Notizie auto

Revisione auto problemi, centri intasati dalla proroga? E’ allarme collasso

L'allarme lo lancia Dekra Italia che propone di scaglionare in mesi diversi le revisioni posticipate dal Decreto Cura Italia per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Ad ottobre e novembre i centri autorizzati per la revisione auto rischiano il collasso con intasamento degli appuntamenti

L’emergenza Coronavirus Covid-19 ha portato inesorabilmente allo slittamento di molte scadenze da quelle fiscali, alle patenti fino alla proroga della scadenza della revisione, inserita il 17 Marzo 2020 nel Decreto Legge n.18, cosiddetto Cura Italia. Con tale provvedimento il Governo ha prorogato al 31 ottobre 2020 la data per effettuare la revisione obbligatoria scaduta per tutte le tipologie di veicoli che avrebbero dovuto presentarsi nei centri revisione a Marzo, Aprile, Maggio, Giugno e Luglio 2020.

Revisione auto con problemi per la proroga

Se da un lato la proroga è stata necessaria dall’altro con la riprese delle attività di revisione emergono seri problemi di ingolfamento degli stessi centri autorizzati, compresi quelli delle Motorizzazioni. Ad ottobre e soprattutto novembre sono due mesi nei quali si prevede un boom di revisioni arretrate con circa 6,7 milioni i veicoli da controllare, a cui si aggiungono circa 1,3 milioni dei veicoli in scadenza ordinaria ad ottobre: le officine si troveranno difronte ad un volume totale di 8 milioni di veicoli da ispezionare con la revisione scaduta.

Revisione auto con problemi per la proroga coronavirus
Ad ottobre 2020 ci potrebbero essere 8 milioni di veicoli con la revisione scaduta da ispezionare

Centri revisione in crisi e mancate revisioni nei tempi, l’allarme lanciato da Dekra Italia

A lanciare l’allarme sui problemi che arriveranno sicuramente ad ottobre e novembre per effettuare la revisione auto è la Dekra Italia, azienda leader mondiale nel campo Automotive ed in quello specifico della Revisione Veicoli con dei propri centri. Dekra ha accesso un campanello d’allarme dopo aver esaminato la problematica ed analizzato i dati relativi al flusso di lavoro prevedendo un possibile collasso dei centri revisione: calcolando 25 minuti a revisione con i centri a pieno regime anche il sabato mattina, ha stimato un volume massimo di revisioni evase ad Ottobre di circa 4,3 milioni di veicoli che non sono tutte quelle arretrate da smaltire.

Revisioni da smaltire e multe per mancata revisione

Quindi ai primi di novembre mancherebbero all’appello oltre 3,7 milioni di veicoli senza revisione non riportata sul libretto e nella banca dati della motorizzazione come previsto nei termini di legge e, quindi tutti a rischio multa. Infatti in caso di revisione scaduta o non in regola si rischiano sanzioni pesanti fino a 679 euro e nei casi peggiori la multa può sfiorare i 10.000 euro.

Revisione auto controlli e centri revisione ingolfati a novembre per la proroga del Coronavirus
4 milioni di auto potrebbero rimare senza revisione a novembre 2020

Revisione auto nuove date per la proroga?
La proposta di Dekra per evitare il problema ingolfamento dei centri revisione e multe

Per cercare di anticipare ed evitare i problemi a ottobre e novembre con la gestione delle revisioni scadute e prorogate per la pandemia, Dekra Italia ha lanciato la sua proposta: mantenere la proroga ma scaglionare le scadenze su date diverse in base allo schema riportato sotto.

Per i veicoli con revisione in scadenza nel mese di,

  • Marzo 2020 potranno circolare fino ad Agosto 2020;
  • Aprile 2020 fino a Settembre 2020;
  • Maggio 2020 fino ad Ottobre 2020;
  • Giugno 2020 fino ad Novembre 2020;
  • Luglio 2020 fino a Dicembre 2020.

Queste potrebbero essere le nuove date per evitare i problemi previsti.

“L’analisi di Dekra parte dall’assunto che non sarà possibile evadere, nel solo mese di Ottobre (ovvero alla “riapertura” dell’attività), tutte le revisioni posticipate oltre a quelle normalmente previste nel mese stesso – dichiara Giorgio Saverio Casalino, Country Operations Manager Dekra Italia – d’altro canto non pare neanche percorribile la strada di un ulteriore posticipo delle scadenze dopo Ottobre, perché accrescerebbe ancora il numero di veicoli non revisionati circolanti, impattando drammaticamente sulla sicurezza stradale.

Giorgio Saverio Casalino, Country Operations Manager Dekra Italia
Giorgio Saverio Casalino, Country Operations Manager Dekra Italia

Da non sottovalutare, inoltre, che già il posticipo previsto nella norma attuale, mette a serio rischio di sopravvivenza finanziaria gran parte dei centri di revisione che, non dimentichiamolo, sono aziende private ma svolgono un servizio di pubblica necessità.”

Consigliato: fai la revisione prima della scadenza prorogata

Teoricamente gli automobilisti potranno revisionare la propria auto già a partire dal mese da agosto ma è probabile che tutti aspetteranno la scadenza del 30 ottobre per evitare una spesa anticipata rinviando tutto all’ultimo minuto. Ad agosto i Centri di revisione potrebbero essere aperti ma probabilmente con pochi appuntamenti programmati.

Oltre all’aspetto burocratico emergono anche dei problemi con la revisione auto che riguardano la sicurezza stradale: con un volume così alto di veicoli in circolazione non revisioni, l’incidentalità potrebbe aumentare come evidenziato spesso da Dekra nei suoi annuali Report sulla Sicurezza Stradale.

Auto durante una revisione: Dekra proporne di scaglionare i mesi con nuove date nelle quali rimandare le revisioni posticipate
Dekra proporne di scaglionare i mesi con nuove date nelle quali rimandare le revisioni posticipate

Potrebbero interessarti (anzi te li consiglio!):

👉 Proroga scadenza revisione auto per Coronavirus

👉 Quanto costa fare la revisione

👉Revisione auto scadenza, ogni quando va fatta

👉 Revisione auto multe, che cosa si rischia se è scaduta o non in regola?

💥 Avviso: per restare aggiornato e ricevere le ultime news sulla tua mail iscriviti alla newsletter automatica di Newsauto QUI

👨‍👨‍👦 🙏 Lascia pure un commento sotto o sul 👉 FORUM dove parliamo non solo del problema revisione 👨‍👨‍👦 Sei invitato ad iscriverti e partecipare!

Commenta

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni riferimento dei "car enthusiast", appassionati di tecnica motoristica, performances e guida sportiva. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo nelle gare in pista. Tra le tante auto speciali provate: la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.
Back to top button
Close