LamborghiniNews auto

Youtuber distrugge una Lamborghini, incidente alla Batmobile da 1 milione di euro

La Lamborghini trasformata in Batmobile da oltre 1 milione di euro distrutta da uno youtuber francese. Tante views, tanta fuffa da giovani inesperti che combinano anche guai seri.

A Dunkerque, in Francia, una Lamborghini Gallardo trasformata in Batmobile è stata distrutta dal giovanissimo youtuber francese Sebastian Delanney. Lo scontro è avvenuto contro una Renault Scénic e per fortuna nessuno dei conducenti si è fatto male. Solo tanto spavento ma danni ingenti per la costosa e perfetta replica della Batmobile del videogioco Arkham Knight.

Youtuber distrugge la Lamborghini “batmobile”, come ha fatto?

Ma torniamo alla storia del giovane inesperto youtuber che ha distrutto una mezzo unico e rara come la Batmobile. Il video che ritrae l’incidente di questa Lamborghini non è presente sul web perché in quel momento le action cam erano spente (dichiara lo Youtuber, sarà da crederci?), ma come racconta nel suo video, Sebastian dichiara che era fermo ad uno stop non accorgendosi della Renault Scénic giungere verso di lui.
Ma questo racconto suona molto strano in quanto il danno della Lamborghini è sulla parte anteriore e non nel posteriore: una macchina che sopraggiunge di solito di tampona. C’è da credere al racconto della sua dinamica?

incrocio incidente lamborghini
LaBatmobile all’incrocio dove è avvenuto l’incidente con lo Youtuber alla guida

Video incidente Lamborghini Batmobile

UN ABITACOLO CON SCARSA VISIBILITA’ Come si può notare dalla foto la Lamborghini trasformata in Batmobile presenta numerosi danni. La parte frontale destra è andata distrutta, inoltre in passato lo youtuber aveva annunciato che la scarsa visibilità all’interno dell’abitacolo potesse causare degli incidenti (ma non aveva un visore a 360°?!).

batmobile incidente lamborghini Youtuber
Incidente Lamborghini Gallardo trasformata in Batmobile distrutta dallo Youtuber

SBAGLIO DEL CONDUCENTE RENAULT Sembra strano però, come gli appassionati del supereroe DC sanno, Batman non ha mai avuto problemi di questo tipo anzi, era molto bravo nel rincorrere i criminali come Joker e poi riempirlo a suon di pugni in faccia!

Scherzi a parte però, la colpa pare essere del conducente a bordo della Renault Scenic che pare andasse troppo veloce, colpendo da destra la Batmobile ferma allo stop ma senza nessun incidente mortale.

Godetevi il video in cui il giovane Sebastian spiega la dinamica e speriamo che possa tornare presto a vestire i panni dell’Uomo Pipistrello!
C’è da credere al racconto di questo ragazzino?

Chi è stato il vero responsabile di questo incidente? Se c’è un responsabile questo è il Team Galag, possessore e creatore della rara Batmobile che ha messo in mano un mezzo di elevato valore ad uno sbarbato ragazzino.

Video incidente batmobile

La Batmobile è derivata da una Lamborghini Gallardo

Chi ha vestito i panni dell’Uomo Pipistrello cimentandosi nelle sue imprese eroiche grazie ai videogiochi, o ha visto le pellicole a lui dedicate, sa bene che la batmobile oltre ad essere un’auto tecnologica e all’avanguardia è anche molto resistente se non indistruttibile. Beh, l’esatta replica tratta dalla serie Arkham, provata dallo youtuber Sebastian Delanney non era così “fedele” all’originale.

Guarda il video della Batmobile girato da Marchettino

AUTO TUNING ESTREMA Questa rara versione della Lamborghini Gallardo trasformata in una batmobile presentava numerose modifiche. Innanzitutto vantava un sofisticato sistema di illuminazione custom, camere per la visione a 360 gradi – in caso di inseguimenti da parte di polizia o criminali – oltre a vistose modifiche estetiche per omaggiare il celebre uomo pipistrello della DC Comics. Tutti cambiamenti che la rendono, o meglio rendevano, un’auto tuning estrema!

Batmobile derivata da una Lamborghini Gallardo
Batmobile derivata da una Lamborghini Gallardo

Batmobile sviluppata dall’ex ingegnere di Koenigsegg

Creata da Team Galag , con la collaborazione di Caresto con lo scopo per partecipare al Gumball 3000 (manifestazione motoristica non competitiva). A metterci mano è stato anche un ex ingegnere di Koenigsegg, che ha lavorato sul motore V10 da 570 CV della Lamborghini Gallardo che si cela sotto l’elaborata carrozzeria. Il Team Galag ha inoltre annunciato che presto partiranno i lavori per ripararla, magari – aggiungo io – renderla anche più resistente così da essere più fedele possibile alla vera batmobile!

Chi sono gli Youtuber?

Si tratta di ragazzi e ragazze (tra i 15 e i 30 anni) che producono video più o meno interessanti, alcuni con più successo e seguiti da migliaia di followers. Il mondo è cambiato. E riscoppia con questa notizia la disputa tra yotubers vs giornalisti (professionisti): la comunicazione oggi è affidata anche agli YouTuber, nuovi punti di riferimento soprattutto per i giovanissimi.

Youtubers vs Giornalisti

Dall’epoca in cui c’era solo la carta stampata, con giornalisti professionisti in grado sfornare contenuti di qualità, ora con l’evoluzione della tecnologia tutti sono in grado di produrre un video o attraverso un blog a costo zero raccontare qualcosa.
Basta pochissimo: una telecamera, una connessione ad internet, un canale YouTube e centrare l’argomento giusto. E visto che potenzialmente chiunque può diventare uno Youtuber, questo comporta una offerta video variegata: spesso si riscontra molta superficialità nei contenuti dove ad occhi più attenti salta fuori inesperienza ed incompetenza.
Ed è proprio l’inesperienza per il giovane youtuber francese che ha giocato un qualche ruolo anche nella dinamica dell’incidente che ha visto coivolta una Lamborghini distrutta del valore di qualche milione di euro.
Insomma tante views per tanta fuffa che gira ma la professionalità è sempre riconosciuta, apprezzata e premiata: non ci sono views che tengano a contenuti di qualità che spesso registrano meno numeri del trash.

Dall’Abruzzo, uno Youtuber si racconta

Perché uno Youtuber ha succeso?

Commenta

Tags

Raffaello Caruso

Mi presento: sono Raffaello Caruso, classe '94 di Catanzaro studente presso l'Università degli Studi "L'Orientale" di Napoli, e da sempre sono un grande appassionato di motori. Coltivo questa grande passione dall'età di 3 anni grazie a mio padre che da sempre mi ha istruito nel "culto dei motori" e, sempre grazie a lui, all'età di 8 anni ho partecipato in maniera agonistica a diverse competizioni di GoKart. Seguo assiduamente ogni competizione motoristica a quattro ruote, soprattutto la F1 di cui sono grande appassionato.
Close
Close