FotogalleryPRIMO CONTATTOSmartVideo

smart elettrica prova nel traffico a Roma

A Roma la smart elettrica EQ si può ricaricare anche nelle autorimesse, grazie alla nuova APP ready to charge di smart ed Enel X. Ecco come va la smart elettrica nel traffico di Roma

SMART ELETTRICA PROVA – In un futuro non troppo lontano la mobilità elettrica caratterizzerà la nostra vita e soprattutto le nostre città.
Roma guida la rivoluzione elettrica in Italia, soprattutto attraverso il numero di infrastrutture di ricarica, che a mano a mano vanno ad aumentare.

smart elettrica prova

Quando si parla di auto elettriche una delle paure ricorrenti è l’autonomia ed il rifornimento. L’ansia di ricarica prende il sopravvento, cosa che non succede con le auto tradizionali, con il nostro inconscio che sa di poter contare di un gran numero di distributori di carburante sul proprio tragitto.

Al contrario le auto elettriche possono solo far affidamento alla ricarica dalla wallbox domestica oppure alle colonnine di ricarica pubblica in città.
Ma qualcosa sta cambiando perché ad esempio smart ed Enel X (la divisione di Enel dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali per clienti, città, aziende e mobilità elettrica) sono scese in campo in prima persona per favorire in maniera decisiva lo sviluppo delle auto elettriche.

smart elettrica prova | RICARICA NELLE AUTORIMESSE

La scelta di smart, che assumerà il nuovo marchio EQ, è nota infatti la citycar per eccellenza dal 2019 sarà prodotta esclusivamente con motore elettrico.

Una vera e propria rivoluzione per le smartine che affollano le nostre strade. Enel X ha raccolto la sfida di smart creando una rete di ricarica ad hoc, che vede impegnate in prima persona alcune autorimesse private di Roma.
Il concetto è semplice: mentre l’auto è parcheggiata si ricarica, grazie ad un App sullo smartphone. La rivoluzione elettrica dunque è in atto e smart con Enel X stanno giocando la loro partita da protagonisti.smart elettriche la prova a Roma

“Oltre a prodotti maturi per il mercato, come la nostra smart, la mobilità elettrica ha bisogno di servizi e infrastrutture che ne facilitino l’utilizzo: crediamo che sia necessario fare sistema con tutti gli attori coinvolti – ha dichiarato Marcel Guerry, Presidente di Mercedes-Benz Italia – da qui nasce la nostra partnership con Enel X, un rapporto iniziato nel 2008 con e-mobility Italy e la prima generazione di smart electric drive, che prosegue oggi con ‘ready to charge’: la più amata delle citycar, il più evoluto provider di servizi di ricarica e le autorimesse private più aperte all’innovazione insieme per favorire una mobilità urbana intelligente a zero emissioni locali.”

“La lunga collaborazione con Mercedes-Benz si arricchisce di un altro tassello che facilita ulteriormente la vita di chi guida la smart elettrica. Allo stesso tempo prosegue il nostro impegno, a fianco delle più importanti case automobilistiche, per la realizzazione di una infrastruttura di ricarica capillare che elimini la paura di restare a secco di energia – afferma Francesco Venturini, responsabile di Enel X infatti, grazie a questo accordo chi parcheggia presso le autorimesse private ‘ready to park’ in alcune delle più importanti città italiane potrà sfruttare il tempo della sosta per la ricarica della propria smart. Un servizio che arricchisce le potenzialità e le modalità di utilizzo delle vetture elettriche”.smart elettriche la prova a Roma

smart elettrica prova | APP READY TO CHARGE

Ma come funziona questo nuovo modo di intendere la propria mobilità ma soprattutto come si comportano le smartine elettriche in città? Noi abbiamo avuto modo di testare il nuovo servizio ‘ready to park’ di smart ed Enel X al volante di una fortwo EQ.

L’App smart ‘ready to park’, che da luglio 2018 includerà la funzione ‘charge’ (già disponibile su Google Play e App Store e su www.smart-ready-to.it) offre ai clienti smart di Roma, Firenze e Genova l’opportunità di parcheggiare all’interno di un network di autorimesse convenzionate, di prenotare e pagare il proprio posto auto attraverso un’unica App.
A Roma già ci sono disponibili 96 parcheggi convenzionati e, entro i prossimi mesi, ognuno sarà dotato da un minimo di due fino ad un massimo di otto punti di ricarica con potenza fino a 22 kw per ricaricare smart in meno di un’ora.

Per entrare nel mondo dei servizi ‘ready to’ basta solo scaricare l’App sullo smartphone, inserire la targa della propria smart ed indicare gli estremi della carta utilizzata per il pagamento.

