EV DrivingNotizie auto

Ricarica auto elettriche, interoperabilità Enel e A2A

Enel e A2A hanno sottoscritto l’accordo di interoperabilità, che permette di caricare indifferentemente utilizzando le app E-moving di A2A e JuicePass di Enel

Novità per chi possiede un’auto elettrica e ha l’esigenza di ricaricarla da una colonnina pubblica. Enel e A2A hanno siglato un accordo di interoperabilità tra le reti di ricarica, che permette ai propri clienti di accedere alla rete di circa 15mila punti pubblici delle due aziende su tutto il territorio nazionale.  

Interoperabilità Enel e A2A

Enel e A2A hanno siglato un accordo di interoperabilità. La partnership consente agli utenti che utilizzano le app E-moving di A2A e JuicePass di Enel, di fare il pieno di energia alla propria auto elettrica indistintamente presso le infrastrutture di ricarica pubbliche delle due aziende.

Interoperabilità Enel e A2A
Con un unica App si può ricaricare sia dalle colonnine A2A e sia da quelle Enel (Enel X)

Grazie all’interoperabilità si può ricaricare l’auto presso 15.000 punti di ricarica pubblici in tutta Italia.

Ricarica auto elettriche fino a 350 kW

Enel e A2A offrono così le migliori tecnologie di ricarica presenti sul mercato: caricatori Quick da 22 kW, Fast fino a 50 kW e gli High Power Charger che, grazie ad una potenza fino a 350 kW, consentono di ricaricare l’80% del veicolo elettrico in circa 20 minuti.

L’accordo con A2A dimostra come, grazie alla collaborazione tra i vari operatori, sia possibile ampliare la disponibilità di infrastrutture di ricarica per auto elettriche” dichiara Elisabetta Ripa, Responsabile della Global Business Line di Enel dedicata alla mobilità elettrica. “La capillarità delle colonnine, la semplificazione e la velocità delle operazioni di ricarica sono i driver principali del processo di diffusione della mobilità elettrica che vogliamo continuare a guidare in Italia e nel mondo, sviluppando le migliori soluzioni per fare il pieno di energia ai veicoli elettrici in ambito pubblico e nel privato”.

Sostenere l’elettrificazione dei consumi, rendendo disponibili infrastrutture e servizi al cliente, è uno dei punti cardine della strategia di A2A, in linea con il piano industriale al 2030 – commenta Fabio Pressi, Amministratore Delegato di A2A E-Mobility – Il contributo che può dare lo sviluppo della mobilità elettrica alla sfida della decarbonizzazione è di grande importanza e l’accordo siglato con Enel va in questa direzione.

Colonnine ricarica rapida, 350 kWh HPC con Enel X e Volkswagen
I punti di ricarica Enel arrivano fino a 350 kW di potenza

L’interoperabilità delle reti di ricarica, infatti, è un fattore chiave per supportare concretamente la diffusione dell’e-mobility; in questo modo il sistema garantisce maggiore flessibilità e copertura sul territorio, rendendo fruibili le nostre colonnine a un maggior numero di utenti e potenziando i servizi offerti”.

Video come si ricarica un’auto elettrica

Come si ricarica un’auto elettrica VIDEO

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

? Mappa colonnine auto elettriche

? Ricarica interoperabilità Enel X e BeCharge

👉 Auto elettriche da comprare selezionate e provate
👉 Prezzi e caratteristiche auto elettriche
👉 Prezzi e caratteristiche auto ibride

👉 Video prove AUTO ELETTRICHE

👉 Quanto costa ricaricare l’auto elettrica
👉 Tutto sulla ricarica delle auto elettriche

👉 Ultime notizie batterie agli ioni di litio

Le prove di auto elettriche nuove!

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto