FotogalleryGolfNotizie autoVolkswagen

Volkswagen Golf ibrida mild-hybrid, caratteristiche e prezzi

Il listino della nuova Volkswagen Golf prevede tre varianti ibride eTSI, con tecnologia mild-hybrid MHEV a 48 CV, che consente di ridurre i consumi fino a 0,4 l/100 km.

La Volkswagen Golf di ottava generazione è ibrida mild-hybrid MHEV e plug-in hybrid PHEV. In gamma sono già disponibili sul mercato la nuova Golf 1.0 eTSI1 da 110 CV (81 kW) e la Golf 1.5 eTSI da 150 CV (110 kW), spinte dal primo sistema mild hybrid a 48 V eTSI del Marchio.

Nel corso del 2020 un’altra versione mild hybrid a 48 V da 131 CV (96 kW) si aggiunge alla gamma. Nella dotazione di serie è sempre compreso il cambio a doppia frizione a 7 rapporti DSG.

Volkswagen Golf 8 ibrida, caratteristiche sistema mild-hybrid MHEV

La base tecnica e le caratteristiche dei nuovi propulsori Volkswagen eTSI mild hybrid a 48 V nei livelli di potenza da 150 CV (110 kW) e 131 CV (96 kW) è costituita da moderni motori TSI 4 cilindri da 1,5 litri, con sistema di gestione attiva dei cilindri (ACT); sulla Golf eTSI 110 CV (81 kW) è stato, invece, adottato un TSI 3 cilindri da 1,0 litri. Di serie per tutti è previsto un cambio automatico DSG a 7 rapporti (DQ200) e anche il filtro antiparticolato per motori benzina.

Vano motore Volkswagen Golf 1.5 eTSI MHEV
Vano motore Volkswagen Golf 1.5 eTSI MHEV

Per quanto riguarda le eTSI, la novità è rappresentata dal sistema a 48 V. Questo sistema messo a punto dalla casa di Wolfsburg prevede cosiddetto alternatore-starter a 48 V con comando a cinghia e una batteria agli ioni di litio a 48 V.

Tale sistema riduce i consumi e le emissioni rispetto a un gruppo propulsore paragonabile, abbinato a sua volta a un cambio automatico. Ad esempio la Golf 1.5 eTSI 150 CV (110 kW), i consumi nel ciclo NEDC sono di 4,6 l/100 km. A titolo di confronto, la Golf 1.5 TSI 150 CV (110 kW) con DSG di settima generazione, uscita di produzione, faceva registrare consumi pari a 5,0 l/100 km, sempre in base al ciclo NEDC.

Motore Volkswagen ibrido mild-hybrid, come funziona

Nel motore Volkswagen ibrido mild-hybrid il nuovo sistema a 48 V contribuisce alla riduzione dei consumi di carburante fino a 0,4 l/100 km e consente la trasmissione di una potenza elettrica più elevata grazie a sezioni dei conduttori relativamente piccole e a una batteria compatta, con un conseguente peso aggiuntivo molto limitato.

Volkswagen Golf 8 hybrid 48 V
Alternatore-starter a 48 V motore Volkswagen mild-hybrid

L’energia immagazzinata nella batteria al litio da 48 V alimenta sia la rete di bordo a 12 V sia il cosiddetto alternatore-starter a 48 V con comando a cinghia.

Questo alternatore-starter con comando a cinghia funge sia da alternatore sia da motorino di avviamento; allo stesso tempo, agisce come un piccolo e leggero motore elettrico, che aumenta istantaneamente la coppia motrice in fase di partenza.

Vista anteriore Volkswagen Golf 1.5 eTSI MHEV
Volkswagen Golf 1.5 eTSI R Line

La potenza dell’alternatore viene trasferita mediante il comando a cinghia. Inoltre, provvede ad avviare in modo quasi impercettibile il motore a combustione, che durante la marcia viene disattivato il più spesso possibile nella cosiddetta fase di veleggiamento. In questo caso, la batteria a 48 V fornisce energia a tutti i principali sistemi della Golf eTSI.

Volkswagen Golf eTSI ibrida, allestimenti e prezzi

La Volkswagen Golf eTSI ibrida sul mercato è disponile negli allestimenti Life, Style e R-Line. Il listino prezzi parte da € 31.150.

Foto Volkswagen Golf eTSI MHEV

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio!):

 👉Volkswagen Golf 8, com’è, caratteristiche

 👉Volkswagen Golf 8 prezzi, versioni, gamma e allestimenti 2020

👉 Listino prezzi GOLF 8 👉 Annunci auto usate VW GOLF

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close