EV DrivingMercatoNotizie auto

Nuovi incentivi auto e colonnine elettriche, novità Ecobonus

Il Governo rimodula gli incentivi destinati all’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in a favore dei redditi ISEE inferiori ai 30.000 euro. Ci sono incentivi anche per l'acquisto di colonnine di ricarica.

Il funzionamento degli incentivi auto cambia all’interno del Decreto Aiuti bis. I bonus destinati alle auto elettriche e ibride plug-in vanno a rilento rispetto a quelli della fascia 61-135 g/km che è andata esaurita in poche settimane. Il Governo, tramite lo strumento del DCPM, ha deciso di allargare la platea dei beneficiari dell’Ecobonus, raddoppiando il contributo per gli automobilisti con reddito inferiore ai 30 mila euro.

Oltre a rimodulare i bonus, il Governo eroga un contributo per l’acquisto di infrastrutture (wallbox) di potenza standard per la ricarica di veicoli elettrici. Inoltre allarga la platea dei beneficiari degli incentivi all’acquisto di veicoli a basse emissioni alle società di noleggio a lungo termine e alle flotte aziendali, finora escluse per motivi di budget.

Ecobonus” sito del Mise dove vengono gestiti gli incentivi per auto, scooter e bici (Fondi residui aggiornati al giorno 01/08/2022)
Ecobonus” sito del Mise dove vengono gestiti gli incentivi per auto, scooter e bici (Fondi residui aggiornati al giorno 05/08/2022)

In cassa ci sono circa 170 milioni di euro per la fascia 61-135 g/km di CO2, 220 milioni stanziati per la fascia 0-20 g/km di CO2 e poco meno di 195 milioni per quelle tra 21 e 60 rispetto ai 225 milioni iniziali.

Incentivi auto elettriche fascia 0-20 g/km reddito

I nuovi incentivi per l’acquisto di auto elettriche raddoppiano il loro valore, se il beneficiario dichiara un reddito inferiore ai 30 mila euro.

Incentivi auto elettriche fascia 0-20 g/km
L’incentivo per le elettriche arriva a 7.000 euro se il richiedente ha un reddito inferiore ai 30.000 euro

In questo caso il contributo salirebbe dagli attuali 3.000 euro a 4.500 e da 5.000 a 7.500 euro, in caso di rottamazione di un veicolo omologato di una classe emissiva di CO2 inferiore ad Euro 5. Il limite di prezzo deve essere pari o inferiori a 35 mila euro (IVA esclusa).

EMISSIONI CO2 ROTTAMAZIONE SENZA ROTTAMAZIONE
0-20 g/km 7.500 euro 4.500 euro
21-60 g/km 6.000 euro 3.000 euro 
Incentivi auto elettriche e plug-in reddito ISEE inferiore ai 30.000 euro

Chi supera la soglia dei 30.000 euro di reddito ISEE per accedere all’incentivo deve fare riferimento al vecchio schema.

EMISSIONI CO2 ROTTAMAZIONE SENZA ROTTAMAZIONE
0-20 g/km 5.000 euro 3.000 euro
21-60 g/km 4.000 euro 2.000 euro 
Incentivi auto elettriche e plug-in

Incentivi auto ibride plug-in fascia 21-60 g/km

Nel nuovo Ecobonus aumenta anche il contributo dedicato all’acquisto di auto ibride plug-in, che rientrano nella fascia da 21 a 60 g/km di CO2: da 2.000 a 3.000 euro senza auto da rottamare e da 4.000 e 6.000 euro con un veicolo vecchio da dare indietro.

Jeep Renegade 4xe, ibrida plug-in, caratteristiche e prezzo
Per l’acquisto delle plug-in PHEV l’incentivo arriverebbe fino a 6.000 euro

Il limite di prezzo delle auto ibride plug-in che rientrano nell’incentivo è confermato a 45 mila euro (sempre IVA esclusa). Sia per le elettriche che per le PHEV il bonus statale viene erogato ad un solo soggetto nell’ambito dello stesso nucleo familiare.

Incentivi auto alle flotte e noleggio

I nuovi incentivi sono estesi anche alle società di noleggio a lungo termine e alle flotte aziendali, ovvero alle “persone giuridiche che noleggiano le autovetture purché ne mantengano la proprietà almeno per 12 mesi”.

Incentivi colonnine di ricarica wallbox

I nuovi incentivi rientrano all’interno del “Fondo per la riconversione, ricerca e sviluppo del settore automotive” (il “Fondo automotive”), che tra le altre cose prevede bonus anche per l’acquisto di postazioni di ricarica e wallbox.

Incentivi colonnine di ricarica
Ci sono incentivi e contributi anche per l’acquisto di postazioni di ricarica

Il contributo infatti è pari all’80% del prezzo di acquisto e posa in opera, nel limite massimo di 1.500 euro per richiedente e di 8.000 in ipotesi di posa in opera sulle parti comuni di edifici condominiali, prevedendo quorum assembleari analoghi a quelli previsti per il bonus 110. L’incentivo è riconosciuto nel limite di spesa di euro 40 milioni, a valere sulle risorse del Fondo automotive.

Potrebbe interessarti (anzi te lo consiglio):

👉 Come funzionano i nuovi incentivi auto 2022

👉 Auto elettriche 2022 da comprare

👉 Auto ibride plug-in 2022 da comprare

👉 Tutte le notizie su crisi auto

👉 Tutte le notizie aggiornate su incentivi ed Ecobonus

👉 EV Driving tutto su auto elettriche e ibride

👉 Cosa ne pensi? Fai un salto sul FORUM e Google News tutte le notizie dell’auto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per ricevere aggiornamenti da Newsauto.it

Informativa sulla privacy

COMMENTA CON FACEBOOK

Redazione Web

La Redazione di NewsAuto.it è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, tecnica motoristica e mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate da tester/piloti con strumentazione dedicata. Dello staff fanno parte giornalisti, piloti, tester, ingegneri, fotografi ed operatori video.

Leggi anche

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di NEWSAUTO ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Newsauto