Attraverso la mappa interattiva è possibile scegliere il parcheggio e l’eventuale colonnina di ricarica, effettuare la prenotazione e raggiungere l’autorimessa entro un’ora, senza alcun addebito extra.
Per accedere al parcheggio e al punto di ricarica basta attivare il Bluetooth e avvicinare il proprio smartphone alla sbarra.

Successivamente, l’App permette di controllare il tempo di sosta, lo stato della ricarica, effettuare il pagamento tramite carta di credito o Paypal e aprire la sbarra in uscita.
Questo progetto di ricarica all’interno delle autorimesse, si integra con quello già esistente del Comune, che prevede l’installazione di 700 punti per la ricarica entro il 2020.smart elettriche la prova a Roma

SMART ELETTRICA PROVA A ROMA

La nostra prova si è svolta a Roma dove la smart EQ elettrica si muove come noi ci muoviamo nel nostro salotto di casa.
La Capitale italiana infatti è l’habitat perfetto della smart: le sue dimensioni contenute la rendono perfetta per districarsi nel traffico e per trovare anche i parcheggi più impossibili.
E la sua versione elettrica permette di usufruire anche di alcuni vantaggi, come ad esempio l’accesso gratuito alle zone a traffico limitato.

I veicoli a trazione esclusivamente elettrica possono liberamente e gratuitamente circolare all’interno delle ZTL di Roma facendo preventivamente richiesta via email con copia della carta di circolazione del veicolo in allegato.smart elettriche la prova a Roma

Ma come va? La posizione di guida è abbastanza buona e la smart si conferma come un’auto divertente da guidare, a prescindere dalla motorizzazione.
L’unica vera differenza tra quella elettrica e quella a carburante è l’assenza di rumore, che si percepisce maggiormente all’avvio. Ecco solo questo è il momento più critico perché girando la chiave non si avverte nessun tipo di rumore. Dopo di che si innesta il selettore del cambio automatico su D e si parte.

Nel mezzo della giungla urbana ci si dimentica di avere fra le mani un’auto elettrica. Con la nostra smart, guidati dall’App ready to park, raggiungiamo una delle autorimesse di Roma convenzionate con il nuovo servizio.
Attraversiamo dunque la ZTL su Via Cavour e ci dirigiamo davanti ad alcuni dei luoghi più suggestivi della Capitale, come Piazza Venezia, il Campidoglio, la Via dei Fori Imperiali ed il Colosseo.

Proprio nei dintorni dell’Anfiteatro Flavio attraverso lo smartphone prenotiamo e paghiamo il nostro posto auto. All’interno del parcheggio ad attenderci c’è l’addetto che ha raccolto la nostra prenotazione. Ci prende in consegna la nostra macchina, mente noi andiamo tranquillamente a passeggio all’ombra del Colosseo. Dopo circa mezz’ora riprendiamo la nostra smart e proseguiamo il nostro test per le vie della Capitale.smart elettriche la prova a Roma

smart elettrica prova RICARICA

Sul cruscotto abbiamo l’indicazione dello stato della batteria e decidiamo che è tempo di ricaricarla. Allora ci affidiamo nuovamente all’App ready to park e prenotiamo un posto auto in un’altra autorimessa convenzionata.

Come fatto in precedenza prenotiamo e paghiamo il parcheggio ed una volta arrivati a destinazione ci posizioniamo davanti alla colonnina di ricarica.
Dopodiché prendiamo il cavo di ricarica in dotazione sul retro e per ricaricare la nostra smart. Una volta che abbiamo immagazzinato qualche kW ripartiamo.
Da qui ci troviamo in Tangenziale per raggiungere la sede di Enel X in Via di Tor di Quinto, dove termina il nostro test. Qui il traffico è abbastanza scorrevole e la smart EQ si fa apprezzare anche per l’allungo e lo scatto.smart elettriche la prova a Roma

smart elettrica prova AUTONOMIA

Il nostro test è durato circa due ore ed in questo lasso di tempo, considerando anche l’aria condizionata accesa, abbiamo consumato circa il 30% di batteria.
Ricordiamo che la smart elettrica è spinta da un motore da 82 cavalli (60 kW) e 160 Nm di coppia, disponibile a zero giri. L’energia gli è garantita da una batteria ioni di litio 17,6 kWh, che gli permette di contare su 160 km di autonomia dichiarata.

smart elettrica PREZZO

Il listino prezzi delle smart elettriche EQ parte da € 23.920 ed arriva fino a € 32.254.

VAI AL LISTINO PREZZI E CARATTERISTICHE SMART EQ

POSITIVO

A SUO AGIO NEL TRAFFICO
DIVERTENTE DA GUIDARE
ACCESSORI
PRESTAZIONI

NEGATIVO

ASSENZA DI SOUND
POCO SPAZIO A BORDO
PREZZO
Tags

Marco Savo

Classe 1983, giornalista, grandissimo appassionato di motori e calcio... !
Close