Alfa RomeoFormula 1 - F1

Alfa Romeo Formula 1 il ritorno ufficiale dopo 32 anni

Il Biscione nel 2018 sarà title sponsor della Scuderia Sauber, che si chiamerà così Alfa Romeo Sauber F1 Team. Le monoposto monteranno motori Ferrari.

ALFA ROMEO FORMULA 1 – Il marchio Alfa Romeo torna in Formula 1 nella stagione 2018. Dopo tante voci ora la notizia è ufficiale. Il ritorno avviene dopo 32 anni grazie a Sauber. Il team svizzero infatti ha annunciato la sua nuova partnership commerciale con Alfa Romeo che a partire dal 2018 sarà “title sponsor” della Scuderia. Dunque il nuovo nome degli elvetici sarà Alfa Romeo Sauber F1 Team e le monoposto in gara monteranno propulsori Ferrari.
L’accordo prevede inoltre una cooperazione strategica, commerciale e tecnologica in tutte le possibili aree di sviluppo anche attraverso la condivisione di ingegneri e personale tecnico specializzato di Alfa Romeo.

Grande soddisfazione espressa da Sergio Marchionne, amministratore delegato della FCA e presidente della Ferrari: Alfa Romeo Formula 1 Sergio Marchionne“L’accordo con il team Sauber F1 è un passo significativo nella ristrutturazione del marchio Alfa Romeo, che tornerà in Formula 1 dopo un’assenza di oltre 30 anni. Si tratta di un marchio storico che ha contribuito a fare la storia di questo sport: l’Alfa Romeo si unirà ad altre Case automobilistiche che parteciperanno alla Formula 1. Il marchio stesso beneficerà anche della condivisione di tecnologia e know-how strategico con un partner come il Team Sauber F1 che vanta un’esperienza indiscussa. Gli ingegneri e i tecnici dell’Alfa Romeo, che hanno già dimostrato le loro capacità con Giulia e Stelvio, i modelli appena lanciati, avranno l’opportunità di mettere questa esperienza a disposizione del team Sauber e i tifosi dell’Alfa Romeo avranno l’opportunità di supportare una casa automobilistica determinata a scrivere un nuovo entusiasmante capitolo nella sua storia sportiva unica e leggendaria”.

ALFA ROMEO F1 STORIA

Alfa Romeo Formula 1

Il ritorno di Alfa Romeo come Scuderia in Formula 1 arriva dopo 32 anni esatti, l’ultima apparizione risale infatti al GP di Australia del 1985 con i piloti Riccardo Patrese ed Eddie Cheever. Il marchio del Biscione, re indiscusso dei Gran Premi dell’Anteguerra (nel 1925 la GP Tipo P2 aveva dominato il primo Campionato del Mondo), dalla sua può vantare anche due Titoli Mondiali conquistati nel 1950 e 1951 con Nino Farina e Juan Manuel Fangio. Dal 1961 al 1979 Alfa Romeo ha partecipato come motorista per diversi team di F1. Dopo essere tornata nel 1979 come costruttore, Alfa Romeo si è classificata al sesto posto come miglior risultato nel campionato costruttori nel 1983. L’ultima vittoria di un motore Alfa risale al GP d’Italia a Monza del 1978, con la Brabham di Niki Lauda. Mentre nel 1982 c’è stata l’ultima pole position al GP di Long Beach con Andrea De Cesaris, alla guida dell’Alfa Romeo 182.Alfa Romeo Formula 1 Andrea De Cesaris Alfa Romeo 182

Scuderia Alfa Romeo Formula 1 Sauber

La Sauber Alfa Romeo sarà anche una Scuderia dove la Ferrari potrà dare spazio ai piloti del suo vivaio, provenienti dalla Ferrari Drivers Academy. Il primo di questi ad avere un’opportunità da titolare in Formula 1 sarà il promettente Charles Leclerc, neo campione F2, che non a caso è già al volante di una Sauber nei primi test per la nuova stagione ad Abu Dhabi. In casa Sauber Alfa Romeo resta ora solo da decidere chi siederà al suo fianco e sarà ballottaggio fra l’italiano Antonio Giovinazzi e lo svedese Marcus Ericsson.
Vai al CALENDARIO F1 2018

CLASSIFICHE FINALI 2017

Commenta

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto