessità di caricare o scaricare bagagli più grandi, possiamo usare l’apertura completa (lo sgancio “door”).

Tutt’altro che pratico per l’utilizzo in offroad (ci lascia un po’ perplessi anche per la guida su asfalto) è il rivestimento della protezione del sottoscocca. Al tatto sembra una sorta di moquette liscia, la stessa che riveste l’esterno dei passaruota: pensiamo che in presenza di fango potrebbe impregnarsi senza poter essere ripulita con facilità.

Come si sta dentro? Gli interni del Bronco Sport

Gli interni sono certamente di livello premium, grazie all’attenzione per i dettagli, che abbinano pelle e alluminio spazzolato. Nell’allestimento Badlands, il più completo di gamma assieme al First Edition, i sedili sono in pelle bicolore nero/marrone con il logo Bronco sullo schienale. Non li abbiamo trovati particolarmente avvolgenti e così adatti per fondi sconnessi, in compenso sono regolabili elettricamente e riscaldabili.

Sedili anteriori abitacolo Ford Bronco Sport
Sedili anteriori abitacolo Ford Bronco Sport

Il comfort a bordo è elevato così come l’abitabilità per chi siede dietro, seppur lo spazio a disposizione per i più alti non sia tantissimo. Fra le dotazioni di serie ci sono gli airbag per conducente e passeggero, chiusura centralizzata, antifurto, climatizzatore, tettuccio apribile, luci ambiente blu, presa USB di ricarica, WI-FI Hotspot e molto altro.

Se siete fra quelli cui piace guidare ascoltando la musica, il Bronco Sport vi allieterà con l’impianto hi-fi Bang & Olufsen da 11 altoparlanti. Il cruscotto è un mix di analogico e digitale che fornisce molte informazioni sulla guida, anche quella in fuoristrada.

Quadro strumenti modalità Mud Ford Bronco Sport
Quadro strumenti modalità Mud Ford Bronco Sport

Spiccano il volante multifunzione in pelle, anch’esso riscaldabile, e, sulla consolle centrale, il Ford Sync 3 da 8”. Su questo schermo touch gestiamo navigazione, connettività e multimedialità, inoltre fa anche da monitor per la telecamera con angolo di 180° che assicura un’ottima visibilità.

PROVA Bronco Sport e il comando GOAT

Sul tunnel, il comando “a rotella” permette di selezionare la modalità di guida più indicata per la tipologia di terreno. Tramite il G.O.A.T. (Goes Over any Type of Terrain) che vuol dire “va su ogni terreno”, si può accedere a sette programmi. Quello Normale, Eco per consumi ridotti, Sport e quelli specialistici per Roccia (rock), Sabbia (sand), Fango (mud) e Ghiaccio (slippery).

Comandi console centrale cambio automatico Ford Bronco Sport con il  G.O.A.T. (Goes Over any Type of Terrain)
Comandi console centrale cambio automatico Ford Bronco Sport con il G.O.A.T. (Goes Over any Type of Terrain)

Non mancano i pulsanti per l’inserimento del controllo automatico di trazione, bloccaggio differenziale e 4WD. Da segnalare anche il Trail Control, una sorta di cruise control che in offroad permette di mantenere la velocità impostata agendo su acceleratore e freno.

Ampio bagagliaio sulla Ford Bronco Sport

Il bagagliaio è piuttosto capiente e in grado di ospitare comodamente anche volumi importanti. Inoltre, grazie al pratico fondo in gomma, con bordatura rialzata e antisdrucciolevole, le valigie rimangono stabili, senza scivolare su tracciati sconnessi. La scelta di questo materiale rende più semplice l’eventuale operazione di pulizia, anche con il getto di un’idropulitrice.

Vano bagagliaio abitacolo Ford Bronco Sport
Vano bagagliaio del Ford Bronco Sport

Sul lato destro del vano bagagli si notano anche una presa da 12V e una da 110V, retaggio dell’importazione diretta dagli States. A sinistra invece, è alloggiato il pulsante per le luci del portellone posteriore, posizionate alle sue estremità e orientabili sia verso l’interno che all’esterno.

Infine, una chicca per i veri appassionati del fuoristrada: integrato nel montante destro del vano bagagli c’è l’apribottiglie. Pronti a un brindisi?

