News auto

Tasse su auto aziendali rimodulazione in 3 fasce, il Governo fa marcia indietro

Tassa auto aziendali fino al 100% sui modelli super inquinanti. Sulle altre la tassa passa dal 30 al 60%, esenti dall'aumento le auto elettriche e ibride. Sono tre adesso le fasce della tassazione, ma resta il malcontento tra gli addetti nel settore e gli italiani per l'aumento delle tasse sull'auto.

L’aumento della tassazione sulle auto aziendali come annunciato inizialmente nella manovra che sarebbe dovuto passare per tutte le auto (esclusi dall’aumento i veicoli commerciali) dal 30% al 100% ha acceso le immediate critiche sollevate da tutto il settore auto (e italiani compresi che si vedono applicare l’ennesimo aumento delle tasse) recepite dal Governo: è stato annunciata una marcia indietro. Nella tarda serata del 31 ottobre il Ministero dell’Economia ha comunicato la rettifica sulla nuova tassa delle Auto Aziendali inserita nella Manovra 2020. Vediamo cosa dovrebbe cambiare e di quanto verrebbe ridimensionato l’aumento delle tasse sulle auto aziendali in base a questo nuovo annuncio.

Incremento tassazione auto aziendale su 3 livelli:
30%, 60% e 100%

Saranno tre i livelli della tassazione sulle auto aziendali con tre diverse fasce:
PRIMA FASCIA al 100% – Nella prima vengono penalizzate al 100% le auto più vecchie non Euro 6, ma anche i modelli più moderni che hanno consumi elevati.
SECONDA FASCIA al 60% – Nella seconda fascia ci sono la maggior parte delle auto delle flotte aziendali, che il Governo ha intenzione di tassare la quota di percorrenza per uso privato tassabile, infatti, raddoppierebbe: dal 30% al 60% (che secondo il ministero sarebbe nella media Ocse) dei 15mila chilometri. Dovrebbero rientrare in questa fascia le auto con emissioni di biossido di carbonio fino a 160 grammi.
TERZA FASCIA 30% – Auto elettriche ed ibride, salvate dall’aumento.

Tassazione auto aziendale prima dell’aumento 2020

Le auto aziendali sono fino al 2019 tassate al 30% la quotaparte imponibile relativa all’uso privato del lavoratore. Il 70% del valore dell’auto è considerato uso lavoro e non viene tassato sul lavoratore. L’azienda comunque non detrae tutti i costi dall’acquisto di un’auto aziendale con ulteriore tassazione ed iva parzialmente non detratta

Tasse auto aziendali
La tassa sulle auto aziendali raddoppia dal 30 al 60% fino al 100%

Auto Aziendali tassa al 100% solo sulle auto super inquinanti

Il Ministero ha precisato che la tassazione al 100% vale solo per le vetture super inquinanti, che dovrebbero essere quelle con emissioni maggiori di 160 grammi per km di Biossido di Carbonio o CO2?

Auto elettriche e ibride non saranno colpite dall’aumento

Le auto elettriche e ibride non verranno colpite dall’aumento della tassa sulle Auto Aziendali, come ipotizzato in un primo momento. Ma anche qui c’è ancora incertezza perché il Ministero non ha chiarito ufficialmente come inserire questa categoria. Qui potrebbero rientrare anche le auto mild e micro hybrid, che ufficialmente sono omologate come auto ibride.

Le auto elettriche e ibride non rientrano nella tassa sulle Auto Aziendali
Le auto elettriche e ibride non rientrano nella tassa sulle Auto Aziendali

Cosa ne pensi dell’aumento di tasse applicato con la Manovra 2020 dal Governo PD-5S?

Lascia un commento sotto o meglio sul nostro FORUM per sapere cosa ne pensi su questo accanimento della tassazione sul mondo dell’auto sperando che il Governo non vada a cercare nuove coperture su altri fronti ma provveda a tagliare sulla spesa pubblica dove c’è un ampio margine di “manovra”.

“Abbiamo giocato”.. non proprio cosi. La Tassa sulle auto aziendali va a colpire i nuovi contratti e salva le auto ibride o elettriche.

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

Commenta

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni riferimento dei "car enthusiast", appassionati di tecnica motoristica, performances e guida sportiva. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo nelle gare in pista. Tra le tante auto speciali provate: la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.
Close
Close