Notizie auto

Proroga scadenza revisione per Covid-19, cosa prevede il Regolamento UE

Sulla proroga della scadenza delle revisioni auto dopo il Covid-19 si è espressa anche l’Unione Europea, che ha emanato un regolamento che estende la valida per altri sette mesi sui veicoli con scadenza tra il 1° febbraio e il 31 agosto.

Il Decreto Cura Italia, convertito poi in Legge 24 Aprile 2020 n.27, a causa del lockdown per Covid-19 ha sancito al proroga a ottobre 2020 per le revisioni in scadenza a marzo (e antecedenti), aprile, maggio, giugno e luglio. La proroga è stata regolamentata anche dal nuovo Regolamento Europeo 2020/698 sulle revisioni, del 25 Maggio 2020. La normativa comunitaria di fatto proroga di 7 mesi i termini relativi alle revisioni sui veicoli in scadenza nel periodo compreso tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020.

Proroga scadenza revisione Covid-19 con il Regolamento europeo

Il Regolamento europeo sulle revisioni auto, entrato in vigore il 4 giugno 2020 ed emanato per il Covid-19, come detto proroga di sette mesi il controllo previsto dalla legge dei veicoli a motore con scadenza tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020. La proroga riguarda le auto, i veicoli commerciali, i rimorchi con massa massima tra 3,5 e 10 tonnellate, i rimorchi con massa massima superiore a 10 tonnellate ed i trattori stradali o motrici).

In questo arco di tempo perciò questi veicoli, con la revisione scaduta tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020, possono viaggiare liberamente sul territorio dell’Unione Europea.

Proroga scadenza revisione Covid-19 con il Regolamento europeo
Il Regolamento europeo proroga di 7 mesi la scadenza della revisione sui veicoli scaduta tra 1° febbraio e il 31 agosto 2020

Ad esempio in Italia un’auto con la revisione scaduta prima di febbraio può circolare fino al 31 ottobre, mentre in Europa fino al 30 settembre. I veicoli con revisione scaduta tra il 1° marzo e il 31 agosto possono in Europa ed in Italia per i sette mesi successivi alla scadenza. Ricordiamo inoltre che per la scadenza della successiva revisione, che si fa ogni due anni sulle auto con più di 4 anni, vale la data del controllo perciò se la nostra revisione è scaduta a marzo ed andiamo in un centro revisioni a giugno la prossima scadenza sarà a giugno e non più a marzo.

Revisione auto, problemi dopo la proroga per Covid-19

Il regolamento europeo sulla proroga della scadenza delle revisioni auto per Covid-19 però suscita più di qualche interrogativo. A lanciare l’allarme è ancora una volta Dekra Italia che già dopo l’uscita del Decreto Cura Italia aveva lanciato l’allarme sul problema del possibile collasso del mercato già provato dal lockdown e, soprattutto, sui gravi rischi che la situazione poteva ingenerare sulla sicurezza delle strade italiane, con quasi 6,7 milioni di veicoli in circolazione con la revisione scaduta.

Revisione auto, problemi dopo la proroga per Covid-19
La proroga della scadenza della revisione per Covid-19 genera problemi di collasso nei centri e di sicurezza stradale

Secondo Dekra l’eventuale applicazione nazionale del Regolamento europeo comporterebbe dei problemi da non sottovalutare:

  • Difficile comprensione e comunicabilità a tutti i soggetti interessati, dovuta alla sovrapposizione delle due legislazioni
  • Ulteriore aggravio dei rischi in termini di sicurezza stradale
  • Scossone alla sostenibilità economica dei Centri di revisione.

Regolamento europeo revisione, Dekra lancia l’allarme sui problemi dopo la proroga

In conseguenza dell’applicazione eventuale del Regolamento UE, Dekra ha calcolato dopo ottobre ci saranno ancora in circolazione oltre 4.200.000 veicoli con la revisione scaduta e alcuni di questi potrebbero circolare addirittura fino a marzo 2021. Questo effetto esponenziale porterebbe, secondo le stime di Dekra a “defcon 1” il livello rischio per la sicurezza alla circolazione, considerando che nel parco circolante interessato oltre 1.260.000 veicoli hanno 17 o più anni di servizio e oltre 255.000 Km all’attivo.

Inoltre il lockdown di marzo e aprile ha fatto perdere a Centri ed Officine circa 1.700.000 revisioni traducibili con una perdita del comparto di circa 80 milioni di euro, solo in parte ammorbiditi dalle sovvenzioni e aiuti economici contenuti nel Decreto Cura Italia.

Revisione auto con problemi per la proroga
Alcuni veicoli con la revisione scaduta per effetto della proroga potrebbero circolare fino a marzo 2021

Con l’applicazione del Regolamento UE in Italia, Dekra stima che la riduzione delle revisioni correlata alla manovra sarà pari a circa 2.370.000 vetture con una perdita complessiva che salirebbe a circa 107 milioni euro, mettendo in grave difficoltà tante piccole e medie imprese italiane.

Regolamento europeo revisione, l’Italia non è obbligata ad adottarlo

Secondo Dekra l’Italia non è obbligata ad applicare il Regolamento Europeo, come previsto nell’art.5 comma 5. Ad oggi quasi la totalità dei Paesi europei (24 tra cui Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi, Polonia), come riportato nella circolare del Ministero degli Interni del 10 Giugno, hanno già esercitato il diritto previsto e respinto il Regolamento.

Revisione auto: come si fa, costo, quando
L’Italia non è obbligata ad applicare il Regolamento UE sulle revisioni

Tra i Paesi più coinvolti, quanto ad ampiezza del parco circolante, è rimasta fuori solo l’Italia, tra l’altro unico Paese che aveva già realizzato un importante meccanismo di posticipo che, di fatto, rendeva poco rilevante questo secondo intervento legislativo.

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio!):

👉 Proroga scadenza revisione auto per Covid-19

👉 Quanto costa fare la revisione

👉Revisione auto scadenza, ogni quando va fatta

👉 Revisione auto multe, che cosa si rischia se è scaduta o non in regola?

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👨‍👨‍👦 🙏 Lascia pure un commento sotto o sul 👉 FORUM dove parliamo non solo del problema revisione 👨‍👨‍👦 Sei invitato ad iscriverti e partecipare!

Commenta

Tags

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.
Back to top button
Close