Test, prova Ford Bronco Sport, come va?

Gli aiuti per affrontare i tracciati fuori dall’asfalto ci sono tutti, questo crossover dal design urban ha tutta l’indole offroad, seppur con gli inevitabili limiti costruttivi e di concept che differenziano un SUV da un fuoristrada vero e proprio.

A onor del vero non l’abbiamo strapazzato più di tanto (il prezzo di vendita ci ha un po’ intimoriti!) ma qualche passaggio più impegnativo è stato affrontato: nulla di così difficile, ma solo quanto basta per capire se sia uno di quelli che, in caso di necessità, le “badlands” le possa affrontare realmente.

Vano motore EcoBoost Ford Bronco Sport
Vano motore EcoBoost Ford Bronco Sport

Il comportamento nei guadi non abbiamo avuto modo di verificarlo, ma si parla di fattibilità sino a 60 cm; dell’angolo d’attacco di 30° ne siamo certi perché lo abbiamo cercato, complice anche il paraurti anteriore dalle forme smussate, come il posteriore. Inoltre abbiamo gradito il piglio deciso, ma tutt’altro che sgarbato, dimostrato dal Bronco Sport su salite dal fondo erboso e in tratti di terra sconnessa.

A dispetto dei puristi, il cambio automatico anche in offroad non ci è dispiaciuto affatto e neppure l’impianto sospensivo con taratura morbida. Ci piacerebbe, questo sì, mettere questo 4×4 Ford “alla frusta”, per capire davvero sin dove sia in grado di arrivare. In attesa di poterlo fare, il nostro giudizio finale è che questo remake non è solo apparenza.

Foto Ford Bronco Sport

Scheda tecnica Ford Bronco Sport 4×4 2.0 Turbo EcoBoost Badlands m.y. 2021

Dimensioni e peso

  • Carrozzeria: SUV/TT
  • Lunghezza: 4.387 mm
  • Larghezza: 1.887 mm
  • Altezza: 1.814 mm
  • Passo: 2.670 mm
  • Peso: 1.681 kg
  • Capacità serbatoio carburante: 60 l
  • Numero porte: 5
  • Numero posti: 5

Motore

Ford EcoBoost, 4 cilindri in linea, 16 valvole

  • Cilindrata: 1.999 cc
  • Potenza Max: 249 CV a 5.500 giri/min
  • Coppia Max: 373 Nm a 3.000 giri/min
  • Alimentazione: iniezione diretta
  • Trasmissione: trazione integrale AWD
  • Cambio: automatico a 8 marce
  • Pneumatici: 235/65 R17

PREZZO: A partire da 58.900 €

Potrebbe interessarti, anzi te lo consiglio!

👉 Ford Bronco, caratteristiche del suv duro e puro

👉 Ford Bronco, tecnica della trasmissione integrale

Questo è un estratto dell’articolo pubblicato integralmente sul magazine ELABORARE 4×4 79 maggio-giugno 2021 ORDINALO QUI!

Il magazine ELABORARE 4×4 con l’articolo sul Ford Bronco
Il magazine ELABORARE 4×4 con l’articolo sul Ford Bronco Sport

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!

POSITIVO

👍 Linea retrò
👍 G.O.A.T. System
👍 Doppia apertura portellone posteriore
👍 Apribottiglie integrato nel bagagliaio
No superbollo

NEGATIVO

👎 Prezzo
👎 Sedili poco avvolgenti
👎 Rivestimento “simil moquette liscia” per protezione sottoscocca ed esterno passaruota
Commenta

Sonja Vietto Ramus

Appassionata di fuoristrada e Africa, giornalista e fotografa free lance, dal 1998 lavoro per riviste italiane e straniere di off road e per siti web di motori e viaggi. Press Office per squadre corse e campionati, ho viaggiato in Europa, Africa, America, Asia e Medio Oriente realizzando reportage fotografici su rally-raid, viaggi e raid a trazione integrale. In Italia e all’estero mi sono inoltre occupata della comunicazione di team e piloti, fra cui Miki Biasion e Kenjiro Shinozuka, seguendoli sui campi di gara e in occasione di test drive.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto