Notizie auto

Tesla bloccata, guasto sull’app e l’auto resta ferma

Si guasta la chiave elettronica dallo smarthpone della Tesla e i proprietari si vedono costretti ad andare a piedi.

Sono all’incirca 500 gli automobilisti possessori di una Tesla che sono rimasti a piedi per un guasto. Questo è successo il 19 novembre, un venerdì nero per tutti quei proprietari di Tesla che non hanno potuto usare la vettura, bloccata senza possibilità di aprire le portiere e quindi accedervi per avviarla.

La notizia delle Tesla bloccate dall’App è stata resa nota dalla BBC dopo che un proprietario nel Sud Corea ha twittato che non poteva usare più la macchina. Perché? Per una semplice app che non funzionava.

Questo un video che spiega il funzionamento dell’app per aprire anche le portiere

Tesla con problemi di apertura delle portiere tramite l’app del telefono

L’azienda di Elon Musk ha portato molte nuove tecnologie nel mondo dell’auto. Dai sensori, alla guida autonoma, dove Tesla ha rivoluzionato il settore automotive, fino all’ultima novità dei tergicristallo al laser.

Gli ingegneri cercano sempre nuove funzionalità per rendere la vita più facile ai propri clienti. In questo caso è stata semplificata la procedura di apertura dell’auto. Funziona tutto grazie ad una applicazione fornita dalla Casa americana. Con questa i proprietari possono portare comodamente la “chiave” virtuale nello smartphone, quindi senza dover badare alla tradizionale chiave.

Le portiere della Tesla si aprono con tramite il telefono e con l'App
Le portiere della Tesla si aprono con tramite il telefono e con l’App

Qual era il guasto della Tesla? Quanto è durato il problema Tesla?

Il guasto delle Tesla che era avvenuto riguardava un blocco dell’app. Probabilmente, il sistema che metteva in contatto i server in azienda con la vettura, ha avuto un crash o semplicemente un problema.

Comunque dopo cinque ore, il guasto è stato risolto e i guidatori che avevano riscontrato questo problema sono potuti ritornare alla guida della loro auto.

Elon Musk prova a mettere una pezza

Il boss Elon Musk ha risposto personalmente al post Twitter del cliente coreano dicendo: “Controllo“, segnalando personalmente subito il problema a chi di dovere per essere risolto.

In seguito Elon ha twittato un altro messaggio, in questo caso di scuse verso i diretti interessati al problema.

«Ci scusiamo, adotteremo misure per garantire che ciò non accada di nuovo»

Santa e benedetta chiave tradizionale!

Potrebbero interessarti (anzi te lo consiglio!)

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche

👉 ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI.
👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM!


COMMENTA CON FACEBOOK

Damiano Cavallari

Fin da bambino sono appassionato di motori grazie a mio padre motociclista. Mi hanno sempre affascinato i rombi di quei propulsori, ho sempre amato la tecnica che c'è dietro a un mezzo meccanico che sia auto o moto, o di qualsiasi altro genere. Ho cominciato a scrivere su questo mondo passando per molte testate come MOWmag.com, di automoto.it, insella.it, motori.news, rallyssimo, notizieauto.it e ora approdo qui a Newsauto.it
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto